A- A+
Roma
La città è sotto una montagna di rifiuti. "Ecco la verità sull'emergenza infinita"

di Donato Robilotta
    
L’emergenza rifiuti non dipende da qualche complotto o dall’ostruzionismo dei lavoratori dell’ama, che fanno il proprio dovere ogni giorno, o dal destino cinico e baro, bensì dalle scelte sbagliate fatte dall’amministrazione Marino e dai vertici dell’Ama.
Il primo problema è quello che Roma non ha una discarica di servizio, che hanno tutte le città del mondo, perché anche se la raccolta differenziata fosse arrivata al 40%, ma io ho molti dubbi, resta sempre un 60% di rifiuti da trattare, cosa che produce dei residui da lavorazione che vanno messi da qualche parte.
Il secondo problema è che l’amministrazione capitolina ha puntato tutto sulla raccolta differenziata, per un problema di visibilità, non capendo che questo è solo un aspetto della gestione dei rifiuti che non risolve in toto il problema. E così come hanno dichiarato i sindacati è stato un grave errore sottrarre circa “1.600 addetti alle pulizie per dirottarle sulla raccolta differenziata” perché questo ha provocato, come era immaginabile, che nessuno spazzasse più la città e un forte rallentamento della raccolta dai cassonetti dei rifiuti che spesso restano per strada.
Non è un caso che l’Ama abbia annunciato che verrà bloccata la partenza della raccolta differenziata in alcuni municipi e che gli addetti verranno destinati di nuovo alla pulizia delle strade, tanto che qualche quotidiano ha scritto che tornano finalmente gli scopini.
Terzo problema è la mancanza di impiantistica, sia Tmb che gassificatori, e la caperbietà dell’amministrazione capitolina e di Ama di non usare gli impianti di Malagrotta, perché dell’avvocato Cerroni, ma di portare i rifiuti non trattati all’Estero e in altre Regioni. Cosa complessa che provoca i ritardi e aumenta i costi.
Se non si individua immediatamente una discarica di servizio l’emergenza rifiuti sarà permanente, mi chiedo allora cosa aspetta il Ministro Galletti, nell’inerzia della Regione,  a intervenire per dichiarare l’emergenza e nominare un commissario che individui e trovi quella discarica di servizio che andava trovata prima della chiusura di Malagrotta.

Tags:
rifiutiemergenza rifiutirobilottaraccolta differenziatamalagrottadiscarica






Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Europee, Olimpia Troili sexy candidata Pd: "Foto in bikini? Nulla di male"

Europee, Olimpia Troili sexy candidata Pd: "Foto in bikini? Nulla di male"

i più visti
i blog di affari
Siri-Raggi, Di Maio vince il piatto scoprendo così il bluff di Salvini
di Angelo Maria Perrino
Ancip. Curarsi con l'ossigeno: quando ricorrere alla medicina iperbarica - OTI
Di Maio duro ma non rompe con la Lega.Vuole far rispettare la questione morale
di Angelo Maria Perrino

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.