A- A+
PugliaItalia
Emiliano: "Salvini non visiti la città alle spalle delle istituzioni”

“Vorrei rendere al ministro Salvini un mio pensiero: visitare il quartiere Libertà - anziché concordando la visita col Sindaco, con i parroci, con le associazioni del quartiere - e farlo con l' ex consigliere comunale che ha raccolto firme tra gli abitanti per cacciare via dal quartiere i migranti che sono legalmente presenti con permesso di soggiorno, a me pare una una scelta imprudente", ha dichiarato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, alla Casa della Partecipazione in Fiera del Levante a margine del convegno “Puglia, terra di accoglienza, motore di sviluppo e di aiuto internazionale”.

salvini emiliano 675

Così facendo, prosegue Emiliano: "Si rischia di dare l'impressione che il ministro dell'Interno – e non è certamente così - sia dell'opinione che si possano raccogliere le firme in un quartiere qualunque d'Italia per cacciare via la gente che legittimamente vive lì da anni solo perché la sua origine non è italiana. E questo evidentemente è inaccettabile".

Decaro Fiera

"Se il ministro ritiene che questo mio consiglio sia utile - precisa Emiliano - noi potremmo riceverlo qui in Fiera, come si confà ad un Ministro che viene in visita ufficiale alla Fiera del Levante, facendo di questa visita il principale oggetto della sua presenza a Bari, e potremmo avviare con lui, con il Sindaco con i consiglieri municipali, un lavoro nel quale prendere atto delle difficoltà obiettive del quartiere Libertà".

"Sappiamo che i cittadini del quartiere Libertà hanno tante difficoltà, il Sindaco di Bari non ne le ha mai nascoste e vorremmo collaborare col Ministero degli Interni per risolverle. Ma accendere una polveriera - avverte Emiliano - con una visita che peraltro già viene preceduta da messaggi che vengono diffusi da questi agitatori di professione, evidentemente è un errore che io mi auguro il Ministro non faccia. Anche perché abbiamo stabilito con lui in occasione della tragedia che è accaduta a Foggia con i 16 nostri ragazzi che sono morti in due diversi incidenti stradali, un rapporto di corretta collaborazione. Non vorrei che questo rapporto potesse essere turbato da errori di questo genere”.

(gelormini@affaritaliani.it)

------------------------- 

Pubblicato sul tema: Salvini a Bari, Caroppo: "Emiliano mandante morale di eventuali disordini"

Commenti
    Tags:
    michele emilianomatteo salvinibari città visita spalle istituzioni quartiere libertà puglia lega

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Pace fiscale, un atto civile e di welfare nazionale. Ecco perché
    di Alberto De Franceschi
    Migranti assunti per combattere il caporalato. E i giovani italiani?
    di Diego Fusaro
    Intervista sulla Cina. Come convivere con la nuova superpotenza globale.
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    i più visti

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.