A- A+
Roma
Condannato lo stalker dello scrittore Arrighi

Federico Calunzo, imputato di atti persecutori (stalking) per aver pedinato, ossessionato e minacciato Gianluca Arrighi, ha patteggiato davanti al GIP un anno e sei mesi di reclusione con la sospensione condizionale della pena, evitando in tal modo il giudizio immediato fissato per il prossimo 21 settembre davanti al Tribunale di Roma.
Arrighi, difeso dall’avvocato Emanuela Santarelli, ha scelto di non costituirsi parte civile. “Nei confronti di questa persona non provo rabbia, ma solo molta pena”, ha dichiarato Arrighi. “Comprendo il suo tormento, ma quando ho iniziato a temere per la mia famiglia non ho potuto evitare di denunciarlo. Spero che adesso abbia compreso gli errori commessi e che eviterà di ripeterli in futuro. Non ho comunque nessun rancore, lo perdono e gli auguro maggiore fortuna per i suoi scritti”.

Tags:
stalkinggianluca arrighi
Loading...





Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Roma, la Raggi sfida i sindacati: Multiservizi licenzia 3.500 dipendenti

Roma, la Raggi sfida i sindacati: Multiservizi licenzia 3.500 dipendenti

i più visti
i blog di affari
L'incarico a Benny Gantz, ma Tel Aviv rischia il terzo ritorno alle urne
di Bepi Pezzulli
L'emergenza climatica? Forse una notizia del diavolo
di Ernesto Vergani
La Chiesa non è merce di scambio ma il Papa si è piegato al capitale
di Diego Fusaro

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.