A- A+
Roma
Corruzione, Ricucci e Lo Conte restano in carcere per sentenze pilotate

Cene e serate per pilotare sentenze, l'immobiliarista Stefano Ricucci e il socio Liberato Lo Conte restano in carcere.

 

Lo ha deciso il tribunale del riesame, che ha rigettato la richiesta dei due arrestati per corruzione. Il tribunale si è invece riservato di pronunciarsi sull'istanza con la quale la difesa ha chiesto la revoca degli arresti domiciliari per il giudice della Commissione Tributaria Regionale, nonché del Consiglio di Stato, Nicola Russo. Anch'egli accusato dello stesso reato in relazione ai favori, cene e serate, ricevute per pilotare una sentenza favorevole alla Magiste Real Estate Property, società di Ricucci, nella causa persa in primo grado contro l'Agenzia delle Entrate.

Tags:
corruzionericuccilo contecarceresentenzeroma


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

La Democrazia Cristiana c'è. Roma, Stati generali per riunificare il partito

La Democrazia Cristiana c'è. Roma, Stati generali per riunificare il partito

i più visti
i blog di affari
Matera, l'elogio stonato di Proietti alla mondializzazione
di Diego Fusaro
Il ritorno in campo di Berlusconi? Docile servitore dei suoi aguzzini
di Diego Fusaro
La prospettiva economica 2019 secondo Alessia Potecchi. Stagnazione o ripresa?
di Paolo Brambilla - Trendiest

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.