A- A+
Roma
Il Grande Raccordo Anulare diventa una tela: 10 murales su rampe e sottopassi

Dieci grandi artisti internazionali della street art per decorare rampe e sottopassi di quella che a Roma è la 'strada' per eccellenza, il Grande Raccordo Anulare.





 

'Graart': cosi' si chiama il progetto di arte contemporanea urbana con il quale l'Anas ha deciso di "valorizzare" il Grande Raccordo Anulare di Roma.
L'iniziativa, curata da David Diavu' Vecchiato, esponente di spicco dell'Urban art in Italia e fondatore di MURo (il Museo di Urban Art di Roma), ha visto coinvolti 10 urban artist internazionali che hanno realizzato altrettanti murales.

Rampe, sottopassi e pareti dipinti a Torrino Mezzocammino (via Luigi Guglielmi), Gregna di Sant'Andrea (via Lucio Mariani), Romanina (via Pietro Rosano), Tor Vergata (via della Sorbona), Prenestina (via Collatina), La Rustica (via Damone), Ottavia (via Casorezzo), Trionfale (via Casal del Marmo), Boccea (via di Boccea), Aurelia (via Aurelia).

Tra i soggetti realizzati si trovano un "Obelisco Nasone" dell'artista Maupal, che raffigura Papa Sisto V, un "martirio di Rufina e Seconda" di Lucamaleonte e un "Guardiani di Ottavia" del collettivo uruguaiano Licuado.
"Questa iniziativa rientra in un percorso di recupero delle nostre infrastrutture. E' un investimento che consideriamo come punto di partenza, perche' intendiamo replicare l'esperimento anche in altre zone d'Italia", ha spiegato il presidente di Anas, Gianni Vittorio Armani.
"I murales raccontano storie e miti legati alla Citta' Eterna", ha aggiunto il responsabile Brand e Immagine di Anas, Claudio Corvito, precisando che ogni opera e' corredata da una targa con un QR code che permette al visitatore di accedere al sito web dedicato (www.graart.it) e di leggere la storia che ha ispirato il murales e la biografia dell'artista che lo ha realizzato.

"Il progetto Graart ? ha affermato il ministro Dario Franceschini - unisce in modo brillante e innovativo tre cardini dell'azione condotta per la cultura negli ultimi tre anni di governo: l'impegno per la riqualificazione delle periferie, l'attenzione verso l'arte contemporanea e il coinvolgimento delle imprese. Finora l'Italia ha investito molto sulla tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale ereditato dal passato, ora e' importante dedicare altrettante energie nel far fiorire i talenti e la creativita' dei nostri tempi. Il terreno ideale sul quale operare sono le periferie urbane, dove nel XXI secolo siamo chiamati a vincere attraverso l'arte e la cultura la battaglia dell'integrazione e del confronto dopo aver vinto, nel XX secolo, la battaglia della tutela dei centri storici.

Tags:
grande raccordo anualeanasmuralesstreet arturban artromagraart

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Atac, fuorilegge i biglietti sui bus maggiorati di 0,50. Tradito il Metrebus

Atac, fuorilegge i biglietti sui bus maggiorati di 0,50. Tradito il Metrebus

i più visti
i blog di affari
Se Tria non condivide, si dimetta
di Angelo Maria Perrino
Caso Olimpiadi 2026, il neo-statalismo 5Stelle “non vede” la liberale Milano
di Ernesto Vergani
Cura di sé: quanto tempo ti dedichi? IL TEST

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.