A- A+
Roma
Adozioni internazionali, nuovo fondo da 2,76 mln per i prestiti alle famiglie

Le famiglie residenti in Lazio che intendono adottare un bambino all'estero ora possono godere di un aiuto in più: la Regione ha sbloccato un fondo di 2,76 milioni per dare una mano a chi vuole intraprendere il percorso dell'adozione internazionale.

 

Con la crisi economica, i casi di bambini adottati all'estero sono diminuiti del 73,5% negli ultimi dieci anni. Sono state queste cifre a portare la Regione a cercare una possibile soluzione per il supporto delle famiglie nel lungo e complesso iter previsto in questi casi.

Per adottare un bambino all'estero una famiglia arriva a spendere intorno ai 20mila euro, quando le cifre non sono addirittura superiori. Minori disponibilità economiche e precariato lavorativo non solo sono elementi che possono disincentivare le famiglie, ma rendono pure più difficile l’ottenimento del via libera da parte degli enti preposti a controllare l’idoneità degli adottanti.

Come chiarito dalla Regione Lazio, potranno presentare domanda per accedere ai finanziamenti le famiglie che:

  • abbiano difficoltà nell’accedere al credito bancario ordinario
  • siano residenti nel Lazio e posseggano un valido “Decreto di Idoneità” rilasciato dalle Autorità Competenti da cui risulti anche l’opzione per l’adozione internazionale
  • nel caso di cittadini stranieri residenti nella Regione, un requisito ulteriore necessario per accedere al finanziamento è il possesso di regolare permesso o carta di soggiorno.

Si tratta comunque di un prestito – che va da 5mila e 25mila euro - che la famiglia beneficiaria dovrà rimborsare entro 7 anni in rate mensili a tasso fisso dell'1%.


Le spese coperte dal prestito previsto nel bando sono esclusivamente quelle sostenute per la pre-adozione come ad esempio: le spese per i servizi resi dall’Ente autorizzato all’adozione internazionale, inclusi i costi per il conferimento del mandato, costi di viaggio e soggiorno della famiglia nel Paese del bambino adottando, spese amministrative, comprese quelle imposte dal Paese straniero, consulenze e altri servizi non resi dall’Ente autorizzato e strettamente funzionali al successo del percorso di adozione internazionale.

Non sono ammissibili le spese sostenute prima del conferimento del mandato, salvo quelle sostenute per il conferimento del mandato stesso all’Ente autorizzato.

Il finanziamento è erogato per tranche a seconda del procedere delle spese sostenute. Inoltre, la Regione Lazio ha precisato che la famiglia beneficiaria non deve sostenere nessun costo per accedere al prestito: le spese di istruttoria, le commissioni di erogazione o incasso e la eventuale penale per l’estinzione anticipata sono a costo zero e l’ente che erogherà il finanziamento non può richiedere alla famiglia beneficiaria garanzie reali né patrimoniali né finanziarie, né personali.

Le famiglie potranno presentare domanda contattando uno dei soggetti erogatori convenzionati con Lazio Innova e indicati sul sito www.lazioinnova.it.

 

Tags:
adozioni internazionalibambiniesterolazioregioneprestitifondofamigliecrisifinanziamentoaiuto

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Basta nudo di donna, l'arte delle fotografia va oltre il Frutto Proibito

Basta nudo di donna, l'arte delle fotografia va oltre il Frutto Proibito

i più visti
i blog di affari
Le marchette di Maurizio Martina
di Angelo Maria Perrino
L'Associazione Milano Vapore propone programmi culturali innovativi in città
di Paolo Brambilla - Trendiest
La vignetta: quelli del Pd? Bestie rare...

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.