A- A+
Roma
Condominio: da incubo ad occasione. Il building manager è il lavoro del futuro

Condominio, da incubo ad opportunità. Nasce il building manager, il lavoro del futuro.

 

L'Anapic, Associazione Nazionale Amministratori Professionisti Immobili e Condomini, sbarca a Roma e lancia la figura del “building manager”. Dai temi normativi a quelli fiscali, passando per gli aspetti ambientali e urbanistici, fino a quelli che riguardano la comunicazione e la laedership: la chiave di svolta per formare l'amministratore di condominio 3.0 è la formazione.Lo stimolo all'avvio di una vera e propria “rivoluzione” della cultura condominiale arriva dall'Anapic, associazione nata nel 2012 a Milano guidata da una giovane professionista donna, Lucia Rizzi, pronta a un tour in giro per l'Italia. Nell'ambito del convegno organizzato a Roma “L'amministratore di condominio alla luce delle normative vigenti: il nuovo building manager” lunedì 16 aprile presso l'Hotel Cicerone di Roma, l'associazione ha fatto il punto sui temi più urgenti.Spiega Lucia Rizzi, presidente nazionale Anapic: “Secondo uno studio dell'Anapic, il numero di controversie condominiali si attesta in circa 2 milioni e di questi 200mila vengono dibattuti davanti a un Tribunale. Anapic vuole rivoluzionare l'idea di un condominio considerato incubatore di liti e grattacapi e la soluzione è formare professionisti che siano veri e propri buiding manager”.“La chiave di svolta sarebbe iniziare a formare i ragazzi sui banchi di scuola”, spiega Lucia Rizzi. “Anche perchè, quella dell'amministratore di condominio, potrebbe rappresentare per molti un'opportunità professionale. Che ci piaccia o no, il condominio esisterà sempre e c'è bisogno sempre di più di persone qualificate che considerino questo lavoro non un passatempo o una seconda attività da fare nei ritagli di tempo, ma una vera e propria professione”.A seguito della nuova Riforma Condominiale in vigore dal 18 Giugno 2013, la figura dell’amministratore si è arricchita di responsabilità.

“L'amministartore dovrebbe contribuire alla valorizzazione del fabbricato, azzerando il fenomeno del degrado dello stabile, e migliorando il comfort abitativo”, spiega Rizzi. Per quanto riguarda la città di Roma, che conta circa 155mila fabbricati, “la priorità è la riqualificazione degli edifici, molti dei quali vecchi e mal manutenuti, soprattutto per quanto riguarda gli impianti”.E poi c'è il capitolo liti e beghe condominiali: “il fenomeno dello stalking condominale è sempre più diffuso perché manca una cultura della collettività e perchè chi deve gestire, a volte non è in grado di farlo. Motivo per cui è essenziale che gli amministratori frequentino corsi e aggiornamenti che li rendano capaci di gestire le controversie, anche dal punto di vista della comunicazione”, conclude Lucia Rizzi.

Tags:
condominiobuilding managerlavoroanapicamministratore condominioroma

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Miss burlesque, il talent show è sexy e ironico. Follia piume e giarrettiere

Miss burlesque, il talent show è sexy e ironico. Follia piume e giarrettiere

i più visti
i blog di affari
Curare i pazienti non conviene, lo spiega Goldman Sachs
di Andrea Pensotti
Brindisi. "SaloneNautico Cashback Card”. Un'esclusiva Cashback World.
di Paolo Brambilla - Trendiest
Design Week e Regione Lombardia. Esposta la barca a motore elettrico "Ernesto"
di Paolo Brambilla - Trendiest

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.