A- A+
PugliaItalia
FdL, Pasquale Casillo: "Competitività mirata e benessere diffuso"

Intervento del dott. Pasquale Casillo Presidente dell’Ente Autonomo Fiera del Levante alla cerimonia di inaugurazione della 82a edizione della Fiera del Levante  

FdL ing1j

Innanzitutto rivolgo il mio saluto

al Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte,

al presidente della Regione Puglia Michele Emiliano,

al sindaco di Bari e Sindaco Metropolitano Antonio Decaro,

al presidente della Camera di Commercio di Bari, nonché presidente della società concessionaria, organizzatrice degli eventi fieristici, Alessandro Ambrosi,

a tutte le autorità presenti,

ed a tutti voi Signore e Signori.

Come sarà noto ad alcuni di voi, la mia nomina alla presidenza delle Ente Autonomo Fiera del Levante è recentissima. È un grande privilegio per me poter restituire al mio territorio, col mio impegno, una piccola parte di quanto - sempre - un territorio offre ad un’impresa che si afferma. La nomina giunge al termine di una gestione commissariale, che si è occupata prevalentemente del risanamento finanziario dell’Ente.

Pasquale Casillo2

Il sostanziale conseguimento dell’obiettivo di risanamento, consente oggi all’Ente di riprendere il proprio cammino ordinario, ripristinando - a partire dalla presidenza - tutti gli organi statutari, in conformità ad uno statuto che pure è stato rivisitato, anche in virtù del fatto che l’ente autonomo, in forza della legge regionale n.2 del 2009, non possa svolgere attività commerciali quali, l’organizzazione di manifestazioni fieristiche. Si è pertanto proceduto ad affidare tale attività ad una società concessionaria, la Nuova Fiera del Levante Srl, la cui compagine sociale è composta dalla Camera di Commercio di Bari che ha una quota dell’85% del capitale e dalla Bologna Fiere Spa, che ha una quota del 15%. Quella che – Presidente Conte – inaugurerà fra qualche minuto sarà la prima Edizione della Fiera del Levante organizzata dalla menzionata società concessionaria.

Potrebbero sembrare dettagli, ma a mio parere sono elementi di contesto, indicativi del percorso articolato che è stato seguito in questi anni.

All’Ente statutariamente competono obiettivi molto rilevanti che, a partire dalla valorizzazione del quartiere fieristico, favoriscano 

Casillo Prime Terre

-          la promozione commerciale delle nostre imprese,

-          la loro internazionalizzazione,

-          la circolazione di idee, informazioni, innovazioni e persone,

-          i processi di innovazione in campo commerciale, gestionale, organizzativo e tecnologico

-          la nascita e lo sviluppo di imprese e di iniziative basate sull’economia della conoscenza e della creatività;

-          la promozione dell’arte e della cultura.

Se posso provare a sintetizzare, stiamo parlando di competitività e di benessere. E se posso aggiungere un ulteriore commento, esimio presidente Conte, se parliamo di competitività vuol dire che abbiamo accettato la competizione. Non è così banale in certi contesti territoriali. Lei lo sa, essendo come noi un uomo del sud.

FdL group Casillo

Ovviamente, ma questa è anche l’aspettativa di coloro che mi hanno affidato il mandato, metterò a disposizione la mia esperienza, le mie conoscenze, ma anche il mio approccio ai problemi frutto della mia professione di imprenditore. E vi posso assicurare che dopo quelle di primo ministro, di presidente della regione e di sindaco metropolitano, la professione di imprenditore è sicuramente tra le più difficili.

Rispetto ai citati obiettivi, che sono talmente importanti ed ampi da apparire quasi irraggiungibili, ho riflettuto profondamente, giungendo ad individuare dei concetti e delle parole chiave. Si tratta di una metodologia espositiva ormai consolidata, quella delle parole chiave, ma che pur non originale mi sento di adottare, in quanto molto efficace.

Dicevamo parole chiave. Le parole chiave che ho individuato sono: CONCRETEZZA, COERENZA, SISTEMA e RESPONSABILITÀ.

Partiamo dalla concretezza: è ovvio che l’analisi del contesto e l’elaborazione strategica siano fondamentali. Tali attività le condurremo (e non sto usando il nos maestatis) con grande impegno e grande rigore, perseguendo il miglior risultato possibile in termini di partecipazione e di condivisione. Però l’ambito nel quale ancor di più dovremo dimostrare la nostra adeguatezza al compito sarà quello di una efficace realizzazione delle azioni strategiche. Si tratta di riuscire a tradurre in atti concreti e risultati tangibili un disegno strategico. È questa la principale sfida che raccolgo e che raccoglieranno con me tutti i componenti della squadra in via di costituzione. È questo il focus principale che non dovrà mai essere perso di vista.

FdL 2018
 

Passiamo alla coerenza, da me intesa in questo ambito non in senso morale, ma in senso tecnico, quale sinonimo di sintonia e di sincronizzazione. Il mondo è cambiato profondamente. La trasformazione digitale ha già trasformato le nostre vite, a partite dai valori di ciascuno di noi, ma posso assicurarvi da appassionato delle nuove tecnologie, che stiamo vedendo solo la punta dell’iceberg, in quanto sarà ancora enorme l’impatto dell’innovazione tecnologica sugli stili di vita, sui modelli di consumo e conseguentemente sui modelli produttivi e distributivi di beni e servizi. La comprensione quanto più profonda e tempestiva delle evoluzioni in corso, ma soprattutto la rapida e continua riconfigurazione delle proprie azioni per restare coerenti al contesto, sono una chiave fondamentale nella competizione odierna. Quindi la coerenza è l’obiettivo, la capacità e volontà di riconfigurarsi continuamente, lo strumento. Peraltro, e questo è un aspetto particolarmente interessante e gratificante, la diffusione ed il consolidamento di simili consapevolezze nel tessuto delle imprese, è uno degli obiettivi dell’ente che presiedo.

Nuova FdL panoramica

Sicuramente essere coerenti ci porta alla successiva parola chiave: sistema. Innanzitutto una riflessione di carattere generale: nel mondo continuamente connesso, sono state abbattute o ridotte gran parte delle barriere spazio-temporali. Ciò ha determinato che in ogni ambito di interazione umana, siano aumentate a dismisura le variabili in gioco ed il numero di possibili interazioni tra variabili. In teoria dei sistemi, parleremmo di sistemi ultra-complessi, che sono quelli che evolvono in condizione di massima incertezza ed imprevedibilità. Tutto oggi è sistemico. In cosa può esserci utile un’analisi del genere, a prima vista addirittura banale? Serve a comprendere un concetto fondamentale, non altrettanto banale: le problematiche sistemiche esigono soluzioni sistemiche. Nei contesti sistemici, le soluzioni parziali e localizzate non funzionano e ciò non fa altro che aumentare la complessità delle soluzioni. Passando al nostro ambito di analisi, la nostra competitività nella competizione globale, non dobbiamo commettere l’errore di ritenere che la competizione avvenga tra singole imprese. Oggi dobbiamo affrontare – scuserete il gioco di parole – una competizione sistemica, fra sistemi produttivi, di cui l’impresa è una componente, ovviamente essenziale, ma pur sempre una componente. Quali sono le altre componenti che contribuiscono alla competitività? 

FdL Conte4

Anche qui non bisogna commettere l’errore di considerare l’economia digitale sostitutiva della economia fisica: le infrastrutture contano, le merci devono efficientemente raggiungere i mercati. Conta la sicurezza e la possibilità di svolgere senza condizionamenti l’attività d’impresa. Conta il sapere, inteso sia in termini di formazione che di ricerca. Conta un apparato burocratico moderno ed efficiente. Conta la qualità delle relazioni fra tutte le parti sociali. Bene Presidente Conte, siamo ad uno snodo fondamentale che non può non essere affrontato con grande enfasi con Lei che - come noi - è un uomo del Sud. Nel nostro Paese abbiamo deciso ad un certo punto di risolvere con un tratto di penna, cancellandolo, il tema del Meridionalismo. Noi dobbiamo ridare dignità a questo tema fondamentale per il nostro paese, su basi nuove, propositive, coerenti con il contesto, eliminando ogni forma di pignisteo. Proposte serie ed adeguate, nelle quali ognuno deve fare la sua parte, per la soluzione di un problema che è però dell’intero paese. In una logica sistemica la profonda collaborazione tra imprese, istituzioni, governi è vitale. Dobbiamo trovare soluzioni semplici, che non significa facili, laddove la semplicità sia una complessità risolta.

fiera del levante inaugurazione 2018 2.jpe
 

Parlare di sistemi e di approcci sistemici, apre la strada all’ultima parola chiave: responsabilità. Il tema della responsabilità va innanzitutto declinato rispetto al mio campo di appartenenza: le imprese. Se, come dicevamo, le imprese devono essere una componente essenziale di sistemi che competono, esse devono essere un interlocutore serio, affidabile, credibile di istituzioni e governi. Pertanto devono sposare la responsabilità sociale, che significa prima di tutto ed essenzialmente competere lealmente e trasparentemente, nel rispetto delle regole. Responsabilità è richiesta però a tutte le componenti del sistema, in un contesto nel quale sempre più il buon senso si faccia senso comune. Dobbiamo pervenire ad una condizione al tempo stesso matura ed intelligente, nella quale comprendiamo che il conflitto è distruzione, il confronto è costruzione, ma l’inerzia è comunque esiziale. Alimentare artificiosamente il conflitto è irresponsabile ed irrazionale, in quanto la competizione – perché ci piaccia o no di questo si tratta – la si vince o la si perde insieme.  In definitiva, la responsabilità è il collante, il tessuto connettivo che tiene insieme in maniera virtuosa tutte le componenti del sistema.

Casillo Asp7
 

Saranno questi i concetti chiave ai quali ispireremo l’azione di questo ente, cercando di recuperare e rinsaldare il valore che simbolico che esso ha assunto in più di ottant’anni di storia in materia di sviluppo economico, culturale e sociale del nostro meridione d’Italia.

Grazie per l’attenzione Presidente, le auguro un proficuo lavoro per il Paese e per il Meridione d’Italia. Grazie a tutti voi per l’attenzione.

(gelorminiòaffaritaliani.it)

Commenti
    Tags:
    pasquale casillofiera levante competitività mirata benessere diffuso discorso bari puggliagiuseppe contealessandro ambrosicciaa grano

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    AVIS. “Buon sangue non mente”: parte da Milano un originale contest
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Toninelli, pugno alzato in Aula? L'educazione è data anche dalla laurea
    di Ernesto Vergani
    Tim, Altavilla vince ma non convince.Spiraglio per il ripensamento di Gubitosi
    di Angelo Maria Perrino
    i più visti

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.