A- A+
Roma
Roma, la comunità cinese al voto. Marco Wong: "In testa la sicurezza"

di Claudio Roma


Cinese di seconda generazione e italianissimo: classe 1963, nato a Bologna, cresciuto tra Firenze, Milano e infine cittadino romano. Marco Wang è tra i candidati al Consiglio comunale per la lista civica di Roberto Giachetti. Imprenditore del settore alimentare con un passato da dirigente per importanti aziende come la Pirelli e la Tim, Wang si propone come portavoce della numerosissima comunità cinese della capitale. Sposato con due figli che frequentano l'università italiana, ha scelto affaritaliani.it per raccontare come nasce la sua candidatura.

Marco Wong, quali sono i motivi della sua decisione?
“Ho accettato la proposta perché penso sia importante rappresentare i tanti stranieri che vivono in Italia e che non hanno la possibilità di votare, il mio obiettivo è farmi portavoce delle loro idee e delle loro posizioni”.

Ma quanti sono i cinesi che vivono nella capitale?
“Parliamo di circa 10mila persone, ma i cittadini che possono votare sono in realtà solo una piccola parte, perché molti di loro non hanno ancora la cittadinanza”.

E' la sua prima esperienza politica?
“No. Nel 2009 e nel 2014 sono stato candidato nella lista di Sel al Consiglio Comunale di Prato, un territorio in cui la comunità cinese è molto numerosa e dove, tuttavia, il dibattito la vede protagonista soprattutto come soggetto passivo e non attivo”.

Come viene percepita Roma dalla comunità cinese? Quali sono i problemi più sentiti?
“Molte problematiche sono le stesse dei cittadini romani, come il traffico e il caos. Ma ci sono anche delle criticità addizionali. Al primo posto il tema della sicurezza, che vale per tutti, ma soprattutto per i cinesi”.

Per quale motivo?
“Perché quella cinese è la comunità straniera più imprenditoriale e spesso diventa oggetto di attenzione da parte della criminalità. Poco più di tre mesi fa una persona è morta in un incendio dentro un capannone in zona Prenestina e secondo le indagini si tratta di un evento doloso. Sia all'Esquilino che nella zona di via dell'Omo i tentativi di furto sono frequenti e chi cerca di contrastarli è fatto oggetto di ritorsioni. Una situazione che ha costretto i cittadini a organizzarsi, autotassandosi, con un servizio di vigilanza privata che controlla il territorio”.

Lei è presidente onorario dell'Associazione Associna, una realtà che raccoglie i rappresentanti della seconda generazione di cinesi in Italia. Quali sono i vostri obiettivi?
“L'Associazione è nata circa dieci anni fa come un luogo di ritrovo identitario ma negli anni è diventato un punto di riferimento i tema di integrazione e inclusione sociale. L'ultimo evento che si è svolto a Milano aveva come scopo quello di far incontrare il mondo del lavoro con le figure professionali di cui l'imprenditoria ha bisogno”.

Senta, cosa ne pensa di questa infuocata campagna elettorale che porterà a scegliere la nuova amministrazione di Roma?
“Non mi piacciono le polemiche da stadio e i toni pesanti che caratterizzano la discussione: preferirei un confronto tra opinioni e progetti e tra le diverse visioni di città. Dovrebbe essere una gara al rialzo, piuttosto che al ribasso”.

Tags:
elezioni romagiachettimarco wangcomunità cineseesquilinocomunali roma 2016




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Bibbiano, migranti e accordo M5S: striscioni neofascisti sulle sedi Pd Roma

Bibbiano, migranti e accordo M5S: striscioni neofascisti sulle sedi Pd Roma

i più visti
i blog di affari
Rai, Carlo Freccero non se ne vuole andare. Ma il Pd insiste
di Klaus Davi
Partita aperta: lo scenario post elettorale israeliano
di Niram Ferretti
Porti aperti? E' il motto del padronato cosmopolitico
di Diego Fusaro

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.