A- A+
PugliaItalia
Ostuni, la Pasqua femminista di Winspeare. Passione della Madonna e Gesù nero

Riti della Passione secondo Winspeare Ostuni: ‘Madre’ e l’Apocalisse pugliese

Di Antonio V. Gelormini

Se è vero che, per certi versi, il proliferare delle rappresentazioni dei Riti della Passione di Gesù Cristo, in chiave teatrale o in altre forme di drammatizzazione, rischia di ‘svilire’ la forza di una tradizione popolare e devozionale, in mera spettacolarizzazione del più importante degli eventi all’origine della tradizione cristiana, è altresì innegabile che dalla Spagna al Portogallo, dall’Asia cattolica al Sud America e naturalmente in Italia e soprattutto nelle sue regioni meridionali, la Settimana Santa, con i suoi riti, liturgie e processioni, è motivo di attenzioni, attrazioni e suggestioni dal forte potere di coinvolgimento.

DSC 0454

L’Associazione culturale “Terra”, nata per la promozione e la tutela delle tradizioni della città di Ostuni (Br), organizza, per il quinto anno consecutivo, l’evento di comunità “Passione 2019 - Madre”, che, anche quest’anno, consiste nella rievocazione storica degli ultimi giorni di vita di Gesù Cristo, attraverso una rappresentazione teatrale diffusa, che avrà inizio in piazza Cattedrale e si snoderà tra le vie del centro storico di Ostuni per poi concludersi in largo Stella.

“Un evento che riporta in luce la cultura e le tradizioni popolari della nostra città - sottolineano in Associazione - e che consente, al contempo, di far conoscere ai nostri ospiti il valore della comunità intera costituita da gruppi folkloristici, associazioni teatrali, teatranti, musicisti, coristi, maestri bandisti, scenografi, coreografi, artigiani e semplici volontari dal cuore immenso”.

Ostuni chiodi

L’evento si svolgerà in due spettacoli unici nelle date di sabato 13 e domenica 14 aprile 2019 alle ore 19 e verrà riproposto sui canali tv e social nei giorni successivi. Dunque, sarà prodromico ai Riti della Settimana Santa e della Pasqua in Puglia.

Quest’anno, toccherà al regista, austriaco di nascita, ma salentino d’adozione, Edoardo Winspeare, dar vita ad un percorso costellato di emozione e storia che, non a caso, s’intitola “Passione Madre” e che si avvarrà, ancora una volta, della presenza di oltre 300 figuranti.

 

LA VIDEOINTERVISTA DEL DIRETTORE DI AFFARITALIANI.IT ANGELO MARIA PERRINO A EDOARDO WINSPEARE

Il regista spiega la sua scelta di una processione della Passione della Madonna anziché di Cristo, sua innovazione femminista, e anticipa che al momento della Resurrezione Gesù sarà impersonato da un attore di colore.

 


 

 

 

 

 

 

 

“La passione di quest’anno - ha detto Winspeare - sarà quella della Madonna per la morte di Gesù. Sarà la via dolorosa di una madre con in braccio il corpo senza vita del figlio, percorrendo le strade di Ostuni - la nostra personale Gerusalemme di Puglia - dalla croce fino al sepolcro”.

Ostuni Desolate

“L’Addolorata non sarà sola - precisa il regista ormai salentino - perché accompagnata da uomini e soprattutto donne, compreso il gruppo delle Desolate, che piangeranno assieme a lei la morte del Salvatore.  Il dolore è grande, il dubbio si fa strada. Come può il figlio di Dio morire? E in questo modo degradante? Gli stessi discepoli, che sapevano che il Messia non sarebbe stato un potente re d’Israele, appaiono come smarriti; nonostante fossero ben coscienti che il suo regno non era di questa Terra”.

DSC 0516

“Qualcuno di loro in attesa di una qualche epifania - continua Winspeare - per farsi coraggio ricorda le sue parole “non crederanno nemmeno se uno risorge dai morti”. La Madonna invece dubbi non ha, sa che il calvario era scritto nel destino del Salvatore. Eppure lei non è solo l’Immacolata prescelta dal Signore per concepire il suo unigenito figlio, non è solo uno strumento, ma è in primo luogo una madre che ha visto morire il suo Emanuele, lapidato, torturato, oltraggiato e infine crocefisso”.

Passione 2019 707x420

“Metaforicamente, quindi, la Passione della Madre anziché quella del Cristo, rappresentata in chiave spirituale, religiosa ma anche laica - ribadisce Winspeare - che porta l’Addolorata a incontrare il dolore del mondo nelle ‘stazioni’ che scandiscono la sofferenza: miseria, razzismo, odio, violenza sulle donne, cyber bullismo, etc.”

Xylella Procura

“Nella sceneggiatura c’è un po' di Canosa, di Francavilla, di Gallipoli, un po’ di Taranto naturalmente e ovviamente un po’ di Ostuni”, segnala il regista che rivela anche un altro particolare: “Il Cristo deposto sarà adagiato su un fercolo che sarà un ulivo, per puntare gli sguardi di tutti sul problema Xylella. In modo da richiamare l’attenzione su quella che potrebbe diventare l’Apocalisse di Puglia o il funerale della Puglia”.

“Ogni pugliese - conclude Edoardo Winspeare - dovrebbe preoccuparsi di questo, perché ne va della nostra economia, della nostra agricoltura e soprattutto della nostra cultura, della nostra civiltà e della nostra identità”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Commenti
    Tags:
    passione riti settimana santa ostuni pugliaedoardo winspeareregista madre apocalisse pugliese
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    A Milano proposta la prima tessera per premiare i comportamenti virtuosi
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Perché Salvini alza continuamente il tiro contro l’Ue? Un’ipotesi sconvolgente
    di Angelo Maria Perrino
    Vittime di mala sanità contro medici.Non più tollerabile l'assenza dello Stato
    di Massimo Puricelli
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.