A- A+
PugliaItalia
Taranto il cielo si incupisce minaccioso Il sindaco Stefàno sdrammatizza

Mentre il Sindaco di Taranto parla in conferenza stampa del fatto che a suo parere non vi è rischio sanitario a Taranto, il PM10 (polveri sottili) superava la soglia precauzionale di 25 microgrammi/m3 fissata da ASL. Ecco i dati che si possono scaricare dal sito Arpa Puglia relativi al 10 dicembre 2015: 

PM10 superamenti 10 12 2015
 
  • via Archimede 28 microgrammi/m3 PM10
  • via Machiavelli 30 microgrammi/m3 PM10
Situazione alquanto evidente sulla schermata dell'ARPA, con i dati e le raccomandazioni (livello 1) che sarebbero dovute arrivare ai bambini, agli anziani, ai cardiopatici e alle persone sensibili al PM10. 
 
Così come le foto del particolato in sospensione, alle ore 10.41, mentre era in corso la conferenza stampa in cui si declamavano i miglioramenti dell'aria di Taranto.
 
Non occorre commento alle immagini e alle informazioni, si commentano da sole.
 
Alessandro Marescotti
Presidente di PeaceLink
http://www.peacelink.it
Tags:
tarantostefànocielosdrammatizzapolveri
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Fashion week e contemporary art al Vapore di Milano
di Milo Goj
La parabola di Roberto Formigoni. Il Celeste e la caduta degli dei
di Maurizio de Caro
Gilet gialli, l'accusa di antisemitismo. Parte la delegittimazione del potere
di Diego Fusaro
i più visti

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.