A- A+
PugliaItalia
LegaCoop, Leonardo Palmisano vicepresidente vicario di CulturMedia

Concluso all’Auditorium dell’Acquario di Genova il primo Congresso Nazionale di CulTurMedia Legacoop Cultura, il settore delle cooperative della cultura, del turismo e della comunicazione di Legacoop Nazionale. I 132 delegati hanno eletto Giovanna Barni come nuovo presidente dell’associazione. Barni, presidente di CoopCulture, riceve il testimone da Roberto Calari, sotto la cui guida è stata costituita l’associazione a gennaio 2017. Come presidente vicario è stato eletto Leonardo Palmisano, della cooperativa Radici Future.

CulturMedia

“Il lavoro fatto in questi due anni ha confermato l’importanza di riunire in un’unica associazione le cooperative delle Industrie Culturali e Creative e del turismo, settore multidisciplinare per eccellenza - ha affermato Calari nella sua relazione introduttiva - la nostra scommessa è di far crescere la produzione e la fruizione culturale nel Paese, creando lavoro e opportunità di sviluppo per una crescita sostenibile e inclusiva dei territori”.

Sono oltre 800 le cooperative aderenti al settore, di ogni dimensione e provenienza e attive i tutti i comparti: dalla gestione del patrimonio culturale all’editoria, dal teatro all’industria musicale, dal cinema alla comunicazione, fino al turismo.

CukturMedia2

Nel primo panel, sui partenariati innovativi e le filiere cooperative, Giovanna Barni ha annunciato che “la cooperazione si candida come via sostenibile per la messa a valore del patrimonio culturale, la rigenerazione urbana e lo sviluppo dei territori. È fondamentale lavorare in partenariati speciali pubblico-privato su interventi con prospettive a lungo termine, necessari per l’efficacia e sostenibilità dei progetti, contro la logica degli appalti al massimo ribasso”.

Il secondo panel, relativo alla risposta cooperativa come via per la tutela dell’autonomia e del pluralismo, ha messo a confronto esperienze di consorzi, network e piattaforme nate per aggregare i bisogni delle piccole realtà e fornire risposte condivise. Come sottolineato dal presidente di Legacoop Nazionale Mauro Lusetti, “il mercato spesso ci obbliga a raggiungere grandi dimensioni per poter competere, ma non è necessario diventare grandi. Ci sono altri strumenti, come le reti e i consorzi; la collaborazione tra cooperative fa parte del nostro dna cooperativo e l’obiettivo deve essere sempre la coerenza con lo scambio mutualistico”.

CulturMedia5

“Vogliamo dare un contributo a tutto il sistema cooperativo in termini di sviluppo, reputazione, rappresentatività e internazionalizzazione – ha dichiarato Giovanna Barni da presidente neoeletta –. Un ringraziamento particolare a Roberto Calari, senza la cui passione e dedizione oggi non saremmo qui”.

Gianluigi Granero, Legacoop Liguria, ha incoraggiato CulTurMedia sottolineando che “l’Italia e il movimento cooperativo hanno bisogno di voi. Avete la grande responsabilità di contribuire alla crescita civile del nostro paese”.

palmisano fbsl

L'intervista a Leonardo Palmisano

Leonardo Palmisano, ti si legge negli occhi la soddisfazione per gli esiti del Congresso Nazionale di CulturMedia. C’è da sperare che siano “portatori di buone nuove”?

Il primo congresso nazionale di CulTurMedia di LegaCoop si è svolto a Genova, ospitati nella splendida cornice dell’acquario di Genova, grazie allo straordinario lavoro di LegaCoop Liguria e del presidente uscente Roberto Calari. Serviva, secondo me, farlo lì per segnalare la nostra presenza anche economicamente solidale con una città che sta soffrendo dopo il crollo del ponte Morandi.

Il Congresso ha avuto momenti di grande livello intellettuale. Il dibattito congressuale è andato su più temi, dai Beni Culturali, al Teatro, al Turismo, al Giornalismo, alle Piattaforme digitali. Sono intervenute cooperative provenienti da tutte le regioni d’Italia, da aree più ricche ad aree martoriate dal sisma, come l’Abruzzo. Tutti con la convinzione di costruire, per la prima volta, un settore composito e compatto, con grandi potenzialità di sviluppo. Tutto il dibattito è stato attraversato dalla necessità di rimettere in moto la Cultura come volano per un rinnovamento sociale e morale del Paese, prima che economico. La forma della cooperazione è, secondo noi, quella più adatta a contrastare le tendenze monopolistiche presenti nel settore. Tendenze che stanno soffocando l’economia culturale italiana avvantaggiando grandi gruppi esteri e discutibili multinazionali come Amazon e Google.

barni palmisano

Un bel risultato per Radici Future e per te l’approdo alla vicepresidenzA di Cultur Media

La scelta di eleggere Giovanna Barni alla presidenza e me come vicario risiede in un indirizzo politico del settore, che vuole miscelare esperienze, capacità, volontà di crescita dimensionale e demografica, del mondo cooperativo. Io penso che riusciremo, insieme, a fare di CulTurMedia un settore trainante nell’economia italiana.

marchio radici future

Quali gli obiettivi, più o meno ambiziosi, di questo mandato?

Un ringraziamento particolare lo faccio a Mauro Lusetti, presidente nazionale di LegaCoop ed a Roberto Calari, presidente uscente di CulTurMedia, che nei loro interventi congressuali e nel loro operato quotidiano incarnano un’idea di “intersettorialità circolare” che tanto ci sta a cuore. L’intersettorialità è infatti uno dei punti cardine del documento congressuale approvato dalla nuova Direzione Nazionale, insieme ad altri punti come la Sostenibilità, la Parità e l’Uguaglianza. Si tratta di valori la cui traduzione economica può avvenire specificamente in forma cooperativa, recuperando i principi del mutualismo delle origini. Principi che, quando ben declinati, si traducono in Intercultura, Accoglienza, Lavoro per tutte e tutti. Questi i nostri obiettivi di mandato.

(gelormini@affaritaliani.it)

Commenti
    Tags:
    culturmedia legacoopleonardo palmisanovicepresidente vicario eletto
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Di Maio e Salvini, sedotti e abbandonati. Gli elettori? Un'amante capricciosa
    di Maurizio de Caro
    25 Aprile, le basi americane in Italia: la Resistenza che non fa più nessuno
    di Diego Fusaro
    Caro Governo, adesso risparmiateci la riunione fiume
    di Ernesto Vergani
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.