A- A+
PugliaItalia
Comunali Bari, il trionfo di Decaro sindaco terrone: 'Altro che miracolo!'

Non c’è stata partita. La vittoria si è rivelata ‘schiacciante’ sin dalle prime sezioni scrutinate: Antonio Decaro è di nuovo sindaco di Bari con oltre il 65% dei consensi, Pasquale Di Rella che non riuscirà a superare il 30%, sarà tra i primi a riconoscere la sconfitta e a congratularsi col primo cittadino riconfermato.

decaro comunali bari fotogramma

“Dopo gli spogli per le Europee, mi avevano detto ‘Sindaco, con l’aria che tira, ci vorrà un miracolo per vincere al primo turno!’ - ha detto Decaro ai numerosi sostenitori e cittadini accorsi al suo Comitato per la festa - abbiamo vinto. Abbiamo vinto bene, e questo non è certo un miracolo. Questo è il frutto di un vero lavoro di squadra”.

“Non è un miracolo amare una città”, ha continuato Decaro, “Non è un miracolo riuscire ad affrontare con coraggio la criminalità, imponendole di liberarne strade e incroci. Non è un miracolo lasciare gli slogan agli avversari e concentrarsi sulla risoluzione dei problemi, per quello che ci è consentito fare”.

Decaro large
 

Decaro3

“Non è un miracolo - ha poi aggiunto il sindaco ‘terrone’ con un pizzico di emozione - camminare per la città e sentirsi chiamare ‘Antonio’. Non è un miracolo sentire intimamente il rapporto con i propri cittadini. La vittoria, questa vittoria non è un miracolo, ma il riconoscimento del lavoro e dell’impegno di 5 anni portati avanti con i miei collaboratori e con tutti i protagonisti quotidiani della macchina amministrativa, che ringrazio dal profondo del mio cuore”.

Decaro Salvemini

E di 'non miracolo' parla anche Carlo Salvemini che a Lecce la spunta al primo turno (50,9%) su Erio Congedo, il candidato del centrodestra che resta al palo del 33,1%, anche per la candidatura coincidente della Adriana Poli Bortone (9,6%). "Questa vittoria non è un miracolo", ha ribadito a caldo Salvemini, "E' stata costruita con il lavoro e il coraggio. Questo risultato è l'attestazione di fiducia dei leccesi in una nuova classe dirigente".

Landella Cavaliere

Si andrà invece al ballottaggio, i prossimo 9 giugno, a Foggia dove Franco Landella chiude con 36400 voti, pari al 46,11%. Quasi 10mila voti in meno (26613) per Pippo Cavaliere, che si ferma al 33,71%. Terzo Giovanni Quarato del Movimento 5 Stelle con 11970 preferenze, il 15,16%. Sotto il 3% Giuseppe Mainiero, che non va oltre i 2326 voti (2,95%). Chiude il candidato sindaco ed ex consigliere comunale Giuseppe Pertosa con un 2,07%, pari a 1636 consensi“

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Commenti
    Tags:
    antonio decarosindaco bari trionfo elezioni comunalipasquale di rellamiracolo squadra lavoro
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Bellezza è Armonia. Il 22 ottobre, alla Pesa Pubblica di via Melzo 19 a Milano
    Mercoledì fritto da Tàscaro, il vero bàcaro veneto a Milano
    Milano. Eleganza e musica sono di casa al The Singer Music Restaurant
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.