A- A+
PugliaItalia
Giorgia Soriano muore dopo essere stata travolta in bicicletta a S. Spirito-Ba

“Ma qual è la vera vittoria, quella che fa battere le mani o quella che fa battere i cuori?”, l’interrogativo - niente affatto banale - è ancora riportato sul profilo social di Giorgia Soriano, 18 anni, compagna di classe di mia figlia al Liceo Artistico “Pino Pascali” di Bari, il cui cuore ha tragicamente e improvvisamente sussultato, in una sera d’agosto, sulla strada maledetta di Santo Spirito. Nemmeno il tempo di guardare le stelle cadenti! Chissà quanti desideri sono rimasti schiacciati dal colpo inatteso, fatalmente arrivato alle sue spalle.

Giorgia2

Una vita spenta troppo presto, insieme al fanalino della sua bicicletta, che giace riversa sulla strada dopo l’impatto sciagurato (tamponata e 'disarcionata' da un'auto e non vista dalla conducente, che si è fermata per i primi soccorsi);  testimonianza di un sorriso svanito, di un futuro spezzato prima ancora di svelarsi, di un affetto stroncato nella fioritura della sua maturità.

“Una ragazza è morta andando in bicicletta”, ha scritto il sindaco di Bari, Antonio Decaro, “Aveva la stessa età e lo stesso nome di mia figlia. Una giovane vita spezzata sulla strada, un altro incidente mortale nella nostra città. E ho perso il conto dei morti per incidenti dell'ultimo anno. Come se ci fosse una guerra civile. La distrazione, l'uso del cellulare, l'alta velocità, sempre più spesso sono queste le cause, gli assassini”.

Soriano 300x425

“Quanti di noi - continua Decaro - rispondono ai messaggi sul cellulare mentre guidano, pensando ‘cosa potrà mai succedere?’ Quanti di noi schiacciano il piede sul pedale dell'acceleratore per arrivare prima a destinazione, pensando ‘cosa potrà mai succedere?’ Ecco, questo è quello che succede, le persone muoiono”.

“Possiamo continuare a rendere le strade più sicure, con le rotatorie, le piste ciclabili, allargando marciapiedi o montando i segnali luminosi di rallentamento come sulla strada dove è morta Giorgia”, sottolinea il sindaco metropolitano, “Possiamo continuare a punire chi non rispetta le regole del codice della strada, come fa ogni giorno la polizia locale con il tele-laser, per rilevare la velocità o l'utilizzo improprio del cellulare. Ma ognuno di noi può scegliere che tipo di autista vuole essere, se usare l'auto per spostarsi o per rischiare di ammazzare qualcuno”.

Soriano Pascali

“Da oggi - ribadisce Decaro - tutte le auto della polizia locale avranno i lampeggianti accesi per aumentare il presidio di sicurezza. Quando vediamo quei lampeggianti o ci lamentiamo di una sanzione, ricordiamoci di Giorgia, una ragazza che non c'è più e ricordiamoci che la nostra vita e quella degli altri può dipendere dalle nostre scelte. Scegliamo di essere sempre autisti attenti”.

Soriano3

Giorgia Soriano ha preso a volare, mentre librava le sue pedalate. Il dolore diffuso è incontenibile: lo si legge negli occhi gonfi delle amiche di scuola, lo si prova inesorabile nello strazio dei suoi genitori e del resto della famiglia, lo si condivide per provare ad essere - in qualche modo - ancora vicini ad una presenza travolgente e ad una voce amica, che non ne vuol sapere di farsi silenzio!

Mille luci, come stelle sospese nel buio, si accenderanno in via Speranza a Santo Spirito, per una partecipata fiaccolata - lunedì 12 agosto alle ore 20,00  - per prolungare all’infinito l’affetto per Giorgia e per stringersi ai suoi genitori, che hanno voluto donare gli organi, nella speranza ‘certa’ di tenere in vita lo spirito e i battiti di quel cuore così amato e così vivace.

(gelormini@affaritaliani.it)

Commenti
    Tags:
    giorgia sorianomuore tamponamento incidente santo spirito biciclettaantonio decarosindaco bari
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Il Tribunale annulla il pignoramento ma la banca non sblocca il conto.
    di sotto: Avv. M. Sances e Avv. H. Pisanello
    Intervista a Maria Grazia Calandrone. “Siamo un impasto di bene e di male”
    di Ernesto Vergani
    Ricatti online a sfondo sessuale, gli hacker guadagnano 15mila euro al mese
    di Nicola Bernardi
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.