A- A+
PugliaItalia
Bari, il Prefetto Magno riceve il Corpo Consolare

Il Prefetto della Provincia di Bari, Marilisa Magno, ha ricevuto presso la Sala degli Specchi della Prefettura U.T.G. di Bari, i Consoli Adrian Haskaj dell'Albania, Felice Panaro del Belgio, Demetrio Zavojanni del Brasile, Patrizia Gadaleta della Bulgaria, Giuseppe Costantino della Costa Rica, Francesco Bello dell’Eritrea, Giuseppe Iazeolla dell’Estonia, Vittorio Dell’Atti della Finlandia, Stefano Romanazzi della Francia, Vincenzo Chionna della Germania, Stelio Campanale della Grecia a Bari, Antonella Mastropaolo della Grecia a Brindisi, Luigi De Santis di Israele, Canio Trione della Lettonia, Giuseppe Saracino della Lituania, Matteo Bonadies di Malta, Francesco Maldarizzi del Messico, Fabio Di Cagno del Principato di Monaco, Carlo Capone della Norvegia, Massimo Salomone dei Paesi Bassi, Pierluigi Rossi del Portogallo, Michele Bollettieri di San Marino, Antonio Morfini del Sud Africa, Ugo Patroni Griffi della Svizzera, tutti associati al Corpo Consolare di Puglia, Basilicata e Molise. 

Prefetto Magno Salomone
 

Confermare la stima reciproca ed i rapporti di collaborazione esistenti tra la Prefettura U.T.G. di Bari ed i Consoli riuniti nel Corpo Consolare di Puglia, Basilicata e Molise, era tra gli obiettivi principali dell'incontro, svoltosi in un clima di grande cordialità, trattando argomenti di reciproco interesse. A conclusione della visita, come da tradizione, lo scambio dei simbolici doni e la foto del Prefetto con i Consoli intervenuti.

“È stata un’occasione importante - ha detto Massimo Salomone, console dei Paesi Bassi e segretario generale del Corpo Consolare di Puglia, Basilicata e Molise - per fare il punto sulla collaborazione fra la Prefettura ed i Consoli del Corpo Consolare, peraltro c’è stato molto interesse da parte dei Consoli intervenuti"

 

"Dopo il saluto Istituzionale, sono state affrontate tematiche che riguardano la sicurezza e la tutela dei cittadini degli Stati d’invio - ha aggiunto Salomone - in una prospettiva di comune interesse e collaborazione. Il rapporto tra i Consolati e la Prefettura è ottimo e destinato a consolidarsi sempre di più. Prima del saluto di congedo ho omaggiato S.E. Magno del “crest” raffigurante lo stemma araldico del Corpo Consolare di Puglia, Basilicata e Molise”. 

 

Ugo Patroni Griffi, console di Svizzera e Decano del Corpo Consolare, ha apprezzato come la discussione: "Abbia riguardato tematiche di interesse generale del Corpo Consolare, rispetto alle quali si è registrata la disponibilità ad un confronto concreto e continuativo".
Tags:
bari prefettomarilisa magnomassimo salomoneugo patroni grifficorpo consoilare

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Gli abiti iconici che hanno fatto la storia della maison Versace
di Anna Capuano
Basta incendi: va ricostituito il Corpo forestale dello Stato
di Maurizio Tortorella
Dopo gli ANGELI di Victoria’s Secret, arrivano le DIVE di Twins.
di Paolo Brambilla - Trendiest
i più visti

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.