A- A+
Roma
Gay Pride, lettera al vicario di Roma: “Provocatorio, blasfemo e offensivo”
Advertisement

Gay Pride di Roma come capriccio, blasfemo ed offensivo. I fedeli del Comitato San Filippo Neri lanciano per il 9 giugno il contro-corteo per chiedere perdono a Dio.

 

Una manifestazione per il "ravvedimento delle percorelle smarrite". Così in una lettera al monisgnor Angelo De Donatis, vicario di Roma, il comitato chiede una presa di posizione della diocesi capitolina, chiamata in causa davanti allo "spettro" del Gay Pride di Roma, manifestazione dei diritti della comunità Lgbt: "Noi che siamo insensibili alle stravaganze di quegli uomini che antepongono i propri capricci ai diritti di Dio, - si legge nella lettera - ci rivolgiamo a Lei. La Diocesi di Roma, irrigata dal sangue benedetto di innumerevoli martiri, il prossimo 9 giugno sarà sfigurata dal provocatorio corteo del Gay Pride con scandalo delle anime semplici e dei piccoli. Nonostante la nostra indegnità nel fregiarci del glorioso titolo di cristiani sentiamo il dovere di riparare e di consolare l’afflitto Cuore di Nostro Signore Gesù Cristo. L’insegnamento di Pio XI espresso nella Miserentissimum Redemptor è chiaro: 'Quanto poi sia urgente, specialmente in questo nostro secolo, la necessità della espiazione o riparazione, non può ignorarlo chiunque con gli occhi e con la mente, come dicemmo prima, consideri questo mondo 'tutto sottoposto al maligno''.

 

"Il neocostituito Comitato San Filippo Neri ha organizzato per lo stesso giorno del Gay Pride, una Processione di riparazione pubblica per impetrare il perdono di Dio e scongiurare i castighi che potrebbero abbattersi sulla società a causa delle blasfemie, delle nefandezze e delle esecrande offese che verranno rivolte al Creatore in quel triste giorno -  annunciano ancora gli organizzatori - Essendo il Roma Pride una pubblica rivolta contro Dio e l’ordine naturale delle cose, richiede una risposta altrettanto pubblica e proporzionata all’onta arrecata. Siamo peccatori e anche servi inutili ma riteniamo urgente rivolgerci a Lei: i lupi stanno attaccando il gregge a cui Nostro Signore Gesù Cristo ha affidato la custodia. Lei rappresenta il Romano Pontefice in questa Diocesi: La imploriamo di prendere una posizione chiara in merito. Non ci lasci soli, ci dia la Sua benedizione, incoraggi i fedeli ad accorrere armati di Rosario alla nostra iniziativa di preghiera, ribadisca ciò che il Catechismo Cattolico insegna sulla sodomia per spingere al ravvedimento quelle pecorelle smarrite che hanno fatto del proprio vizio un motivo di orgoglio. La ricordiamo nelle nostre umili preghiere e La salutiamo in Cristo Re e Maria Regina".

Tags:
gay prideletteravicario romablasfemiaoffesediochiesasan filippo neri




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Roma, prostituzione maschile nel parco di Villa Pamphili: scoperto un giro

Roma, prostituzione maschile nel parco di Villa Pamphili: scoperto un giro

i più visti
i blog di affari
Le novità dell'esame di stato 2019
Lo spread sale e “loro” godono come ricci
di Angelo Maria Perrino
Manovra: al via la guerra finanziaria, lotta di classe a colpi di spread
di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.