A- A+
PugliaItalia
Stefàno (Pd): 'Il Sud, per Salvini è solo un bacino elettorale'

Matteo Salvini approda in Puglia, per il tour balneare, e Dario Stefàno vicepresidente del gruppo Pd al Senato si riserva di curare una sorta di comitato d'accoglienza critica: "Il Sud a Salvini interessa solo in campagna elettorale - denuncia il senatore salentino - il vicepremier torna al naturale e ripesca nel repertorio dei pregiudizi e degli insulti nei confronti del Sud, per giustificare il suo progetto di secessione mascherata". Il commento arriva a seguito delle dichiarazioni sull'autonomia differenziata da parte di Salvini, durante un evento alla stazione di Rogoredo.

LP 10075721

"E così - continua Stefàno - per un ministro del nostro Paese, il Sud diventa patria di amministratori ladri e incapaci. Tra un ballo in spiaggia e un giro in moto d’acqua, Salvini torna ad offendere anche chi al Sud ha amministrato e amministra bene e onestamente, in un contesto di difficoltà mai risolte. Tanta brava gente che, al contrario di qualcun'altro, non ha mai sottratto 49 milioni agli Italiani".

"La verità vera è che il Sud interessa a Salvini solo in campagna elettorale. E ora, da ministro della Repubblica, si permette di offendere una parte del Paese e chi laboriosamente si impegna tutti i giorni con beceri pregiudizi”.

Stefàno

"In realtà, il dato preoccupante è che il governo della Lega sta spaccando il Paese", aveva già detto Stefàno commentando i dati Svimez, "Oltre 2 milioni di emigrati dal meridione, almeno 3 milioni di occupati in meno rispetto al Nord Italia, piena recessione per il 2019 solo per il Sud Italia: questi sono i dati riportati nel rapporto annuale della Svimez che fanno tremare i polsi".

Autonomia differenziata1

"Se cresce il divario tra l'Europa e l'Italia, fanalino di coda nella classifica della crescita - aveva aggiunto - il nostro Mezzogiorno ne patisce uno ulteriore, veramente insopportabile: quello con il Nord del Paese. La ricetta che propone la Lega, ossia di ridurre i salari al sud e introdurre una forma scellerata ed egoista di autonomia differenziata, alla luce di questi dati non solo è insopportabile ma risulta, soprattutto, insostenibile".

"Oltre ad andare ad inasprire una contrapposizione territoriale che vede da sempre il Mezzogiorno fiaccato e piegato, si arriverà senza troppi giri di parole alla definitiva rottura del nostro Paese. Che, in fondo, lo ricordo, è sempre quello che ha voluto la Lega. E che oggi forse - concludeva - ha trovato nella inutile poltrona di un ministro che ha delega per il sud il suo migliore alleato".

(gelormini@affaritaliani.it)

Commenti
    Tags:
    dario stefànomatteo salvinipd lega bacino elettorale campagna spacca italia
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Rai, Carlo Freccero non se ne vuole andare. Ma il Pd insiste
    di Klaus Davi
    Partita aperta: lo scenario post elettorale israeliano
    di Niram Ferretti
    Porti aperti? E' il motto del padronato cosmopolitico
    di Diego Fusaro
    i più visti

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.