A- A+
Roma
Case di riposo: anziani insieme come conviventi. L'ultima promessa del Comune

Anziani in casa come conviventi. È l'ultima promessa del Comune M5S, che, attraverso la nuova delibera, promette un "graduale superamento delle Case di Riposo".

 

Attraverso un comunicato il Campidoglio annuncia la "riorganizzazione del sistema di residenzialità", ovvero l'introduzione di piccole strutture, che sulla carta dovrebbero mettere al centro i bisogni di ogni singolo ospite. Insomma, eliminare, gradualmente, le Case di Riposo a favore di servizi personalizzati per ogni anziano. "È fondamentale contrastare fenomeni come solitudine e isolamento sociale tramite percorsi in grado di mantenere l’autonomia - spiega Laura Baldassare, assessore alla Persona, Scuola e Comunità Solidale -  Per questo puntiamo con decisione sull’idea di persona anziana quale soggetto attivo”.

La delibera sancisce il mantenimento dei 104 posti dell'attuale sitema, ampliandolo, secondo le previsioni, di altri 2018 per un totale di 302 posti. Le così dette "nuove soluzioni" non saranno infatti obbligatorie, ed i luoghi tradizionali continueranno ad accogliere le persone bisognose di una Casa di Riposo.

Nei piani del Comune ci sarebbero infatti la realizzazione di diverse strutture di accoglienza, a gestione familiare oppure in semiautonomia, destinate ad ospitare fino ad un massimo 12 persone. Due le tipologie previste:

"Cohousing: si tratta di convivenze di un numero non superiore a sette persone anziane in abitazioni civili, con presenza di spazi e attrezzature comuni che consentano comunque anche soluzioni abitative autonome".

Ovvero anziani "coinquilini", come studenti universitari o giovani lavoratori. Persone differenti, senza alcun legame, che condividono la casa (abitazione civile, quindi non del Comune).

Poi, c'è la "comunità alloggio":

"È una struttura residenziale con ricettività tra i sette e i dodici ospiti che eroga servizi socio assistenziali - si legge nella nota del Comune - finalizzati al mantenimento e al recupero dei livelli di autonomia".

 

La rivoluzionaria scommessa del Campidoglio, altro non è che un incentivo alla convivenza tra anziani. Un'idea finalizzata ad incrementare la qualità della vita e a creare maggiori opportunità di condivisioni, all'interno di una fascia di età generalmente soggetta a solitudine ed isolamento sociale.

Tags:
case di riposoanzianiprivaticomunedeliberacampidogliom5sroma


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Chi parla male di Atac viene licenziato, via Micaela Quintavalle, è ufficiale

Chi parla male di Atac viene licenziato, via Micaela Quintavalle, è ufficiale

i più visti
i blog di affari
Decreto Salvini, si chiama Mattarella, non mattarello
di Angelo Maria Perrino
Cara Milano, <i>Versace</i> da bere. Il creativo? E' a servizio del profitto
di Maurizio de Caro
A Bruxelles il nuovo ordine erotico genderizzato
di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.