A- A+
Roma
Giubileo, mille detenuti verso San Pietro: il Papa telefona ai condannati

Mille detenuti provenienti dalle carceri italiane e 35 provenienti da carceri spagnole parteciperanno domenica prossima al Giubileo dei carcerati che Papa Francesco celebrerà in San Pietro.


“Non solo coloro che beneficiano di permessi, ma anche detenuti accompagnati per l'occasione grazie alla disponibilità del Dap e anche alcuni ergastolani”, fa sapere il Vaticano. Ci saranno poi 3 mila altre persone tra ex carcerati, familiari di detenuti, polizia penitenziaria e volontari.

Un'occasione per ascoltare la voce di chi vive o ha vissuto dietro le sbarre: “Come preparazione alla celebrazione,  saranno presentate quattro testimonianze di chi è passato attraverso o orbita intorno al mondo delle carceri”, spiega Fisichella.  C'è, infatti, chi durante la carcerazione sperimenta la conversione spirituale,  c'è il fratello della vittima di un omicidio che racconterà il perdono e le sue fasi, c'è un giovane minorenne che sta scontando la sua pena e, infine, un agente della Polizia Penitenziaria, che quotidianamente è a contatto con i detenuti.

Dunque, il tema della misericordia resta il filo conduttore: “non solo una parola teorica, ma una genuina azione quotidiana che rappresenta spesso una vera sfida esistenziale” sottolinea Fisichella. Durante la messa, inoltre, "il servizio liturgico sarà svolto dai detenuti. Le ostie che saranno utilizzate per la santa Messa sono state prodotte nel carcere di Opera di Milano, nell'ambito del progetto "Il Senso del Pane".
Un'iniziativa che non si ferma alla Capitale. Nei mesi scorsi, infatti, il Vaticano si è preoccupato di segnalare l'iniziativa alle Conferenze Episcopali di tutto il mondo, ottenendo un'eco considerevole.

Un tema, quello delle carceri e dell'espiazione della pena particolarmente caro a Bergoglio. "Più volte il Papa si è messo in contatto telefonico nei mesi scorsi con i condannati a morte. E questa sua vicinanza a loro non finirà con il termine del Giubileo", rassicura il monsignore.

Intanto, però, l'anno giubilare sta per concludersi e, per il Vaticano, è il momento di tirare le somme. "Il Giubileo della Msericordia non è stato un flop”, sottolinea il delegato. “Abbiamo raggiunto i 20 milioni di pellegrini che hanno varcato la Porta Santa a San Pietro. Sabato 22 ottobre è stato raggiunto il numero più alto di partecipazione di pellegrini per un'Udienza giubilare: ben oltre 93.000, tra via della Conciliazione e Piazza San Pietro". Fisichella smorza così ogni polemica sui numeri e sulla partecipazione all'evento.

"Le notizie non si fanno con la fantasia o spettegolando con qualche ufficiale della Curia Romana", ha detto il presule promettendo dichiarazioni assai polemiche a fine Giubileo sui numeri ma anche sulla difficoltà creata forse dalle misure di sicurezza. Intanto, si preparano gli ultimi incontri: “Nei giorni di venerdì 11, sabato 12 e domenica 13 novembre, sarà celebrato il Giubileo delle Persone Socialmente Escluse.

Persone, cioè, che a causa di diversi motivi, dalla precarietà economica a varie patologie, dalla solitudine alla carenza di legami familiari, hanno difficolta' a inserirsi nel tessuto sociale e finiscono spesso con il rimanere ai margini della società, senza una casa o un posto dove abitare". Proprio “gli invisibili”, coloro che incontriamo ogni giorno e che “spesso i nostri occhi non vogliono vedere, guardando altrove". "I circa 6 mila partecipanti - ha aggiunto - provengono da Paesi diversi: Francia, Germania, Portogallo, Inghilterra, Spagna, Polonia, Olanda, Italia, Ungheria, Slovacchia, Croazia e Svizzera".

 

Tags:
giubileomisericordiapapa francescodetenuticarcerepolizia penitenziariacondannamortetelefona




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Casamonica ex re di Roma: broccati, soffitti con Angeli e statue di tigri

Casamonica ex re di Roma: broccati, soffitti con Angeli e statue di tigri

i più visti
i blog di affari
Giuseppe Prinetti espone a Milano, in via Santa Marta 8a, il 27 e 28 novembre
La presenza scenica: come può cambiare l’approccio al canto
di Giancarlo Genise
Comandare un robot con la forza del pensiero
di Maurizio Garbati

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.