A- A+
Roma

Quella che emerge dagli atti dell'inchiesta su Mafia Capitale è un'associazione di stampo mafioso. Ne è convinta la sesta sezione penale della Cassazione, come si evidenzia nelle motivazioni delle sentenze, depositate, con cui il 10 aprile scorso vennero rigettati i principali ricorsi di numerosi personaggi coinvolti nell'indagine, tra cui Salvatore Buzzi.
"Ai fini della configurabilità del reato di associazione per delinquere di stampo mafioso - scrive la Suprema Corte - la forza intimidatrice espressa dal vincolo associativo dalla quale derivano assoggettamento ed omertà puo' essere diretta tanto a minacciare la vita o l'incolumità personale, quanto, anche o soltanto, le essenziali condizioni esistenziali, economiche o lavorative di specifiche categorie di soggetti".
Per i giudici di piazza Cavour, che affermano nelle sentenze un nuovo principio di diritto, "ferma restando una riserva di violenza nel patrimonio associativo, tale forza intimidatrice può venire acquisita con la creazione di una struttura organizzativa che, in virtù di contiguità politiche ed elettorali, con l'uso di prevaricazioni e con una sistemica attività corruttiva, esercita condizionamenti diffusi nell'assegnazione di appalti, nel rilascio di concessioni, nel controllo di settori di attività di enti pubblici o di aziende parimenti pubbliche, tanto da determinare - si spiega nelle sentenze - un sostanziale annullamento della concorrenza o di nuove iniziative da parte di chi non aderisca o non sia contiguo al sodalizio".

CARMINATI IL DOMINUS. La sesta sezione penale della Cassazione, nelle sentenze con cui convalida l'impianto accusatorio della Procura di Roma per l'indagine Mafia Capitale scive: "Una complessa organizzazione" definita "a raggiera" o "a reticolo" al cui "vertice e' stato individuato Massimo Carminati". . I giudici di 'Palazzaccio' parlano di "articolazioni settoriali", "non rigidamente suddivise" ma "connotate da numerose interconnessioni fra le diverse aree di intervento e i vari sodali che ne hanno preso parte e sostanzialmente unificate dalla preminente figura di Carminati".

Tags:
mafia capitalecassazioneassociazione mafiosa

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Bambino Gesù, “Fermate l'ospedale mostro a Palidoro”. L'appello ambientalista

Bambino Gesù, “Fermate l'ospedale mostro a Palidoro”. L'appello ambientalista

i più visti
i blog di affari
Pace fiscale, un atto civile e di welfare nazionale. Ecco perché
di Alberto De Franceschi
Migranti assunti per combattere il caporalato. E i giovani italiani?
di Diego Fusaro
Intervista sulla Cina. Come convivere con la nuova superpotenza globale.
di Paolo Brambilla - Trendiest

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.