A- A+
Roma
Italia-Francia, scoppia l’amore: alleanza nel segno dei talenti d'Europa

di Maddalena Scarabottolo

Europa, giovani, cultura e futuro sono i protagonisti, a Roma, delle tematiche affrontate dalla quinta edizione della “Francia in Scena”. Un fitto programma fatto di musica, danza, teatro e performance che valorizza il patrimonio culturale franco-italiano.

 

La quinta edizione della “Francia in Scena” si muoverà per i prossimi sei mesi su tre parole fondamentali: giovani, futuro, Europa. Un'edizione all'insegna della creatività e dell'innovazione che riunisce le nuove generazioni di artisti al fianco di nomi che si sono già affermati a livello internazionale durante le scorse edizioni. Un'occasione, questa quinta edizione, durante la quale molti giovani artisti si esibiranno per la prima volta in Italia enfatizzando il valore del patrimonio culturale franco-italiano.

La Francia in Scena ha l'obiettivo di mostrare a Roma e a tutta l'Italia le forme artistiche più innovative del panorama francese nell'ambito delle arti visive, della danza, del teatro, della performance, della musica, del circo ed arti di strada.

Come sostiene Christian Masset, Ambasciatore di Francia in Italia, questa stagione artistica dell'Institut français Italia, “ha lo scopo di rifondare l'Europa. Dobbiamo ripartire, non dall'economia ma dalla cultura. Italia e Francia sono le due nazioni europee che possiedono il più vasto patrimonio culturale e per questo devono dialogare e sentirsi vicine”.

Gli artisti chiamati ad interpretare la stagione 2019 lavoreranno sui concetti di identità di genere, identità culturale e di quella legata al tema delle migrazioni.

Il sipario romano si alzerà il 7 e l'8 giugno al Chiostro del Bramante. Il collettivo (LA)HORDE presenterà “Il domani è cancellato”: uno spettacolo tra danza, cinema, dj set e performance con ballerini di Jumpstyle provenienti da tutta Europa. Il pubblico, ci si aspetta giovanissimo, sarà trascinato in un viaggio iniziatico basato sulla rivoluzione dei corpi in base alla ricerca multimediale.

Il 20 giugno invece presso la cornice del cortile di Palazzo Farnese verrà presentato lo spettacolo/performance “Radio Live Roma”. L'evento ideato dalle giornaliste francesi Aurélie Charon e Caroline Gillet si terrà giusto un mese dopo le elezioni europee e avrà come protagonisti giovani italiani ed europei tra i 20 e 30 anni i quali discuteranno assieme di democrazia e futuro. Il tutto sarà contornato da musica live e disegni realizzati dall'illustratrice Amélie Bonnin.

La Francia in Scena dialogherà anche con la XXII edizione del festival di jazz “Una striscia di terra feconda”. Il festival si aprirà il 26 luglio presso il Museo Archeologico Nazionale di Palestrina con il Thèo Ceccaldi Trio per proseguire il giorno successivo con  Fidel Fourneyron, Francesco Diodati e il Roberto Ottavio Trio. Il 6 e 7 settembre, il festival proseguirà alla Necropoli della Banditaccia di Cerveteri per continuare l'8 settembre presso l'Auditorium Parco della Musica, dove si esibiranno due maestri del pianoforte come Enrico Pieranunzi e Jacky Terrason oltre a David Riondino. Gli appuntamenti legati alla musica continueranno alla Casa del Jazz fino all'11 settembre. Il festival si chiuderà il 12 settembre presso l'Auditorium Parco della Musica con l'Ada Montellanico Quintet, con Michel Godard e La Femme d'à côtè.

In autunno, il 10 e l'11 settembre, l'appuntamento è con il regista Joris Lacoste e il suo “Jukebox” in collaborazione con il festival Short Theatre. 50 parole raccolte, registrate e documentate in tre città differenti che rimandano a specifiche identità geografiche, saranno scelte dal pubblico ogni sera e trasmesse ad un'attrice  che le reciterà come un vecchio jukebox.Continua in autunno anche il dialogo con Romaeuropa Festival che si articolerà in 12 appuntamenti con protagonisti internazionali sul fronte della musica, della danza e del teatro. In particolare Cyril Teste con Isabelle Adjani rileggeranno un capolavoro del cinema firmato da Jhon Cassavetes e Julien Gosselin si cimenterà con un testo di Don Delillo.

Al pubblico più piccolo sarà dedicata invece la giornata del 9 novembre con uno spettacolo di Génération Belle Saison: la “Parata della compagnia Les Grandes Personnes” si svolgerà tra il Mattatoio e le vie del quartiere Testaccio.

Il programma completo è consultabile su: www.institutfrancais.it

Commenti
    Tags:
    europaitaliafranciaamoregiovaniculturafuturoarteteatrodanzafrancia in scena




    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    Allarme sono tornati i socialisti. Il segretario: “Nessuno sconto a Lega e 5S”

    Allarme sono tornati i socialisti. Il segretario: “Nessuno sconto a Lega e 5S”

    i più visti
    i blog di affari
    NUOVI PARAMETRI PER LA NOMINA DELL'ORGANO DI CONTROLLO O REVISORE NELLE SRL
    A Milano nasce Codice Verde. Niente più code al Pronto Soccorso
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Se il Fisco o l'Inps non rispondono il debito si annulla

    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it

    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.