A- A+
PugliaItalia
Il vuoto dentro caleidoscopico di Giacomo Balzano

di Roberto Rossetti

Ci sono molte cose nel romanzo "Il vuoto dentro"  di Giacomo Balzano, psicoanalista adleriano a Bari, apparso di recente per le edizioni Besa. Un vuoto, quindi, piuttosto plurale e "caleidoscopico".

Balzano cop
 

C’è un’analista, Gianni Bardi, già protagonista di "Alessia e le sue tenebre" alle prese con i suoi problemi familiari, e incamminato sulla via di una passione amorosa, che andrà a turbare il suo tran tran domestico, mentre la moglie è, o gli appare, distratta e lontana,  alle prese con problemi professionali.

C’è un ragazzino su cui incombe il destino, una di quelle figure che il mondo si concede senza potersele davvero permettere: per Gianni Bardi è una sfida professionale e umana, in fondo vinta, ma forse anche persa, perché le cose hanno sempre il loro rovescio.

Marco parla con gli angeli e si muove con agilità fra i classici della nostra letteratura, come il "Paradiso" di Dante Alighieri, ma col mondo e gli altri ha un rapporto difficile, forse persino inesistente. È lì che Gianni dovrà lavorare, con tenacia e con i dubbi del mestiere.

Balzano libro
 

E c’è Bari con il suo mare: il mare è per i baresi una presenza costante, magari non vanno a prendere il sole né si bagnano, ma sanno che c’è. Per Gianni è qualcosa di più, un compagno di viaggio e quasi un muto consigliere quando va a sedersi su una panchina e si ferma  a guardarlo.

Balzano1
 

C’è la boxe della quale Bardi (ma qui parla più Giacomo Balzano che, oltre che psicoterapeuta, è stato  in passato anche campione italiano di karate) conosce il valore educativo, insito in certi sport che comportano la violenza contro l’avversario, ma  sono al tempo stesso formativi nel senso più alto del termine, se presi e insegnati con il giusto spirito.

C’è persino la passatella, ovvero padrone e sott’, un passatempo molto maschile, non so quanto più in voga, causa di consumi industriali di birra, soprattutto di una nota birra, quella che a Bari va per la maggiore.

E c’è, infine, la consapevolezza del destino, della sua "forza" inarrestabile, sebbene noi, uomini secolarizzati, pensiamo ormai di poter controllare ed eludere. Invece, lui, il destino, refrattario a ogni controllo, fa capolino in ogni momento a sparigliare progetti e desideri.

Insomma, un libro con molte cose, che tocca le nostre corde più profonde

Tags:
vuoto dentro giacomo balzanovuoto dentro besa giacomo balzanogiacomo balzano antonio decaro
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
La musica può aiutare e far bene al nostro sistema "corpo-mente-cervello"?
Minibot – La questione dell’ammissibilità giuridica
di Daniele Bracchi
Giorgetti, il garbo al potere. Leghista anomalo, ma omogeneo
di Maurizio de Caro
i più visti

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.