A- A+
Roma
Atac, guerra sui premi: si spaccano i sindacati. E giovedì 26 sarà sciopero

Atac, è guerra sui premi dedicati agli autisti. I nuovi incentivi introdotti dall'azienda spaccano i sindacati, con l'Usb che annuncia uno sciopero di 4 ore e prende le distanze.

 

Più guidi e più guadagni. I nuovi premi di Atac pensati per incentivare i lavoratori mettono d'accordo tutti, o quasi. Perché l'Usb Lavoro Privato–Trasporti di Roma e Lazio ha preso le distanze da questo provvedimento, che incentiverebbe il lavoratore a non segnalare i guasti e a mettere a rischio la salute dei passeggero. Il premio per i dipendenti, autisti e operai, scatta solo se la rimessa di appartenenza effettua i km programmati.

"Crediamo che al peggio non c'è mai fine. In passato l’azienda aveva provato a premiare gli autisti più virtuosi, in pratica, chi non segnalava guasti. Questo uno degli assurdi parametri per premiare il 'il miglior conducente', idea dell’allora Direttore del Personale Tullio Tulli; idea che noi dell’Usb contestammo e facemmo decadere in quanto si metteva a rischio la sicurezza degli utenti e dei lavoratori. Oggi peggio di allora la nuova dirigenza, Paolo Simioni, ha sottoscritto un accordo con i soliti sindacati concertativi (lavoratori togliete le deleghe a chi del vostro lavoro non conosce neanche l'Abc, firmando accordi che non tutelano la vostra sicurezza) il giorno 23/07/2018 che determina un premio per autisti e operai, solo se la rimessa di appartenenza effettua i chilometri trimestrali programmati.Solo se si supera tale chilometraggio il lavoratore che si è prestato a non segnalare i guasti (i guasti sono il fattore principale del non raggiungimento dei chilometri) mettendo a rischio la propria salute e quella dei passeggeri, potrà accedere al premio".

 Così in una nota Usb Lavoro Privato–Trasporti di Roma e Lazio "Questo becero accordo potrebbe determinare una guerra tra poveri, dove il conducente coscienzioso del pericolo ferma il bus per garantire la tutela dei passeggeri venga additato dai colleghi della propria rimessa come chi non permette di raggiungere gli obbiettivi - si legge nela nota Usb - Riteniamo oggi ancora più valide le motivazioni che ci hanno portato a proclamare sciopero il giorno giovedì 26/07/2018 dalle ore 20 alle ore 24, perché questi atti sconsiderati dell’azienda mirano solo ad effettuare chilometri in barba alla qualità, efficienza e sicurezza e non debbono essere tollerati"

"Crediamo che oggi l’azienda dovrebbe premiare i lavoratori tutti, che garantiscono il servizio tutti i giorni grazie alla loro professionalità e sopperiscono le inadempienze delle dirigenze che si sono succedute fino adesso - conclude la nota - Non si può essere penalizzati perché si segnala un guasto, si prende un legittimo permesso Legge 104 o un giorno per la donazione sangue. Domani dalle ore 20 alle ore 24 scioperiamo per garantire la giusta sicurezza agli utenti e ai lavoratori".

Tags:
atacguerrapremisindacatiusbscioperobuscampidoglioroma


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Bambino Gesù, “Fermate l'ospedale mostro a Palidoro”. L'appello ambientalista

Bambino Gesù, “Fermate l'ospedale mostro a Palidoro”. L'appello ambientalista

i più visti
i blog di affari
Manovra, non Tria ma i tecnici del Mef nel mirino M5s: "Nascondono i soldi"
di Angelo Maria Perrino
Te lo do io lo spread
di Angelo Maria Perrino
Se Tria non condivide, si dimetta
di Angelo Maria Perrino

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.