A- A+
Roma
Amatrice, nel cratere del sisma esplode la guerra dei cinghiali

Il Prefetto di Rieti chiede di riaprire la caccia al cinghiale in tutta la provincia, incluse le zone colpite dal terremoto. Ed è nuova guerra tra ambientalisti e cacciatori.


La notizia arriva a pochi giorni di distanza dalla richiesta di chiusura dell'attività da parte dello stesso prefetto, a garanzia di maggiore sicurezza delle popolazioni del sisma. Immediata la reazione delle associazioni ambientaliste.

Bene aveva fatto la Regione a chiudere la caccia nelle aree terremotate. Dopo così poco tempo, non può essere cambiato molto in termini di sicurezza ” dichiarano Legambiente, WWF, Lipu Lazio, Lav e Enpa. “Chiediamo al Prefetto di Rieti di confermare il rischio evidente per i cittadini – proseguono gli ambientalisti - e alla Regione di non far ripartire l'attività venatoria”. “Le polemiche e le critiche da parte del mondo della ciaccia sono irresponsabili e fuori luogo nel contesto del sisma e dimostrano anche quanto la questione legata al reimmmisione della specie  sia strumentale e funzionale solo al mondo venatorio”.

L'abbondante presenza di esemplari nel reatino rappresenta da sempre un rischio per agricoltori, allevatori e i cittadini, in particolare nella zona di Amatrice e della piana reatina. Il grande numero di cinghiali, infatti, provoca danni alle colture e altre specie in allevamento, oltre ad essere pericoloso per gli abitanti, soprattutto per chi si trova in una sistemazione provvisoria dopo il 24 agosto. Coldiretti ha stimato, infatti, che in 12 anni i danni causati dai cinghiali si aggirano intorno ai 17 milioni di euro, 13 dei quali dovuti proprio agli assalti alle attività agricole, quattro agli incidenti stradali, alcuni dei quali anche mortali. Solo lo scorso 6 ottobre, la Giunta della Regione Lazio aveva approvato una legge per l'abbattimento controllato della specie nelle zone non ritenute idonee alla presenza degli animali. “Si contano dovunque e a centinaia gli incidenti legati alla caccia. L’ultimo episodio – ricordano le associazioni -  è accaduto a Terni, a pochi chilometri da Rieti, quando un cacciatore ha esploso un proiettile, che è finito sul vetro poi sul muro di un istituto scolastico a 400 metri di distanza”.

 

Tags:
cinghialireatinorietiamatriceterremototerremotatipericolorischioambientalistilegambientewwflazioregione




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Nudo in fila per un taxi all'aeroporto di Fiumicino. L'ira dei tassisti romani

Nudo in fila per un taxi all'aeroporto di Fiumicino. L'ira dei tassisti romani

i più visti
i blog di affari
Wine Experience? No … molto di più. E’ WineXperience (si scrive così !!!)
di Paolo Brambilla - Trendiest
L'Ospedale Miulli si veste di rosa
di Mariella Colonna
Assemblea Metropolitana del PD a Milano per parlare di Matteo Renzi
di Paolo Brambilla - Trendiest

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.