A- A+
Roma
Documenti veneti, ma accento napoletano: fermata la truffatrice delle Poste
A voler essere proprio pignoli, al momento manca un riferimento per le lingue orientali come il russo e tutte le sue derivazioni, che avrebbe fatto comodo alle badanti presenti in città (anche se il fenomeno dell’assistenza domestica è ancora difficile da quantificare: che la mancanza sia dovuta a questo?). C’è da dire, però, che la Posta di via Lomazzo al momento è solo un progetto pilota, una sperimentazione che – se dovesse funzionare e avere successo – potrebbe essere replicata: entro la fine del 2015, Poste Italiane è pronta ad aprire un altro ufficio multilingue, se necessario. Del resto la strada verso l’integrazione passa anche da piccole cose come queste, e per una città come Milano – che sull’argomento è sempre stata in prima linea – offrire un servizio utile e disegnato intorno alle esigenze degli utenti non è mai stato un problema, no?

Era già riuscita a truffare altri due uffici postali sul territorio di Roma, ma i dipendenti della sede di Tomba di Nerone non si sono fatti abbindolare. A scatenare i primi dubbi sulla vera identità della donna, un particolare prezioso: pur presentando documenti in cui risultava essere nata e residente a Padova, non riusciva a nascondere un pesante accento napoletano.

 

Dopo aver effettuato i primi controlli, i dipendenti della posta hanno avuto la certezza di trovarsi di fronte a una truffatrice. La foto sulla falsa carta d'identità corrispondeva a quella utilizzata per altri due colpi agli uffici postali romani.
La donna si era presentata agli sportelli di via Grottarossa sostenendo di voler aprire un conto a suo nome.
Ad intervenire sul posto sono stati gli agenti del reparto Volanti e del commissariato Villa Glori che hanno bloccato la 27enne mentre si stava allontanando e l'hanno identificata. Come avevano presunto i dipendenti della posta, Z.M. è nata e cresciuta a Napoli.  Ora dovrà rispondere dei reati di possesso di documento falso, tentata truffa, sostituzione di persona, falsa attestazione della propria identità e ricettazione.

 

Tags:
truffapostatomba di neronenapoletanaaccentovenetopadovascambio d'identitàdocumenti falsi




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Raggi assolta, era previsto da Beatrice241. Ma con la legge non è finita

Raggi assolta, era previsto da Beatrice241. Ma con la legge non è finita

i più visti
i blog di affari
Il Nord che teme la meridionalizzazione del Paese
di Ernesto Vergani
La comunicazione nel canto e del corpo: 3 cose da sapere
di Giancarlo Genise
Amori IncondizioNATI. Mostra fotografica a cura di Francesca Musarò
di Paolo Brambilla - Trendiest

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.