A- A+
Roma
Atac, Raggi: “Azienda resti pubblica". Nasce il ticket che si paga con l'app

Atac, il biglietto si paga tramite smartphone con l'app. La municipalizzata lancia i nuovi servizi dedicati agli utenti e Raggi dichiara: "Atac deve restare pubblica".

 

 

Il sindaco sottolinea la volotà del Comune nel tenere l'azienda pubblica nel corso della presentazione dei nuovi servizi dedicati ai passeggeri Atac. La ricetta "hi-tech" del Campidoglio per il rilancio della municipalizzata più in difficoltà. E a chi le chiede se l'entrata di Fs nell'azienda del trasporto pubblico romano fosse un'ipotesi plausibile, Raggi risponde così: "Se arrivano i privati sappiamo che fanno: carne da macello...". Ad illutrare le ultiime novità il presidente di Atac Simioni, che spiega come "Il risanamento passa dall'aumento dei ricavi".

Quattro i servizi presentati nel corso della conferenza andata in scena all'interno della stazione Termini, che ha visto presenti il presidente Atac Simioni, il sindaco Raggi, l'assessore alla Mobilità Linda Meleo e il presidente della Commissione Mobilità, Enrico Stefano. Il primo è "B+": la possibilità con lo smartphone acquistare fino a 20 biglietti alla volta, da spendere sull'intera rete di trasporto (dalla metro C alla ferrovia Roma-Viterbo). Per acquistarli dal telefono è necessario scaricare sullo smartphone le app Tabnet  o myCicero. La seconda novità riguarda invece la contacless card per caricare il singolo Bit e i titoli turistici. Il terzo prodotto è un'app che proporrà agli abbonati offerte e sconti per lo shopping. Infine, i parcometri: per 1000 di essei, su 2.500 sul territorio di Roma, scatterà il pagamento con la carta di credito e la carta elettronica.

“Viaggiare sui mezzi pubblici comprando i biglietti tramite smartphone. Aprire i tornelli della metro con un ticket virtuale sul cellulare. Girare sui bus con in tasca un'unica carta contactless, con un chip on paper, dove si possono caricare i Bit. Pagare la sosta sulle strisce blu tramite carta di credito e non dover piu' rientrare in macchina per esporre il tagliando. Questa è la Roma del futuro - spiega il sindaco Raggi in una nota - Oggi abbiamo presentato con Atac alcune iniziative per agevolare l'utilizzo del trasporto pubblico. Per rendere piu' semplice la vita della persone, in una città grande e complessa come la nostra. Vogliamo che la nostra citta' sia sempre piu' smart, una citta' competitiva a livello mondiale". Cosi' in una nota la Sindaca di Roma, Virginia Raggi.

Tags:
atacbigliettoappraggireferendumroma




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

L'Atac la licenzia, il Codacons la premia: Quintavalle romana modello. Il caso

L'Atac la licenzia, il Codacons la premia: Quintavalle romana modello. Il caso

i più visti
i blog di affari
Giuseppe Prinetti espone a Milano, in via Santa Marta 8a, il 27 e 28 novembre
di Paolo Brambilla - Trendiest
La presenza scenica: come può cambiare l’approccio al canto
di Giancarlo Genise
Comandare un robot con la forza del pensiero
di Maurizio Garbati

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.