A- A+
PugliaItalia
Altamura piange Martimucci Regione sarà parte civile

Altamura, in migliaia per l'ultimo saluto a Domi Martimucci
Cinque mesi in coma, poi la corsa disperata verso l'Austria - purtroppo inutile e fatale - per provare ad uscire da un incubo. Ma Domenico Martimucci non ce l'ha fatta.

Martimucci2
 

L'Abbraccio di Altamura è stato corale, in circa cinquemila si sono ritrovati nello  stadio "D'Angelo" per partecipare ai funerali del ragazzo di 26 anni, che tutti conoscevano come "il piccolo Zidane", rimasto ferito a marzo scorso nell'attentato alla sala giochi "Green Table".

Lutto cittadino proclamato dal sindaco Giacinto Forte e molte istituzioni presenti per testimoniare la tenuta di una "difesa alta" nei confronti delle mafie. Ai funerali erano presenti il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il prefetto di Bari, Carmela Pagano, il questore, Antonio De Iesu, il comandante della Compagnia dei carabinieri di Altamura, Nicola Abbasciano, il comandante provinciale della Guardia di Finanza, e diversi sindaci dell'entroterra murgiano-altamurano.

funerali martimucci4
 

"Purtroppo non è la prima volta in cui partecipo all'ultimo saluto ad una vittima innocente di mafia", ha ricordato Michele Emiliano. "Oggi però l'emozione è stata molto forte. Migliaia di persone di Altamura, tantissime ragazze e tantissimi ragazzi, i suoi compagni di squadra, hanno voluto ricordare questo nostro figlio. Questa tragica perdita non può e non deve essere dimenticata. La Regione Puglia si costituirà parte civile nel processo contro i presunti colpevoli, saremo accanto alla famiglia di Domenico, e ci impegneremo per la comunità altamurana che oggi ha dato grande prova di civiltà e attaccamento ai valori dell'amore e della legalità".

Martimucci
 

"Oggi è il giorno in cui abbiamo salutato Domenico ad Altamura, una città straordinariamente civile, che si è raccolta in questo stadio davvero rendendomi orgoglioso di essere presidente della Regione Puglia”, ha poi aggiunto il Presidente della Regione Puglia. “Lo hanno fatto con compostezza, senza ira e senza desiderio di vendetta. Però è chiaro che quello che è accaduto è inaccettabile. Come ho già detto, la Regione Puglia si costituirà parte civile nel processo alle persone che sono indiziate di avere commesso questo reato. Lo seguiremo con attenzione. E soprattutto cercheremo di rendere omaggio alla città dopo questi eventi sostenendo tutte le azioni di antimafia sociale e di lotta all'illegalità come ha chiesto padre Nunzio, il parroco che ha seguito la famiglia di Domenico sin da piccolo".

(gelormini@affaritaliani.it)

Potrebbe interessarti: http://www.baritoday.it/cronaca/attentato-sala-giochi-altamura-migliaia-funerali-domi-martimucci.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190

Tags:
martimucciregionealtamuraemilianofunerali
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Come organizzare un matrimonio civile: documenti, costi e scelta della locatio
di Anna Capuano
Bambini e sport, ecco come farli innamorare dell'"aria aperta"
di Brabara Cappelli
Bullismo, cyberbullismo e insidie della rete. Enzo De Feo ne parla all'ANCI
i più visti

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.