A- A+
PugliaItalia
Decreto Salva Ilva, Gip Taranto solleva questione legittimità costituzionale

“L'immunità penale all'ILVA non è più un dogma. Si dovrà esprimere la Corte Costituzionale”, dichiarano in una nota Fulvia Gravame, responsabile del nodo PeaceLink di Taranto, e Alessandro Marescotti, presidente della stessa PeaceLink, “Finisce l'era della Ragion di Stato e si rimette in moto lo Stato di diritto, così come disegnato dalla nostra Costituzione. Finisce il patto con il diavolo fatto da governi diversi, tutti allineati nel disprezzo della vita e dei diritti umani”.

Peacelink2

“Hanno tentato di tenere aperta l'ILVA a tutti i costi – prosegue la nota - anche a costo di calpestare i principi della Costituzione. Adesso che la magistratura ha fatto ricorso alla Corte Costituzionale tutto ritorna nell'alveo di una corretta valutazione della legittimità delle leggi, che non possono dimenticare la vita e la salute dei cittadini”.

“PeaceLink aveva da tempo chiesto che venisse fatto questo passo - aggiungono Gravame e Marescotti - e il passo è stato fatto. E' un'immensa gioia sapere di aver operato per la difesa della Costituzione e di aver avuto ragione nel farlo. A rendere necessario un passo di questo tipo è stata anche la sentenza della CEDU di Strasburgo che ha censurato l'Italia sul caso ILVA, accertando una violazione dei diritti umani della popolazione residente”.

peacelink TA

“Adesso si vada avanti – concludono - perché non un'altra persona, non un altro lavoratore, non un altro bambino, possano essere sacrificati sull'altare della Ragion di Stato”.

Emiliano Ilva1

Sulla notizia del giorno interviene anche il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano: “La decisione del GIP di Taranto di sollevare la questione di legittimità costituzionale del decreto Salva Ilva del 2015, con riferimento all’immunità penale dei gestori dell’ex Ilva, ora ArcelorMittal Italia, è buona notizia”.

“Da tre anni - ricorda emiliano - la Regione Puglia chiede a tutti i governi che si sono succeduti di eliminare l’immunità penale e di abrogare tutti i decreti che consentono alla fabbrica di funzionare ancora oggi a carbone. Non esiste ancora nessuna norma che obblighi la riconversione della fabbrica utilizzando tecnologie non dannose per l’ambiente e la salute umana”.

Bruxelles Emiliano

“A questo aggiungiamo – prosegue Emiliano - che la Regione Puglia nel giudizio pendente, per l’impugnazione del vigente piano ambientale, ha eccepito l’incostituzionalità dell’ultimo decreto Salva Ilva, per aver dato prevalenza all’interesse della produzione a scapito della salute dei cittadini. Questo è per noi inaccettabile”.

collinette IlvaL

“Cosa farà il Governo? Chiederà all’Avvocatura di Stato di difendere questi provvedimenti? - si chiede il Governatore - Non può essere la magistratura a supplire ancora una volta al vuoto politico e legislativo. L’attuale maggioranza parlamentare, con un sussulto di dignità, intervenga per via legislativa e ponga fine a questa indecenza giuridica prima che si pronunci la Consulta”.

“Non smetteremo mai di far sentire la voce dei pugliesi e dei tarantini - conclude Emiliano - finché non saranno ripristinate quelle garanzie a tutela dell’ambiente e della salute che dovrebbero essere un diritto inalienabile”.

(gelormini@affaritaliani.it)

-------------------------- 

Pubblicato sul tema: Ex-Ilva, sequestro collinette a ridosso quartiere Tamburi

 

Commenti
    Tags:
    decreto salva ilva gip taranto legittimità costituzionalefulvia gravamealessandro marescottiarcelormittalpeacelinkmichele emilianopuglia regione
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Cordoglio per Borrelli. Ma Mani Pulite fu un colpo di stato giudiziario
    di Diego Fusaro
    Fabbrica del Vapore. Martedì 23 luglio dalle 19.30 “Una notte con Leonardo”
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Monti pontifica contro Italia-Russia? Una buona ragione per andare avanti...
    di Diego Fusaro
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.