A- A+
PugliaItalia
FdL. Ciclo e riciclo dei rifiuti La gestione utile dell'amianto

"Riciclo dell’amianto e gestione utile e intelligente dell’amianto" è il titolo del focus tematico organizzato dall’assessorato alla Qualità dell’Ambiente. Il tema unico sarà la questione amianto in Puglia, la sua gestione e smaltimento con tecniche e interventi innovativi che prevedono anche l’utilizzo del siero da latte per un progetto pilota.

La Regione ha già predisposto un piano di bonifica del territorio e l’assessorato alla Qualità dell’Ambiente lo ha già licenziato. Si farà il punto anche delle tecniche di adeguamento in discarica con la risoluzione delle criticità in alcuni dei poli industriali della Puglia.

Introdurrà i lavori il dirigente del Servizio Ciclo dei Rifiuti e Bonifica Giovanni Campobasso, modererà Giuseppe Armenise, giornalista e autore del libro “Pane e Amianto”. Interverranno l’associazione “Esposti Amianto”, Vito Felice Uricchio del CNR-IRSA sul tema “Piano Amianto, innovazioni tecnologiche sulle attività di riciclo e recupero dell’amianto”; il consigliere barese Maria Maugeri con delega a Lama Balice, Fibronit e grandi bonifiche cittadine su ‘Interventi eseguiti sulla Fibronit’, il sindaco di Melpignano Ivan Stomeo con l’ingegner Calò su “Progetto Pilota -Siero da latte esausto”; Norberto Roveri, dell’Università  di Bologna su “Progetti di riciclo dell’amianto”, il vice presidente ANCI del Comune di Corato Ignazio Salerno su “Esperienze di amministrazioni attive sullo smaltimento utile e intelligente” e Mino Buccolieri del Comune di San Pancrazio Salentino su “Esperienze di amministrazioni  attive sullo smaltimento utile e intelligente”.

FdL rifiuti 2
 

Riferimenti più specifici di sostenibilità nell'altro focus tematico: ‘La sostenibilità degli interventi di bonifica’.

A questo incontro gli interventi di: Fabrizio Nardoni, assessore regionale alle Risorse Agroalimentari  sul tema ‘Le potenzialità della canapa, strumento di phitoremediation’; Giovanni Campobasso, dirigente del Servizio Ciclo dei Rifiuti e Bonifica dell’assessorato alla Qualità dell’Ambiente; Giovanni Scannicchio, dirigente dell’Ufficio Bonifica della Regione Puglia; Cosimo Consales sindaco di Brindisi sul tema ‘L’impatto sociale determinato dall’applicazione delle tecniche di bonifica sostenibile’; Bruno Notarnicola del Politecnico di Bari su ‘L’inertizzazione del rifiuto attraverso processi chimico-fisici’; Vito Felice Uricchio del CNR-IRSA su ‘Strategie di bonifica in situ: esperienza in un’area contaminata del tarantino’; Luciano Zaninetta, responsabile ricerca e sviluppo di Syndial S.p.A. su “Approccio sostenibile alle bonifiche. Strumenti di valutazione e alcuni esempi”.

Consales
 

E' di questi giorni la reazione piccata del sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, all’ordinanza firmata dal presidente della Regione, Nichi Vendola, per delocalizzare presso la discarica ‘Formica Ambiente’ le attività di smaltimento dei rifiuti solidi urbani prodotti nei comuni delle province di Bari e della Bat, per ovviare all’emergenza provocata dalla temporanea chiusura dell’impianto di Trani.

Il tema ‘rifiuti in Puglia’ riveste un’importanza centrale nell’agenda dell’assessorato alla Qualità dell’Ambiente, tanto da dedicare l’intera settimana della 78^ Fiera del Levante a focus tematici con i più stretti interlocutori con cui si condividono programmi di gestione e soluzioni per lo smaltimento.

Corrono su questa linea i focus tematici organizzati, a partire da ‘L’approvazione del Piano Economico Finanziario del Ciclo dei rifiuti’. Con attenzione alle analisi delle esperienze dei Servizi Pubblici Locali: dalla Regione Puglia nel percorso attuativo della normativa regionale, alle proposte risolutive per una corretta gestione del ciclo dei rifiuti.

FdL rifiuti pad
 

Tra i punti salienti dei focus quello di definire le competenze per l’approvazione del Pef e della tariffa anche in considerazione della costituzione di ARO (ambiti di raccolta ottimale) e OGA (organi di governo dell’Ato) e dell’avvio dei servizi di raccolta, spazzamento e trasporto dei rifiuti solidi urbani a livello di ARO.

"I dati nazionali rilevati nell’arco di due anni dal presidente Conai (Consorzio nazionale imballaggi) Roberto De Santis dimostrano che la velocità di incremento degli indici della differenziata in Puglia è tale da renderla la prima regione in Italia in questa attività", afferma .Giovanni Campobasso - dirigente del Servizio Ciclo dei Rifiuti e Bonifica dell’assessorato alla Qualità dell’Ambiente Regione Puglia.

"Ciò vuol dire che stiamo creando un circolo virtuoso - aggiunge Campobasso - nel quale i ruoli dei Comuni avranno assoluta importanza. Infatti l’approfondimento del tema sul Piano Economico Finanziario del Ciclo dei rifiuti impegnerà nei tutti gli Ambiti di raccolta Ottimale (ARO) e anche la Regione Puglia nei tempi di gestione del Piano stesso e di verifica nei prossimi mesi, visto che nei prossimi giorni il Piano sarà approvato dai Comuni come atto di chiarezza verso l’effettiva amministrazione delle necessità dei soggetti competenti"

Mentre per Giovanni Portaluri, responsabile territorio INVITALIA: "Le funzioni di governo e di organizzazione esercitate in sede di ATO (Ambito territoriale ottimale) comprendono le attività pianificatorie, da svolgere in coerenza e in coordinamento con la programmazione regionale, che si concretizzano nella redazione e nell’approvazione dei Piani d’Ambito. Un altro compito di notevole importanza assegnato agli enti di governo degli ATO riguarda, quindi,  anche la determinazione delle tariffe: non resta dunque che prevedere tariffe, determinate dal soggetto di governo dell’ATO sulla base dei costi di gestione e riscosse dai Comuni sotto forma di tributo".

FdL rifiuti Foggia
 

Ne consegue - sottolinea poi Portaluri - l'evidente ruolo strategico dell’ente di governo e della pianificazione d’ambito quale strumento di governance, per stimolare l’aggregazione e minimizzare le inefficienze gestionali. Uno degli elementi di maggiore debolezza all’origine della persistente arretratezza della situazione dei rifiuti nel nostro Paese e degli squilibri a danno delle Regioni meridionali è costituito dal diffuso fenomeno della frammentazione organizzativa e gestionale con la presenza di numerose unità produttive di piccole dimensioni non di rado gestite direttamente in economia dai Comuni soprattutto al Sud".

A suo parere: "La necessità di superare la frammentazione riguarda dunque l’intero ciclo dei rifiuti sia sul piano organizzativo che gestionale. INVITALIA, in qualità di soggetto attuatore del Programma di supporto agli Enti Locali dell’Obiettivo Convergenza per l’attuazione della riforma del mercato dei servizi pubblici locali, promosso dal Dipartimento per gli Affari Regionali, Autonomie e Sport nell’ambito del PON GAS FSE, è dal 2011 impegnata nel supporto alle Regioni, agli Enti di governo d’Ambito e agli Enti locali collaborando ed affiancando gli uffici preposti alla realizzazione degli adempimenti previsti in seno alla regolazione, alla programmazione e pianificazione, organizzazione e gestione dei servizi pubblici locali".

Tocca, nvece, il nervo sensibile delle risorse Riccardo Viselli, rappresentante del Servizio Tecnico Federambiente: "Credo ci sia una incoerenza di fondo del Sistema di finanziamento del settore rifiuti: abbiamo assistito ad un progressivo ritorno al passato rispetto alle innovazioni del D.Lgs.22/97 che presupponeva il progressivo passaggio ad una tariffa gestita dalle imprese, volta ad applicare il principio comunitario del ‘chi inquina paga’ e a facilitare l’industrializzazione del settore".

"Sulla tariffa - continua Viselli - posso dire che solo 200 comuni in Italia ne applicano una corrispettiva alla misurazione dei rifiuti e questo deve far riflettere sulle difficoltà del sistema in un territorio così disomogeneo come il nostro. Bisogna pensare ad un sistema applicabile nella realtà metropolitane. E quindi, in questa non chiarezza della normativa, le tariffe debbano essere determinate dai Comuni o dalle autorità ATO?"

---------------------------------

ATTIVITA' COLLATERALI - I LABORATORI

Ogni giorno, fino a domenica 21, saranno attivi i laboratori con incontri e iniziative ludico-didattiche per tutti: dalla ‘Doppia vita delle cose’ al laboratorio di eco design, dalla realizzazione di elementi da arredo al giardinaggio low cost, fino agli antichi consigli della nonna fino con relative letture di libri.

I più piccoli potranno divertirsi con il teatro dei burattini eco-logici (mettere insieme ecologia e giochi di logica), i libri da leggere, la realizzazione di elementi decorativi, il riuso di imballaggi per la costruzione di strumenti musicali e poi un po’ di sana informazione su come riciclare tutto ciò che va buttato per imparare ad essere i bravi cittadini domani.

L’ANIMAZIONE ESTERNA -  Isole ecologiche, compostiere e ‘tri’ciclo dei rifiuti: queste sono le attività proposte dai ragazzi di ‘Ecofesta Puglia”, che daranno verve all’esterno del modulo n.1 durante tutta la Campionaria. Gli animatori trasformeranno ogni appuntamento in una festa attenta alla promozione di azioni per la riduzione dei rifiuti e quindi disciplinare una gestione corretta e sostenibile degli stessi, considerati delle risorse. Grande spazio sarà dedicato, inoltre, alla produzione di energia rinnovabile con formule nuove e originali.

LA SOPRESA DEL MATTINO – Da mercoledì a venerdì il notissimo attore e presentatore barese Antonio Stornaiolo animerà a sorpresa gli spazi dedicati alle scolaresche che si alterneranno fino alla fine della Fiera con tante attività didattiche legate al mondo dell’ambiente, alle regole per essere ottimi guardiani del verde e giochi interattivi per divertirsi insieme e imparare ad amare la natura. Per partecipare basta trovarsi al posto giusto nel momento giusto.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
pugliafdlamiantorifiutoricicloambiente e turismo
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
L'Istituto Tethys continua gli avvistamenti di cetacei nel Mar Mediterraneo
di Paolo Brambilla - Trendiest
Littizzetto e Fazio dai loro panfili si fanno paladini dei "porti aperti"
di Diego Fusaro
Open Arms, Fusaro contro Littizzetto: "Fate una colletta con gli stipendi tv"
di Diego Fusaro
i più visti

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.