A- A+
Roma
Club per scambisti, “Coppie schedate”. Esplode la rivolta del sesso “libero”

Club per coppie scambiste: dovrebbe essere una sorta di isola della libertà totale, invece non solo la privacy è una chimera, ma c'è anche qualche locale che scheda le coppie e applica poi rigidissime regole di marketing: chi parla male del locale – o poco bene - viene escluso.

 

La denuncia arriva dal portale, diciamo di settore Modern Life Style, un sito informativo-riflessivo alimentato dalla passione per il naturismo e dalla voglia di condividere esperienze sessuali trasgressive. Educato e ben scritto, MlS ha aperto una crociata contro i gestori dei locali “a tema” che conservano i dati personali ben oltre l'obbligo di legge imposto dall'Agenzia delle Entrate al cosiddetto “libro soci”. Già, perché i locali che organizzano la loro attività “libertina”, sono associazioni votate alla cultura.


E su Modern Life Style, si legge: “Vi voglio raccontare un episodio inquietante che se  da un lato è la riprova che su MlS si scrive in maniera indipendente e seria, per altro verso evidenzia palesemente quanto siete esposti a rischi di utilizzo improprio fornendo i vostri dati ai club privé. Non farò nomi per evitare di esacerbare una situazione abbastanza ridicola in sé, di cui non ero nemmeno a conoscenza, che tuttavia apre molti interrogativi, in particolare sulla gestione di dati personali sensibili. Trattandosi di un periodo un po’ particolare ho deciso al volo, assieme ad un amico, di prenotare un week end in un resort  trasgressivo. Il pacchetto proposto dalla struttura prevedeva: sabato in SPA/Piscina, cena, serata in privè, accomodamento alberghiero, colazione; domenica in SPA/piscina fino alle 20,00. Costo per due persone € 560. Blocco telefonicamente  il tutto e attendo mi inviino le informazioni per pagare l’acconto come concordato tramite postepay. Mi arriva quasi subito un messaggio in cui viene chiesto “per formalizzare la prenotazione”  il mio nome e di quello del mio amico; che puntualmente comunico. A distanza di 15 minuti, con mia enorme sorpresa,  arriva un'altra comunicazione nella quale viene testualmente scritto. 'Siamo spiacenti ma ricordandoci del suo articolo la vostra presenza sarebbe elemento di non tranquillità e quindi x tale motivo la vostra richiesta di prenotazione non può essere accolta'.
Ovviamente tutto a mezzo sms”.


L'INDAGINE PERSONALE
“Incuriosito su cosa mai avessi potuto scrivere di così terribile che addirittura avesse indotto qualcuno a ricostruire la mia identità partendo dal nick con cui mi presento su web, sono andato a rivedere l’articolo, peraltro RISALENTE AL 2014. La rappresentazione del posto era in luci ed ombre, sicuramente non negativa, anzi. Ovviamente, come sempre su MLS, non si trattava di pubblicità, come invece vorrebbero i gestori. Una moderata critica costruttiva che avrebbe dovuto indurre a migliorare certi aspetti non a etichettare come “nemico” chi l’aveva scritta. La cosa più grave è che io non sono più associato di quel locale dalla fine del 2014 e loro avrebbero dovuto non utilizzare più i miei dati per le finalità per cui erano stati forniti, invece mi hanno schedato! Personalmente non mi importa nulla di frequentare un posto in cui non sono gradito, né metto in discussione la potestà di selezione, anche quando mi riguarda direttamente. Tuttavia, credo, correttezza avrebbe consigliato una email di chiarimento già nel 2014, in cui mi si rappresentava il disturbo e l’eventuale fraintendimento da cui nascevano alcune critiche sulla gestione e sul locale, ripeto invero non gravi. Purtroppo questi signori non solo non sanno gestire e accettare la critica costruttiva, nemmeno riproponendosi l'opportunità con la mia presenza sul posto, preferiscono mettere al testa sotto la sabbia ma, devono farlo senza violare la legge. Ricordo a tutti che la privacy è intoccabile e che questo pericoloso precedente deve far capire che nel contesto dei club non è affatto vero che viene rispettata come vorrebbero farvi credere. Questa storia delle tessere è una vergogna italiana”.


IL DUBBIO SULLA SCHEDATURA
“Cosa voi siate sugli schedari dei club privé non lo potrete mai sapere, faccio un esempio: coppia che va con singoli, coppia che vuole solo coppie, coppia con lui gay, singolo appartenente alle forze dell'ordine, singolo bisex, amante dei transessuali etc etc... Personalmente verificherò se esiste una tutela perchè ho della documentazione ma tutti gli altri? I vostri dati personali sono in mano a qualcuno che ne può  fare uso improprio per ben 5 anni, anche quando avete magari cambiato idea o partner”.

Tags:
scambistisessoclubhotcoppiemodern life styleschedatiincontri

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Miss Teenager, sempre brave e belle: Finale revolution, original e social

Miss Teenager, sempre brave e belle: Finale revolution, original e social

i più visti
i blog di affari
Pace fiscale, un atto civile e di welfare nazionale. Ecco perché
di Alberto De Franceschi
Migranti assunti per combattere il caporalato. E i giovani italiani?
di Diego Fusaro
Intervista sulla Cina. Come convivere con la nuova superpotenza globale.
di Paolo Brambilla - Trendiest

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.