A- A+
PugliaItalia
stappare

E’ emersa, coram populo, dalle considerazioni finali del convegno “I vitigni autoctoni Meridionali, la nuova economia del Sud Italia”, che ha posto il sigillo all’VIII edizione di Radici del Sud, nello scenario tipico del Resort Masseria Caselli di Carovigno (Br): E’ mediterranea la prospettiva autoctona del nostro patrimonio vitivinicolo, da declinare nelle rispettive tipicità di terroir, per ritrovare le autentiche “radici” di un’Europa in cerca di identità.

A prenderne atto: Nicola Campanile, Luciano Pignataro e Franco Zilliani, gli artefici della manifestazione, che quest’anno ha visto crescere a 140 il numero di aziende partecipanti dalla Puglia, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia,  per un totale di 247 etichette, all’esame di una giuria internazionale di esperti, buyer e operatori del settore, e di una giuria nazionale di giornalisti, blogger, appassionati ed assaggiatori professionali.

Insieme a loro l’assessore alle Politiche Agricole della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni, il Responsabile Slow Food e Slow Wine, Francesco Muci,  da Boston William Nesto di Master of Wine USA, il neo-presidente di Vinarius Andrea Terraneo, il neo presidente Assoenologi di Puglia, Calabria e Basilicata Massimiliano Apollonio. Coordinati con l’abituale sobrietà da Michele Peragine, giornalista Rai e cultore del settore.

Altri auspici emersi dal confronto e dalle riflessioni finali, sono stati la riproposizione di eventi analoghi sulle piazze più significative dei mercati interessati (americano, inglese, tedesco, orientale ed australiano), il maggior riscontro da parte dell’ampio ventaglio di produttori di qualità delle aree meridionali e la virtuosa sinergia con tutte le manifestazioni collaterali tese a promuovere i prodotti di Puglia e del Sud, tra cui particolare interesse ha suscitato la preannunciata “Slow Fish”. Per il rilancio di un comparto importante, come quello ittico mediterraneo, a cui agganciare le sorti anche della nuova frontiera vitivinicola dei “Rosati”.

Nutrita la lista dei vincitori, suddivisi naturalmente per tipologie di vitigni autoctoni (vedi elenco a parte), ai quali hanno reso omaggio le proposte e gli abbinamenti di cinque grandi chef del Sud Italia, per l’occasione insieme dietro ai fornelli, per preparare il menu di gala “Stelle a Sud”:

Teresa Buongiorno (Già sotto l'Arco, Carovigno/BR), Sebastiano Lombardi (Ristorante Cielo del resort la Sommità, Ostuni/BR), Paolo Barrale (Ristorante Marennà, Sorbo Serpico/AV), Tony Lo Coco (I Pupi di Bagheria/PA) e Agostino Bilotta (Ristorante l'Approdo, Vibo Valentia).

foto(47)

L’elegante finale di un’edizione articolata di Radici del Sud, che ha goduto del supporto organizzativo di AM – Apulia Magazine, concentrato nel sorriso coerentemente mediterraneo di Rosalia Chiarappa e Alessandra dall’Olmo.

(gelormini@affaritaliani.it)

 

Tags:
radici del sudcampanilezilianipignatarocaselliamnardoni
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Vigliacco il burosauro di Bruxelles. Vigliacco Macron che devasta l’Europa
di Maurizio de Caro
Macron ora dovrà tagliare le tasse violando i vincoli Ue. Altro che Conte...
di Angelo Maria Perrino
Macron e cosmomercatisti, tremate! E' iniziata la rivolta dei popoli Ue
di Diego Fusaro
i più visti

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.