A- A+
Roma

Via dall'Udc degli amici di sempre Casini e Cesa dopo una polemica infinita per il suo appoggio come vice a Renata Polverini, quindi un giretto con Alemanno per le “sfortunate” comunali e, infine, nel Movimento Idee più popolari. Per Luciano Ciocchetti, politico di vecchia data del gotha romano, la fine del dibattito interno potrebbe sfociare con l'ingresso ufficiale in Forza Italia.
Secondo alcune indiscrezioni, l'ex vicepresidente del Consiglio, dimessosi da deputato per il “progetto Polverini” e poi rimasto “al palo” alle ultime elezioni, il ritorno a Silvio Berlusconi sembra ormai cosa fatta. A dirlo, sono interne al movimento Idee più Popolari che danno la decisione come cosa fatta. Resta solo l'ufficializzazione che potrebbe avvenire nelle prossime ore, soprattutto dopo che il partito di Berlusconi sta vivendo una stagione di grande riorganizzazione con la nomina di Davide Bordoni a cooordinatore e il grande lavoro di Renato Brunetta.
Cattolicissimo e profondo conoscitore delle dinamiche romane, Ciocchetti l'ultima volta che si è confrontato con gli elettori ha avuto un risultato di tutto riguardo con oltre 14 mila preferenze, tutte conquistate sul campo. E la “dote politica” che conferirebbe a Forza Italia sarebbe di tutto rispetto: oltre al delfino Pietro Sbardella alla Regione Lazio, il suo gruppo ha fatto salire in Campidoglio anche Ignazio Cozzoli e conta un ottimo radicamento all'interno dei municipi.
Ma che il passaggio fosse in essere lo aveva annunciato lo stesso Luciano Ciocchetti in un intervento sul mensile Le Idee: “Le ideologie del XX secolo sono scomparse e occorre individuare nuovi percorsi aggregativi al fine di costruire partiti che siano in grado di dare vita ad una nuova relazione con i cittadini e con i corpi sociali. Qualche mese fa, noi di Idee più Popolari, abbiamo tentato di costruire, insieme ad altri, un nuovo Partito post ideologico e non nostalgico, che mettesse insieme culture politiche diverse (dalla destra democratica, sociale, ai cattolici liberali, popolari) caratterizzate da un denominatore comune: essere alternativi alla sinistra e alla tradizione socialista”. Quindi il preludio: “Oggi noi dobbiamo portare il traghetto di 'Idee più Popolari' all'interno di un Partito nazionale in cui i nostri valori, la nostra cultura ed il popolarismo possano trovare ospitalità e possibilità di protagonismo". Come dire: Forza Italia stiamo arrivando. Manca solo l'ufficializzazione.

Tags:
luciano ciocchettiudcforza italiacozzolisbardellabordoni



Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Labrador, Golden e Terranova follia: ecco il segreto dei cani che salvano vite

Labrador, Golden e Terranova follia: ecco il segreto dei cani che salvano vite

i più visti
i blog di affari
Berlusconi, sindrome di Stoccolma verso i suoi aguzzini Ue?
di Diego Fusaro
2° edizione "Il sacro perduto" de "i tre obsoleti"
Natale? Bastano 5 mosse per essere perfetta
di Simone Michelucci

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.