L'ex boia nazista va a spasso, scacco a casa Priebke

LA PROTESTA. Decine di ragazzi ma anche adulti hanno dato il via ad una simbolica manifestazione sotto l'abitazione dell'ex ufficiale Erich Priebke da qualche giorno protagonista di passeggiate estive nel quartiere Aurelio. Gli striscioni: “Priebke Boia nazista, non ti dimentichiamo, non ti perdoniamo. Am Israel Hai”. La memoria va anche al giorno di Ferragosto del 1977 quando il “macellaio delle fosse Ardeatine", Herbert Kappler fu fatto fuggire


Una protesta pacifica e silenziosa per “chiedere giustizia”, di fronte all’abitazione romana che ospita l’ex ufficiale nazista, Erich Priebke, agli arresti domiciliari.

Un gruppo di ragazzi ma anche adulti della comunità ebraica della capitale, si sono presentati, stamattina poco prima delle 8, nella piccola strada dietro via di Boccea, con un duplice scopo. Da un lato, ricordare che gli ebrei “non dimenticano e non perdonano” il boia nazista; dall’altro, manifestare il loro sdegno per le libere uscite di Priebke, a passeggio per Roma “come un turista”. Una protesta che raccoglie anche il malumore di molti commercianti della zona, che vivono quelle passeggiate come un’offesa, alla memoria della città di Roma.

erich priebke


I manifestanti, molti dei quali indossavano la kippah, hanno esposto due striscioni, vernice nera su tela bianca: “Priebke Boia nazista, non ti dimentichiamo, non ti perdoniamo. Am Israel Hai” (il popolo di Israele vive, ndr) con la stella di David, e un altro che recitava “Priebke assassino nazista, a passeggio come un turista. Vergogna”. Nessun momento di tensione con i militari che presidiano, giorno e notte, l’abitazione in cui risiede l'ex nazista condannato all’ergastolo. In un volantino sono state, inoltre, spiegate le ragioni di quel presidio composto, durato circa quindici minuti: “Siamo qui perché noi ebrei non dimentichiamo il male che Erich Priebke ha fatto al nostro popolo. Perché non dimentichiamo e non perdoniamo la malvagità, la brutalità e la violenza inaudita che i criminali, nazisti come Priebke, hanno inflitto ai nostri genitori, ai nostri nonni e bisnonni. Perché non dimentichiamo che Priebke ha personalmente torturato, ucciso, incaricato di uccidere e di torturare donne e uomini di ogni età e di ogni credo religioso. Perché sono passati 70 anni e le ferite non si sono rimarginate e non si rimargineranno mai”.

Quello che non si tollera, è il fatto che l’ex ufficiale delle SS esca sempre più spesso dalla sua abitazione: “Non vogliamo e non possiamo accettare che un assassino, un nazista condannato all’ergastolo, possa girare indisturbato per le vie di Roma. Non possiamo tollerare che lo Stato italiano, il nostro Stato italiano, permetta ad un pluriomicida, assassino, di fare la vita di un vacanziere in pensione, scorrazzando indisturbato nella città, come un normale cittadino”. E non manca un riferimento alla fuga di un criminale nazista: “Siamo qui perché non dimentichiamo che il 15 agosto 1977, un altro criminale nazista, Herbert Kappler, fu fatto fuggire indisturbato. Loro malgrado, il popolo ebraico non è svanito nei forni crematori di Auschwitz o nelle fosse Ardeatine. Noi siamo qui, vivi a chiedere giustizia”.


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

In evidenza

Ascolti, Isola dei Famosi top Harry Potter batte Floris

I sondaggi di

Secondo te, chi ha maggiori possibilità di sconfiggere Matteo Renzi alle prossime elezioni politiche?

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it