A- A+
PugliaItalia
Serie B nella bufera, Assessore Piemontese scrive alla Lega e a Giorgetti

Serie B nel caos totale. Con una decisione clamorosa della lega B: vengono annullati i playout e il Foggia retrocede in Lega Pro, anche se resta in attesa di una sentenza favorevole.

Salernitana metropolisweb.it

Dopo la sentenza che punisce il Palermo e lo costringe alla Lega Pro, il direttivo della Lega B decide di non far disputare i playout. In sostanza, dopo la retrocessione all’ultimo posto del Palermo, il quart’ultimo posto finiva per essere occupato dal Foggia, che avrebbe dovuto sfidare nei playout la Salernitana. Invece, il direttivo ha scelto in maniera diversa: Carpi, Padova e Foggia restano retrocesse e il Palermo si aggiunge a loro tre.

Voci insistenti riferiscono che la proposta sarebbe arrivata proprio dalla Salernitana. A questo punto, le speranze per il Foggia resterebbero appese a un filo sottilissimo presso il Coni: ovvero all’esito del ricorso con cui la squadra pugliese ha chiesto la riduzione della penalizzazione fissata in 6 punti. Basterebbe la restituzione di un solo punto, perché i pugliesi aggancino la stessa Salernitana in classifica e, per merito della classifica avulsa, mandino la squadra campana in Lega Pro.

raffaele piemontese

La decisione della Lega B è come benzina versata su carboni ardenti. Gli animi dei tifosi sono più che mai accesi e l’Assessore allo Sport per Tutti della Regione Puglia, Raffaele Piemontese, scrive un’accorata lettera al Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Gabriele Gravina, al Presidente Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Malagò, e al Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, nonché Segretario del Consiglio dei Ministri con delega allo Sport, Giancarlo Giorgetti.

Il testo:

Gentilissimi, 

salernitana

vi chiedo di svolgere un urgente approfondimento sulle decisioni assunte nel pomeriggio di ieri dal Consiglio direttivo della Lega Nazionale Professionisti Serie B. Mi faccio interprete dei diffusi sentimenti di indignazione e protesta su una decisione profondamente ingiusta che contrasta con le fondamentali leggi dello sport che in nessun caso autorizzano a modificare le regole e i criteri di una competizione quando essa si è conclusa e stanno definendosi passaggi determinanti.

Come amministratore pubblico responsabile delle politiche regionali sullo sport, ritengo gravissimo che la decisione del Consiglio direttivo della Lega B sia stata assunta favorendo palesemente interessi e vantaggi diretti imputa-bili a dirigenti di vertice della Lega B e della FIGC, identificabili con i pro-prietari della Salernitana Marco Mezzaroma e Claudio Lotito.

claudio lotito lazio 675

In caso di mancata revisione di questa decisione irresponsabile, anticipo che, in qualità di assessore allo Sport per Tutti della Regione Puglia, chiederò all’Avvocatura regionale di valutare gli estremi di un intervento adesivo nell’azione di tutela giurisdizionale civile che potrà essere intrapresa dalla Foggia Calcio S.r.l. per i danni subiti da una decisione così clamorosamente lesiva di ogni elementare norma regolante le competizioni sportive. 

Piemontese5

Mi permetto di suggerire un’integrazione dell’ordine del giorno del Consiglio federale della FICG già convocato per giovedì prossimo, con all’ordine del giorno le procedure di riammissione ai campionati di Serie A, Serie B e Serie C e le norme per l’integrazione delle vacanze di organico nei campionati professionistici: mi pare l’occasione più propizia per un doveroso ripensa-mento che ripristini quel senso di giustizia che così diffusamente e scandalo-samente appare violato.

A nessuno fa piacere superare i verdetti negativi del campo per le “disgra-zie” altrui. Ma, certamente, il cambiamento delle regole fuori tempo mas-simo appare così odiosamente ingiusto da sfregiare una cultura sportiva im-prontata sui valori della lealtà e della responsabilità.

Cordialità.

Foggia, 14 maggio 2019

L’Assessore regionale allo Sport per Tutti

avv. Raffaele Piemontese 

Gravina Gabriele

Sulla questione è prontamente intervenuto il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, cogliendo l'opportunità durante il forum al Corriere dello Sport dal titolo 'Il calcio che vogliamo'.

"E' nelle prerogative della Lega di B dare seguito alla sentenza (sulla retrocessione del Palermo, ndr) che è esecutiva e proseguire con i playoff", ha detto Gravina, "Una riflessione più approfondita dobbiamo farla sui playout, perché mi sembra che il Consiglio direttivo della Serie B non abbia competenza in materia".

"Per cui - ha precisato Gravina - sarà questo motivo di approfondimento al prossimo consiglio federale", in programma giovedì 16 maggio. 

(gelormini@affaritaliani.it)

Commenti
    Tags:
    serie b lega buferagiancarlo giorgettigiovanni malagògabriele gravinascrive
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    La contemporary art sposa la responsabilità sociale
    di Milo Goj
    Governo, la sindrome di Stoccolma dell'ex Cavaliere
    di Diego Fusaro
    ALIS. Lunedì 20 maggio a Roma una nuova visione del trasporto sostenibile
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.