A- A+
Roma
Bannato da Facebook, il re del nudo toglie le foto e dichiara guerra

E' il re del nudo artistico. Un occhio dietro l'obiettivo che ha spogliato e trasformato in piccole opere centinaia di modelle e di “ragazze qualunque”, attirate dalla possibilità di avere sul proprio book una o più immagini senza veli e che ora dice addio a Facebook.

Luca de Nardo, un paradossale passato da marketing manager e content manager del web, nella sua seconda vita ha deciso di dire basta a Facebook e alle sue “Logiche di controllo”, dopo essere stato ripetutamente bannato, cioè espulso temporaneamente dal social per aver postato immagini che sono state paragonate alla pornografia. Come se quei nudi, ripresi nelle loro ombre e forme, e “sempre coperti “ nella parti intime, fossero spezzoni di film hard caserecci. E De Nardo sceglie affaritaliani.it per dire addio alla piattaforma social per eccellenza.
“Intanto lascio Fb nel senso che sto cancellando uno ad uno i miei post e le mie immagini. E questo perché trasloco su Tumblr dove c'è la vera libertà sia mentale che di opera”.

A lasciare Fb ci vuole coraggio, ma cosa è successo?
“Tutto inizia a fine luglio. Avevo già ricevuto una serie di ban, cioè di segnalazioni per il contenuti di alcuni messaggi e foto. Prima me ne hanno rimossa una, poi sono arrivate segnalazioni, poi i tre giorni poi i 7 giorni per un post in cui me la prendevo con l'inutile perbenismo della società e mi avevano punito. Quindi i 30 giorni. Il ban per cui sono stato punito non era di nudo, era una ragazza con le braccia intorno ai seni che li coprivano. Era più coperta di migliaia di selfie e di spazzatura che viene pubblicata ogni giorno. Poi mi hanno riazzerato le punizioni e quindi sono arrivate altre segnalazioni. Mai postato nudo visibile, sempre censurato, e si tratta di servizi usciti sui giornali. Segnalazioni e rimozioni, sino alla censura finale di due giorni fa, per cui siamo arrivati al punto in cui non ho finito il ban di 30 giorni che me ne hanno applicato uno da 7”.

Lei se la prende con Facebook ma non è che ha qualche nemico che ha deciso una campagna contro di lei?
“E' evidente che più d'uno con una serie di profili falsi sta utilizzando tecniche di flooding e quindi spara segnalazioni sempre sulla stessa foto. Ma questo non è grave; è grave invece che Fb non faccia neanche una verifica, così mi hanno inibito il secondo profilo”.

Quindi niente social?
“Ho provato a fare il giro intorno dopo lo sbarco su Tumblr dove ho caricato le mie immagini e ho pubblicato il link su Fb ma mi hanno bloccato anche i link”.

E' evidente che sulla piattaforma lei non è più gradito...
“Eh no. Perché Zukerberg vive con i nostri contenuti e ora siamo alla follia. Non hanno censurato una mia immagine ma un atteggiamento culturale e sociale. Mel mio post in cui replicavo alla censura scrivevo testualmente: “I catto laico italianucci” e poi spiegavo il loro atteggiamento nei confronti delle donne e del nudo per concludere con: “Impariamo ad aprire gli occhi e non perderci in cazzate”. Ebbene, il post è stato rimosso per la “limitazione con immagini di nudo e immagini sessuali o atti sessuali”.

Quindi che fa, dichiara guerra a Facebook?
“Intanto rimuovo tutte le ime immagini e i miei contenuti grazie ai quali ci guadagnavano bene. Io sono un granello di sabbia e ora quel piccolo granello li rimuove. Caro Fb non mi dai neanche la possibilità del contraddittorio, tu lavori su un processo di censura basandoti su segnalatori anonimi e quindi io me ne vado. Ci sarò ma senza contenuti. 30 mila follower non potranno più leggere o vedere.. E poi Youtube paga gli youtuber Facebook no”.

Dunque una crociata?
“No, una campagna. La mia campagna #nudeisnotporn E vediamo che succede. Anche se l'impressione e i rumors dicono che Zuckerberg sia in procinto di acquistare Tumblr in modo da invitare tutti ad andarsene per differenziare le piattaforme. I contenuti per tutti su Facebook, il resto su Tumblr. La mia è un'ipotesi ma vediamo se mi sbaglio”.

Luca De Nardo raddoppia Nudo nel ritratto di coppia

Luca De Nardo, re dell'eros, "distrugge la donna"

Tags:
banfacebookzukerbergluca de nardotumblrnudofotografianudo artemodellefotomodellehard#zukerberg#nudeisnotporn




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

L'Atac la licenzia, il Codacons la premia: Quintavalle romana modello. Il caso

L'Atac la licenzia, il Codacons la premia: Quintavalle romana modello. Il caso

i più visti
i blog di affari
Giuseppe Prinetti espone a Milano, in via Santa Marta 8a, il 27 e 28 novembre
di Paolo Brambilla - Trendiest
La presenza scenica: come può cambiare l’approccio al canto
di Giancarlo Genise
Comandare un robot con la forza del pensiero
di Maurizio Garbati

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.