A- A+
PugliaItalia
XIX Appuntamento con la Daunia Peppe Zullo guarda a Expo 2015

ORSARA DI PUGLIA (Fg) – E’ il domani che è già iniziato la questione al centro del diciannovesimo Appuntamento con la Daunia, l’evento organizzato da Peppe Zullo per promuovere l’arte e la cultura del gusto e delle eccellenze territoriali.

Le due giornate di Villa Jamele, il 12 e il 13 ottobre, saranno dedicate a “L’orto dei miracoli, verso Expo 2015”. Si apre alle 11 di domenica con gli ospiti della prima giornata: Antonio Pascale, presidente Slow Food; Giorgio Mercuri, presidente di Confcooperative; Fabio Renzi, presidente Fondazione Symbola; Angelo Inglese, sarto e stilista; Roberto Di Vincenzo, coordinatore generale di “Tipici dei Parchi” e Pietro Zito, cuoco ristoratore. Ad Oscar Buonamano, direttore editoriale Carsa, il compito di coordinare gli interventi dei relatori.

Filo conduttore degli incontri: il gusto e il valore nutritivo dei prodotti e delle materie prime, che vanno dalla terra alla tavola, e che sono veicolo di salute e di buona economia. Per cui l’orto di Villa Jamele e gli orti di tutto il mondo diventano la chiave di lettura di una modernità che non ricerca più la semplificazione artefatta, ma la semplicità autentica, il valore delle culture e delle colture autoctone, la sostenibilità, il nutrimento materiale e spirituale dell’umanità.

Appuntamento 2013 2
 

VERSO EXPO 2015. Sono i temi di Expo 2015, l’Esposizione Universale di Milano che mostrerà al mondo quali strade nuove possono essere intraprese per “nutrire il pianeta” assicurando “energia per la vita”. Con il diciannovesimo “Appuntamento con la Daunia”, idealmente, inizia l’ultima tappa di un lungo viaggio che ha portato Peppe Zullo e la sua cucina in giro per il globo e ora, con “L’Orto dei Miracoli”, proietta il cuoco orsarese e la sua filosofia proprio verso Expo 2015.

“Il prossimo obiettivo – ha detto Peppe Zullo – è quello di presentare e rappresentare al meglio la provincia di Foggia e la Puglia all’Expo. La nostra terra ha una vocazione naturale alla qualità, alla bellezza, all’autenticità. Sono valori che esprimono un potenziale altissimo anche in termini di crescita culturale e nell’ottica di uno sviluppo sempre più marcato dell’economia sociale”.

L’ARTE DALL’ORTO. Dopo il dibattito, sarà il momento di “Orto su Carta”, laboratorio di stampa d’arte “dalla natura” realizzato da RE-LEAF PRINT lab. Maria Rosa Comparato, Alessio Cristino e Livia Paola Di Chiara hanno scelto di riflettere sull’unicità del luo­go, la tenuta di Villa Jamele, tracciandone i segni e individuandone l’essenza.

appuntamento 2013 1
 

“Orto su Carta” evo­ca le peculiarità di un territorio attraverso tracce che ritraggono la vegetazione nella sua fisicità e ne definiscono l’essenza at­traverso le peculiarità naturali e spontanee di una condizione unica e irripetibile. Così, la quintessenza di un momento è restituita in forma di testimonianza e rac­conta un luogo attraverso le impronte e i segni che naturalmente emergeranno dai frutti della terra di Piana della Corte, a Vil­la Jamele, Orsara di Puglia.

CUCINARE L’ORTO. Lunedì 13 ottobre, i cuochi, che arriveranno da tutto il mondo per prendere parte all’Appuntamento con la Daunia, cucineranno ciò che riusciranno a cogliere nei 22mila mq dell’orto di Villa Jamele. Sotto gli occhi di Maria Letizia Gardoni, presidente nazionale di Coldiretti Giovani Impresa, il cuoco giapponese Kenichi Motoyoshi e i suoi colleghi Fabio Pisani e Pietro Parisi metteranno in pratica la filosofia che propone concretamente il legame diretto della terra con la tavola. A questa seconda giornata prevista la partecipazione, tra gli altri, dello scrittore Guido Pensato e della giornalista canadese Monique Polloni.

(gelormini@affaritaliani.it)

----------------------------------

zullo farinetti
 

L’orto dei miracoli

di Oscar Buonamano

 

L’ingresso a Villa Jamele è segnato da un viale di pini che scende, fino ad adagiarsi un centinaio di metri più giù, a valle. Pochi passi dopo l’ingresso, sulla sinistra, la palazzina neogotica da cui prende il nome l’intero complesso. Alla fine del declivio, un edificio che richiama alla mente il manufatto circolare al centro del dipinto “Città ideale”, icona e simbolo del Rinascimento italiano.

In fondo al viale di pini e in asse con l’ingresso principale sorge, immersa nel verde del vigneto, la Casa del vino. A metà del viale, se si piega a destra, la strada è disegnata e delimitata da una serie ininterrotta di portali, dipinti di bianco, che conducono direttamente al lago delle anatre prima e al bosco subito dopo. Sulla destra il Giardino delle essenze e il Ristorante nell’orto. Lungo questa nuova strada, sulla sinistra una grande teca trasparente con una copertura a capriate in legno, di fianco a questa una casa bianca, essenziale. Sulla destra un campo, ovvero il campo dei miracoli.

Orsara Villa Jamele low
 

Il campo dei miracoli è un orto. Un orto immenso disposto su file ordinate e parallele, che assecondano l’orografia del luogo. Qui Peppe Zullo, il “genius loci”, un vero inno alla vita e alla felicità, aiuta la terra a produrre frutti generosi. Preziosità della terra, come le zucche: grandi e colorate. Grandi da farti pensare alle favole, alla carrozza trainata da cavalli bianchi che accompagna Cenerentola al ballo. Grandi come le ruote della Seicento multipla che accompagna Peppe all’Expo 2015 di Milano. Una macchina del tempo che contiene e trasporta i frutti dell’orto innanzitutto, ma anche progetti e idee, come quella dalla quale è partito proprio Peppe Zullo per costruire la tenuta che ospita la XIX edizione dell’Appuntamento con la Daunia.

Nella Seicento multipla, assieme a Peppe che è alla guida, ci sono tutte le persone che negli anni hanno costruitomaterialmente e idealmente il progetto di Villa Jamele. Progetto in cui il rapporto tra natura e artificio è sempre alla ricerca di un equilibrio che valorizzi, al meglio, natura e uomo. Un viaggio in cui le poste di sosta sono gli avamposti italiani della qualità e un viaggio di andata e ritorno. Ritorno che prenderà il via nell’ottobre 2015 quando le luci dei media si spegneranno sulla Milano dell’Expo per trasferirsi ad Orsara di Puglia e celebrare nel migliore dei modi la XX edizione dell’Appuntamento con la Daunia.

Peppe Zullo, a Villa Jamele, ha creato un clima magico. Una sospensione dal tempo urbano contemporaneo, un tempo altro che fonda la sua ragione d’essere sulla ciclicitá e ripetitività delle stagioni. È in questo iato che l’orto si trasforma in Campo dei miracoli. Un luogo di armonia dove le persone possono incontrarsi e condividere emozioni, dove le magie dell’oste sotto il cielo stellato del maestro Leon Marino, t’innamorano e fanno vibrare il cuore.

Tags:
dauniaexpo 2015zulloorsara di pugliaappuntamento

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Economia e management secondo Corsera e Bocconi. Una nuova collana editoriale
di Paolo Brambilla - Trendiest
La verità dietro il caso Casalino-Mef
di Angelo Maria Perrino
Giancarlo Prandelli a Pisacane Arte. "Mani in Pasta" gli dedica ... una pizza
di Paolo Brambilla - Trendiest
i più visti

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.