A- A+
Roma
Influenza, epidemia tra i bimbi. I pediatri lanciano l'Sos e sfidano i No Vax

di Luca Lotti


L’influenza colpisce troppi bambini. I pediatri lanciano l’allarme: le misure adottate da sempre per contenerne la diffusione – dicono - sono diventate inefficaci.

 

Dopo l’adozione di vaccini sbagliati e inefficaci a garantire una copertura adeguata contro tutti i virus circolanti, ora l’sos riguarda bimbi e ragazzi.
“Secondo gli ultimi dati – dice Giampietro Chiamenti, presidente nazionale della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) - l’influenza quest’anno ha colpito il 4% dei bambini con meno di quattro anni e il 2% di quelli d'eta' compresa tra i 5 e ai 14 anni. In questi giorni mentre la curva dell'incidenza della malattia per gli adulti sta scendendo, per gli under 14 anni ha ripreso a salire. E' la dimostrazione che la strategia adottata finora contro l'influenza in eta' pediatrica è sbagliata e va modificata. Se vogliamo ottenere maggiori successi servono alcuni fondamentali cambiamenti”.
La ricetta dei pediatri prevede che siano inseriti, tra quelli da vaccinare, bambini sani dai 6 mesi a 6 anni. Per raggiungere questo obiettivo, definito ambizioso, occorre mettere in campo un'azione forte, convinta e congiunta di Istituzioni, Societa' scientifiche, figure di primo piano del mondo scientifico, culturale, sociale con il coinvolgimento attivo dei medici territoriali: pediatri e medici di famiglia. Fondamentale inoltre fornire inoltre agli utenti un'informazione non orientata a minimizzare i rischi ma improntata alla trasparenza.

La Fimp sottolinea come sia necessario ormai prendere atto che le politiche di vaccinazione tradizionali, messe in atto dalla maggior parte delle nazioni, dimostrano forti limiti. In certi Paesi, come in Italia, si registra la difficolta' di raggiungere gli obiettivi preposti. Altre nazioni invece hanno gia' capito che l'influenza si combatte efficacemente solo con il vaccino. La scelta di vaccinare i bambini a parere dei pediatri ha un motivo razionale perche' rappresenta un elemento chiave nella diffusione della patologia in quanto i bambini svolgono, loro malgrado, una funzione da “untori”. Si ammalano di più e diffondono il virus in misura maggiore e per tempi piu' prolungati rispetto agli adulti.

Forti segnali di una rinnovata consapevolezza sull’efficacia dei vaccini iniziano a far capolino e fanno ben sperare. I dati 2017 della Regione Lazio relativi alle vaccinazioni obbligatorie e consigliate infatti registrano tutti il segno piu. Per morbillo, parotite e rosolia, la copertura è passata dall’84.5% del 2015 al 95.3 del 2017 con una balzo di circa 11 punti percentuali. Per polio, difterite, pertosse, tetano, epatite B e Haemophilus inflenzae tipo b, si è passati dal 95.2 del 2015 al 96.8 dell’anno appena concluso. Per la varicella nello stesso arco temporale la copertura ha fatto un balzo di 14 punti passando da dal 6.5% al 20.5. Per il meningococco C coniugato il livello di copertura è passato dal 68.2 del 2015 alll’86.2 del 2017. Per il meningococco tetravalente invece il balzo è stato ancora più significativo passando dall’11.6 al 37.4, mentre per il pneumococco la copertura è cresciuta dal 91.9 al 92.3%. Numeri che sono un colpo a basso per No vax ma che certificano lo stato di buona salute del buon senso.

Tags:
influenzavaccinibambinipediatrino vaxmediciepidemia influenzalemorbilloepatite

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Miss Teenager, sempre brave e belle: Finale revolution, original e social

Miss Teenager, sempre brave e belle: Finale revolution, original e social

i più visti
i blog di affari
Pace fiscale, un atto civile e di welfare nazionale. Ecco perché
di Alberto De Franceschi
Migranti assunti per combattere il caporalato. E i giovani italiani?
di Diego Fusaro
Intervista sulla Cina. Come convivere con la nuova superpotenza globale.
di Paolo Brambilla - Trendiest

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.