A- A+
Roma

La Procura di Roma ha aperto un'inchiesta sul caos nel settore bagagli che ha coinvolto l’aeroporto di Fiumicino per accertare se siano stati commessi reati ai danni della comunità in seguito allo sciopero bianco messo in atto dai dipendenti delle società che lavorano all'interno del principale scalo aeroportuale romano.

"I viaggiatori rimasti senza bagaglio chiederanno il conto ai responsabili degli illeciti – afferma il presidente del Codacons Carlo Rienzi – Consigliamo pertanto ai lavoratori di attuare altre forme di protesta, senza utilizzare i passeggeri come ostaggio rovinando loro le vacanze e lasciandoli senza i propri beni personali, perché il danno finora arrecato all’utenza è enorme e del tutto ingiustificato, e se saranno accertate violazione di illegittimità sarà inevitabile una azione di massa del Codacons per conto dei viaggiatori".

Nel giorno della firma dell'accordo tra Alitalia e Etihad il timore di una astensione di massa del personale di terra, tra i più colpiti dai tagli previsti dal piano industriale: centinaia di certificati medici sono pronti per essere consegnati all'ufficio del personale e la protesta rischia di paralizzare l'aeroporto Leonardo da Vinci proprio nel weekend di massima affluenza tra arrivi e partenze.

Ecco lo scenario descritto da un lettore di Affaritaliani.it che ha voluto raccontare la sua personale odissea mercoledì scorso quando era in corso il terzo giorno di sciopero bianco: “Sono atterrato ieri sera a Fiumicino e ora ci sto tornando - scrive Filippo Consales ad Affaritaliani.it - In quell'aeroporto di merda ho trascorso oltre 5 ore, fino all'1 di notte, in attesa di un bagaglio che non è mai arrivato, in attesa di avere qualche informazione prima e di poter presentare denuncia di smarrimento poi. Ma la mia pazienza era già stata messa a dura prova, a Catania, da altre due ore di attesa prima di partire.
A Roma poi l'epilogo di una giornata storta: lo sciopero del personale aeroportuale ha fatto sì che le consegne dei bagagli avvenissero come una lotteria, una caccia al tesoro da fare tra i vari nastri. Senza nessuna indicazione, senza nessuno che ti dicesse cosa fare. E così l'assistenza clienti è stata presa di mira. Una fila lunghissima e ininterrotta che fino alle 2 di notte ha cercato informazioni sul proprio bagaglio. Una signora di 80 anni mi ha chiesto di aiutarla: non sapeva cosa fare, dove andare e spesso si stancava di attendere in piedi e così io facevo la fila anche per lei. Nessuno di Alitalia le ha offerto una bottiglietta d'acqua, dato un'informazione. Così come ai tanti turisti presenti. Ogni tanto qualcuno esultava per il ritrovamento del proprio bagaglio.
Qualche sudamericano, invece, guidava una sorta di revolucion con l'intento di raggiungere direttamente il magazzino al grido "volemos los bagajes". Tre hostess hanno fatto il loro lavoro e scioperare è un diritto ma c'è chi ha gestito l'emergenza in maniera superficiale. Dopo una fila interminabile ho lasciato Fiumicino assieme alla vecchietta. Ho preso una navetta che pisciava acqua dal soffitto e bagnava tutti. Qualche straniero, stordito dalla situazione, ha vagabondato per l'aeroporto tutta la notte. Io dopo aver dormito a casa, sto andando di nuovo lì. E mi viene in mente mio fratello che sta a Budapest e tanti altri ragazzi come lui. Penso ai più giovani e do loro un consiglio: se potete lasciate questo Paese senza prospettive, ma non con un volo Alitalia”.

Tags:
fiumicinoprocurainchiestabagagli




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Miracolo a Fregene, il Singita torna agli anni '70: hippie e pioggia di fiori

Miracolo a Fregene, il Singita torna agli anni '70: hippie e pioggia di fiori

i più visti
i blog di affari
E Di Maio rivendicò la premiership
di Angelo Maria Perrino
O torna il governo pentaleghista o diamo la parola agli italiani
di Angelo Maria Perrino
Reddito di Cittadinanza: la possibilità di utilizzarlo per spese mediche
di Anna Capuano

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.