A- A+
PugliaItalia
PSR Puglia: Regione tranquillizza, non cessano i malumori e insorgono le Coop

Si è concluso tra umori tesi e molte perplessità l’incontro tra il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, il direttore del dipartimento Agricoltura Gianluca Nardone e il partenariato costituito da organizzazioni e tecnici agricoli per fare il punto sullo stato di avanzamento e le prospettive del PSR Puglia.

c9c59c73 b90b 49cd 9014 945382ac4f3a

Un confronto, che si è tenuto nella sede della presidenza, per illustrare l’organizzazione adottata e le attività intraprese, nonché le misure sulle quali si è deciso di concentrare lo sforzo, per raggiungere il target di spesa fissato al 31 dicembre 2019. 

“Il confronto con le organizzazioni ci ha consentito non solo di condividere con i rappresentanti delle associazioni agricoli e dei tecnici regionali il grande lavoro che si sta facendo nell’obiettivo comune di non perdere risorse – hanno dichiarato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e il direttore di Dipartimento Agricoltura, Gianluca Nardone, a margine della riunione - ma anche di tranquillizzare tutti sul fatto che i recenti allarmismi, che hanno avuto eco sui mezzi di informazione, non costituiscono un ostacolo all’azione messa in campo dalla Regione. Dalle reazioni della platea abbiamo potuto constatare che è stato accolto positivamente il richiamo ad operare unitamente per il bene del nostro comparto agricolo e della nostra economia e nell’auspicio di poter raggiungere tutti gli obiettivi prefissati”.

rollo presidente

Di tutt'altro tenore l'mmediata la reazione dell'Alleanza delle Cooperative che si dichiara totalmente insoddisfatta dell'incontro, nel quale il direttore del Dipartimento, Gianluca Nardone, ha illustrato misura per misura l’organizzazione che di qui alla fine di dicembre tenterà di licenziare le pratiche e i conseguenti finanziamenti: "Emiliano venga lui a spiegare queste scelte alle Cooperative", ha tuonato  il presidente di Legacoop Puglia Carmelo Rollo dopo la riunione.

“Fino a ieri era solo una sensazione. Ora è una certezza: la Regione Puglia non ha a cuore il sistema cooperativo", ha precisato Rollo in una nota successiva, "Adesso è ufficiale, l’unica misura sulla quale l’Assessorato all’Agricoltura ha deciso di non voler scommettere è la misura 4.2. Per le altre si proverà a rispettare la scadenza del 31 dicembre, grazie ad una implementazione di risorse umane che lavoreranno indefessamente per restare nei tempi. Noi non ci stiamo. Comunicheremo alle cooperative la scellerata decisione della Regione Puglia e lo faremo in una conferenza stampa, martedì 12 novembre alle 10 alla quale invitiamo a partecipare anche il presidente, Michele Emiliano, perché venga a spiegare il perché di tale scelta”.

Petruzzella LegaCoop

“Siamo assolutamente insoddisfatti - afferma Angelo Petruzzella, coordinatore dipartimento Agroalimentare Legacoop Puglia che ha partecipato all’incontro -   delle comunicazioni che ci sono state fatte oggi. Pur prendendo atto dello sforzo che la Regione sta facendo, per istruire le pratiche e raggiungere il target di spesa che eviterebbe il disimpegno, non possiamo che apprendere con grande sconforto la notizia che in questo sforzo non rientra la misura 4.2 sugli investimenti per la trasformazione, la commercializzazione e lo sviluppo dei prodotti agricoli, alla quale sono interessate decine e decine di cooperative in tutta la Puglia, che associano migliaia di agricoltori e che quindi subiranno le conseguenze di questa scelta. Una scelta che riteniamo sia tutta politica, che non possiamo assolutamente condividere soprattutto ad oltre due anni dalla presentazione delle domande di investimento fatte dalle cooperative. Una scelta che non ha nulla di tecnico come, invece, ha sostenuto il presidente Emiliano”. 

PSR 2014 2020

I timori era già stati avanzati in una nota dello stesso Rollo: “Le cooperative cominciano a pensare che la Regione Puglia non abbia più interesse a sostenere queste aziende. Si stanno buttando alle ortiche anni di storia fatti da imprese di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, che hanno reso l’agricoltura il cuore pulsante dell’economia pugliese. E' in discussione anche il sistema delle filiere ad oggi l’unico ad essere in grado di rispondere ai mercati internazionali e sempre più globalizzati”.

di gioia emiliano 1 653x367

"La Lega delle Cooperative è molto preoccupata. Da un lato ci sono i dati secondo cui le cooperative stanno soffrendo. Dall’altro, non vediamo azioni che mostrino attenzione da parte dell’amministrazione regionale e nulla che faccia pensare  allo sblocco della situazione. Ci sono soci e amministratori di cooperative che hanno predisposto nuovi impianti per la trasformazione, anticipando il finanziamento che - se non dovesse partire - li costringerà a rispondere agli impegni presi con le banche, con i propri averi. Siamo Stanchi di un sistema che non ha rispetto per il lavoro e mostra indifferenza per le persone. Se il Mezzogiorno è in recessione - concludeva Rollo - come tristemente ci ha fatto sapere il Rapporto Svimez, è anche perché non riusciamo ad avere garanzia di spesa. Sarebbe utile che la Regione Puglia accompagnasse queste misure".

forza italia puglia 2

In precedenza anche i consiglieri regionali di Forza Italia Nino Marmo, Giandiego Gatta, Domenico Damascelli e Francesca Franzoso erano intervenuti con toni critici: "Ci sono responsabilità politiche elevatissime sottese al blocco dei pagamenti del Piano di Sviluppo Rurale, tanto da poter dire ad Emiliano di cominciare il trasloco dalla guida della Regione. Tuttavia, poiché tutelare i nostri agricoltori deve essere l’interesse principale per tutti, apprezziamo gli sforzi, anche se pieni zeppi di errori banali, che l’assessorato sta facendo in questi giorni, convocando anche il partenariato per verificare strade alternative".

PSR RGB

"Una ‘attenuante’, quest'ultima - hanno sottolineato i consiglieri di Forza Italia - che non può però cancellare una pagina nera della nostra agricoltura, una delle peggiori della storia della nostra Regione, scritta da Emiliano, che evidenzia lo stato di abbandono dell’assessorato e del settore agricolo, probabilmente gestito fino ad ora inseguendo interessi diversi da quelli degli agricoltori. Oggi, i nodi vengono al pettine, Emiliano non è in grado di risolverli ed il capo Dipartimento è impigliato nella ragnatela dei ricorsi e degli errori compiuti. Ci auguriamo che, a breve, la Puglia possa avere un nuovo governo, capace e competente, per superare una fase buia che dura da quasi 15 anni”.

(gelormini@affaritaliani.it)

--------------------------- 

Pubblicato sul tema: PSR, è bufera sulla Regione Puglia: opposizioni all’attacco

Loading...
Commenti
    Tags:
    psr puglia malumori coop insorgonocarmelo rollonicola marmoforza italiamichele emilianogianluca nardoneagricoltori scadenza finanziamenti risorse
    Loading...
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Israele è Galilea, Giudea e Samaria
    di Riccardo Bruno
    Isagro SpA lavora a un nuovo modello di business nelle biosolutions
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Studiomapp vola a Vienna
    di mario rossi
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.