A- A+
Roma
Baby gang scalmanata, 20 colpi in un mese e mezzo. Terrore di autobus e negozi

Hanno “colpito” dal 14 novembre al 6 dicembre, giorno in cui, le loro “attività” sono state interrotte dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato Primavalle.


Oltre 20 episodi delittuosi con protagonisti un gruppo di giovanissimi.
Furti, aggressioni, danneggiamenti, rapine, lesioni, violenze private, reati predatori  hanno contraddistinto la quasi quotidianità dell’operato di questi ragazzini: un vero e proprio fenomeno delinquenziale, per la prepotenza e l’efferato vandalismo di questa “baby gang”.
Fra di loro, è emerso in particolar modo il ruolo dei due leader, un romano di 15 anni, già noto alle forze dell’ordine, e un 14enne nato a Santo Domingo.

Posizione di rilievo nella comitiva, era ricoperta anche da altri due giovani: uno di 16 anni nato a Roma, anche lui pregiudicato, e un altro 14enne romano.
Con una paziente e minuziosa attività di ricostruzione dei fatti, la ricerca delle prove attraverso la visione di filmati e immagini registrati dalle telecamere di sicurezza, l’ascolto di varie testimonianze, è stato possibile agli investigatori attribuire con certezza al gruppo molti episodi delittuosi:

Il 14 novembre alle ore 22:30, in via Federico Borromeo, due autobus dell’ATAC, linee 46 e 907, vengono colpiti da lancio di sassi provocando la rottura di alcuni vetri.
Il 16 novembre alle ore 00:15, sempre in via Federico Borromeo, un altro autobus dell’ATAC, linea 46, viene gravemente danneggiato attraverso il lancio di un grosso martello da carpentiere.
Il 21 novembre dalle ore 23:20 alle 00:30, nuovamente in via Federico Borromeo altri due autobus, entrambi della linea 907, vengono danneggiati attraverso il lancio di bottiglie contro i vetri, che vengono infranti; mezz’ora dopo due componenti della “baby gang” si rendono responsabili del danneggiamento di due cassonetti, ubicati a poche decine di metri di distanza, zona piazza San Zaccaria Papa.
Il 26 novembre alle ore 22:30, tre dei componenti della comitiva si introducono all’interno di una scuola di Primavalle dove, dopo aver messo a soqquadro gli arredi e danneggiato cattedre e armadi, hanno rubato alcuni estintori; atti di vandalismo che hanno costretto la scuola ad una temporanea chiusura.
Sempre il 26 novembre, alle ore 23:30, in via Pietro Maffi, poco dopo l’episodio nella scuola, tre giovani della gang, rapinano il proprietario di un negozio di alimentari, un cittadino bengalese, minacciandolo con un estintore.
Il 30 novembre alle ore 18:00, presso un centro commerciale della zona, due ragazzi della “comitiva”, hanno rapinato e minacciato un coetaneo, colpevole, a loro dire, di aver “spifferato” la loro responsabilità nell’accesso alla scuola.
Il 30 novembre alle ore 22:30, in via Pietro Maffi, tre giovani sono tornati nel negozio gestito dal bengalese, rapinato 4 giorni prima, rubando alcune bottiglie di alcolici.
Il 2 dicembre alle ore 22:30, in via Stefano Borgia, nuovamente presso la scuola già danneggiata il 26 novembre, entrano e rubano alcuni estintori.
Lo stesso 2 dicembre, alle ore 23:00, via Pietro Maffi, prendono di mira per la 3° volta il negozio di alimentari; questa volta tre della gang entrano nell’esercizio commerciale, aggredendo il proprietario con l’estintore e spruzzandone il contenuto su tutta la merce esposta.
Sempre il 2 dicembre, mezz’ora dopo, in via Gerolamo Seripando, gli stessi si recano in un altro negozio, e danneggiano tutta la merce esposta, sempre con l’utilizzo dell’estintore.
Il 3 dicembre alle ore 19:00, nuovamente nel centro commerciale, la gang si rende responsabile del furto di alcuni estintori.
Sempre il 3 dicembre, i “bulli” minacciano lo stesso ragazzo quattordicenne, già aggredito perché accusato di aver parlato delle malefatte della banda.
Il 4 dicembre alle ore 16:00, nuovamente nello stesso centro commerciale, altro episodio di furto di estintori, con danneggiamento di un’autovettura presente nel parcheggio.
Sempre il 4 dicembre, alle ore 17:20, due dei giovani rubano un estintore presso il benzinaio del medesimo centro commerciale.
Sempre il 4 dicembre, alle ore 19:00, via Pasquale II, nuovi “attacchi” agli autobus: tre ragazzi della gang si rendono responsabili di danneggiamento dell’autobus della linea 46 e lesioni personali aggravate ai danni di una passeggera del mezzo; nella circostanza, il vetro laterale dell’autobus, infrangendosi a seguito del lancio di un grosso sasso, cagionava lesioni ad un occhio alla donna.
Sempre il 4 dicembre, alle ore 23,45, in via Pietro Gasparri, un autobus della linea 907 viene danneggiato in maniera grave, costringendo l’autista ad interrompere il servizio; in questa circostanza il lancio di pesanti sassi contro le fiancate laterali del mezzo, ha mandato in frantumi due vetri.
Il 6 dicembre alle ore 14:00, in via Stefano Borgia, nuova aggressione della banda nei confronti dello stesso quattordicenne, stavolta con minacce seguite da percosse.
Sempre il 6 dicembre, alle ore 15:00, nei pressi della stessa scuola due componenti della gang rapinano un minorenne sottraendogli un cellulare.

Molti degli episodi delittuosi sono perfettamente ripresi dalle immagini degli impianti di videosorveglianza, analizzate dagli investigatori e nelle quali si riconoscono chiaramente gli autori, che si vedono agire con freddezza e insolenza, nonostante la giovane età.
Quattro componenti della banda sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori, in particolare nei confronti di due di essi, sono state richieste idonee misure cautelari. Gli investigatori stanno ancora lavorando per individuare precise responsabilità anche a carico di altri minori che hanno avuto un ruolo, seppure marginale, in alcuni degli episodi.

Tags:
baby gangprimavallefurtirapineaggressionibullismocriminalitàbus danneggiati

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Basta nudo di donna, l'arte delle fotografia va oltre il Frutto Proibito

Basta nudo di donna, l'arte delle fotografia va oltre il Frutto Proibito

i più visti
i blog di affari
Il governo detta la linea. E' giusta la diatriba tra tecnici e ministri
di Maurizio de Caro
'Italiani poveri via dalla Germania'. Eccola l'Unione europea dei capitali
di Diego Fusaro
Economia e management secondo Corsera e Bocconi. Una nuova collana editoriale
di Paolo Brambilla - Trendiest

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.