A- A+
PugliaItalia
La ASL di Brindisi è la prima Azienda Sanitaria a dire #Noallaplastica

La Asl di Brindisi è la prima azienda sanitaria della Puglia a dire #NOALLAPLASTICA, aderendo alla campagna di sensibilizzazione promossa dall’Associazione culturale “L’Isola che non c’è” di Latiano.

IMG 20190510 WA0036

L’ annuncio nel corso di una conferenza stampa nella quale il direttore generale Giuseppe Pasqualone ha spiegato che “con l’imminente affidamento della nuova gara per il servizio di ristorazione, sarà bandito l’uso della plastica monouso”. 

"Vuol dire che i 2.550 pasti al giorno (colazione, pranzo e cena) serviti agli 850 pazienti ricoverati nei tre ospedali (600 del Perrino; 150 di Francavilla; 100 di Ostuni) - ribadisce Pasqualone - non verranno serviti in contenitori di plastica e dunque una importante ricaduta in termini ambientali e dunque per la salute (il 20% del benessere dell’individuo è riconducibile all’impatto dell’ambiente ndr). Il divieto della plastica monouso riguarderà anche i bar all’interno delle strutture sanitarie. Nel giro di qualche settimana dunque i pazienti ricoverati vedranno servirsi i pasti in contenitori non più di plastica monouso". 

IMG 20190510 WA0035

“La battaglia contro la plastica - ha puntualizzato il direttore generale della Asl - rientra in un progetto più generale che riguarda sia il rispetto dell’ambiente, sia il miglioramento delle strutture sanitarie anche attraverso il ricorso ad iniziative per migliorare la vivibilità nei luoghi di cura”. 

A questo proposito Pasqualone ha ricordato l’intervento strutturale dell’intero immobile del Perrino che grazie all’isolamento delle facciate con il cosiddetto “cappotto termico” consentirà un risparmio non solo finanziario ma anche ambientale.

Il direttore generale ha poi fatto cenno ad altre iniziative che riguarderanno i servizi e le prestazione in ambito sanitario, rimandando ad un nuovo appuntamento “non appena avremo definito le procedure previste”. 

IMG 2442

Come in questo caso della plastica, ha fatto intendere, il criterio è quello di annunciare le iniziative quando esse sono attuabili. “Il marchio #NOALLAPLASTICA - è stato poi detto - verrà affisso sulle facciate di tutte le strutture dell’Azenda sanitaria e applicato anche sulle auto dell’intero parco in dotazione della Asl. In questo modo la campagna di sensibilizzazione coinvolgerà in maniera diretta i fruitori dei servizi sanitari del territorio, i 4 mila dipendenti Asl e i cittadini della intera provincia”. 

Un altro passo in avanti che si aggiunge a quelli annunciati dal direttore generale del Policlinico, Giovanni Migliore, e presto (la settimana prossima nel corso di un’altra conferenza stampa prevista per martedì) anche all'Università degli Studi di Bari "Aldo Moro".

(gelormini@affaritaliani.it)

Commenti
    Tags:
    asl brindisi #noallaplastica plastica azienda sanitaria puglia
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Fico a Palazzo Chigi con le sue foglie
    di Angelo Maria Perrino
    Governo Pd e 5s, i mercati hanno deciso: esecutivo filobancario ed euroinomane
    Grazie presidente Conte per appello a responsabilità, competenza e serietà
    di Ernesto Vergani
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.