A- A+
Roma
Giovanni Toti sbarca a Roma: il nuovo centrodestra sulle ceneri di FI

di Fabio Carosi

Forza Italia celebra il congresso romano e la base prepara il grande tradimento. Pace sia sino alle Europee, poi la cannibalizzazione del partito di Berlusconi partirà proprio da Roma. E' qui che mercoledì 17, al riparo dei Castelli Romani arriva il governatore della Liguria Giovanni Toti che ufficialmente si presenta al teatro Alba Radians di Albano Laziale “per un'analisi aperta e partecipata della situazione politica attuale”.

Dietro le parole dell'invito formale, si nascone una nuova iniziativa politica che punta a saldare alcuni esponenti di Forza Italia con il presidente Toti, colui che ha chiaramente detto che dopo le elezioni si staccherà da Forza Italia per creare un nuovo soggetto politico. E chi sono i romani che tendono la mano al Governatore in fuga da Fi? Due vecchie volpi del potere romani, uno è il consigliere Adriano Palozzi, primo degli eletti nel Lazio 13.560 preferenze e l'altra volpe è Francesco Aracri, già consigliere regionale, assessore, deputato e poi senatore, costretto a rimanere fermo alle passate elezioni ma mai domo.

Palozzi&Aracri pesano più o meno 20 mila voti, la maggior parte dei quali raccolti in provincia dove hanno uno zoccolo duro che garantisce presenza ai seggi e preferenze e ora aprono a Toti e al suo progetto, portando in dote un consenso elettorale di non poco conto.

E Toti? Non solo sarà al teatro il cui nome è un'evocazione (alba radiante) ma anche un puntello con il quale il Governatore della Liguria punta a costruire un presidio romano pronto a tutto pur di cambiare le regole interne di Forza Italia, quelle che stanno segnando la morte del partito romano per asfissia. A partire da Antonio Tajani la cui fronda ogni giorno prende sempre più corpo.

Scrivono Aracri e Palozzi: “Saranno presenti cittadini, esponenti politici e amministratori del nostro territorio per parlare di crescita, famiglia, sviluppo, meno tasse e più lavoro. È necessario tornare a dare voce a un pezzo di Italia che vuole continuare a riconoscersi in un centrodestra riformista, liberale ed europeo”, e danno un nome all'iniziativa: Officine Futuro, “un laboratorio di idee e di persone che, rapportandosi quotidianamente con i territori e i suoi rappresentanti, intende elaborare e raccogliere soluzioni e proposte per un centrodestra realmente partecipato, meritocratico e radicato, quindi più vicino ai bisogni delle famiglie”. Cioè lontano da Forza Italia così come è rimasta dopo l'ultima batosta elettorale.

Commenti
    Tags:
    giovanni totiforza italiaantonio tajanielezioni europeealbanoadriano palozzifrancesco aracri
    Loading...




    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Rifiuti, A2A brucia Acea: inceneritore vista Capalbio, esplode rivolta local

    Rifiuti, A2A brucia Acea: inceneritore vista Capalbio, esplode rivolta local

    i più visti
    i blog di affari
    Michela Golia. "Storie di una bambina precoce". Casa Editrice Albatros il Filo
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    La geopolitica di Macron, Brexit il kick-off all'autonomia strategica UE
    di Bepi Pezzulli
    CHI HA TEMPO NON ASPETTI TEMPO
    di Angelo Andriulo

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.