A- A+
Roma
Detenuti contro le buche. Raggi preferisce i carcerati ai volontari

Buche a Roma: i detenuti ripareranno le strade della Capitale ma l’associazione no profit Tappami vede nell’iniziativa l’ennesimo slogan politico della Raggi.

Il protocollo firmato tra Autostrade per l'Italia, il ministero della Giustizia, Roma Capitale e il dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria ha come obiettivo quello di riqualificare le strade romane attraverso il lavoro dei detenuti di Rebibbia che verranno formati in carcere e presso scuole di formazione per una durata di due mesi e mezzo, al termine dei quali otterranno un attestato professionale.

L’associazione Tappami, che nel corso degli anni ha chiuso 5mila buche grazie al volontariato dei romani, plaude al progetto di riabilitazione ma, tramite la propria pagina Facebook, polemizza sulle reali intenzioni del Campidoglio.

“Il problema delle buche – dichiara il fondatore Cristiano Davoli – è una minaccia concreta e, purtroppo, già sperimentata, per la vita e la sicurezza degli utenti delle strade. Ben venga, perciò, qualsiasi iniziativa che concorre a ridurlo. Tanto più dove, al beneficio diretto per il manto stradale, si sommi quello della riabilitazione e della formazione lavorativa per i detenuti che dovranno essere re-inseriti nella società dopo aver scontato la pena”.

“Se però, dal punto di vista dell’Amministrazione Carceraria, questo è un ottimo progetto, non lo è, parimenti, per la città di Roma - continua Davoli - Il fatto che il Campidoglio lo presenti come una risposta all’emergenza buche, sottolinea una volta di più il ricorso agli slogan per mascherare la colpa dell’immobilismo. Nello stesso tempo in cui il Sindaco Virginia Raggi firmava il protocollo di intesa, infatti, continuava a rifiutare la partecipazione di decine di cittadini pronti a contribuire a titolo totalmente volontario e gratuito”.

Dal giugno del 2015, infatti, i volontari di Tappami sono intervenuti sulle buche segnalate dai residenti. L’associazione si autofinanzia per formare, assicurare e fornire materiali, a costo zero per le casse comunali, con un’unica richiesta: “l’inserimento da parte del Comune, dei suoi sforzi all’interno di una Convenzione che riconosca la sinergia tra Pubblico e società civile e che metta in piedi l'albo dei volontari civici al Comune”.

Da anni il Sindaco rifiuta di riconoscere la legittimità del volontariato. Ora che anche i detenuti ricevono il riconoscimento morale che ai volontari è negato, non ci possono più essere dubbi sul fatto che il problema, per il Sindaco Raggi, sia proprio il volontariato. Non si può più parlare di incompetenza, ma di esclusione voluta. Più il tempo passa, più persone rischiano di fare incidenti sulle strade martoriate della capitale. Quelle buche rimarranno nonostante tutte le trovate propagandistiche. Siccome la soluzione c’è, a costo zero, il continuare ad ignorarla sabotando la collaborazione tra cittadini e istituzioni è un atto del quale il Sindaco porterà sempre la responsabilità. Ci viene da dire - conclude Davoli - che per fare il volontario a Roma tocca farsi arrestare!"

Tags:
bucheromavirginia raggicarcereprigionerebibbiaautostrade per l'italiacampidogliotappami





Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Roma: dopo due anni e mezzo M5S si ricomincia a tagliare l'erba e le siepi

Roma: dopo due anni e mezzo M5S si ricomincia a tagliare l'erba e le siepi

i più visti
i blog di affari
Collo e décolleté: tutti i segreti per contrastare i segni del tempo
di Simone Michelucci
Alberto Pezzini rilancia il turismo a Sanremo con "Futura Sanremo"
di Paolo Brambilla - Trendiest
Genitore 1 e genitore 2? Siamo tutti atomi unisex pansessuali e panconsumisti
di Di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.