A- A+
Roma
Mafia Capitale, Buzzi resta in carcere. Il Riesame non concede i domiciliari

Resta in carcere Salvatore Buzzi, il 'ras' delle cooperative condannato lo scorso luglio a 19 anni di reclusione al termine del processo 'Mafia Capitale'.

Lo hanno deciso i giudici del riesame in sede di appello cui si erano rivolti gli avvocati Alessandro Diddi e Piergerardo Santoro per sollecitare la concessione degli arresti domiciliari, ritenendo ormai attenuate le esigenze cautelari. Buzzi e' detenuto da tempo nel carcere di Tolmezzo.

Tags:
mafia capitalesalvatore buzziriesamebusti resta in cercarealessandro diddi
Loading...





Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Fred Bongusto, Roma saluta il cantante: folla ai funerali a piazza del Popolo

Fred Bongusto, Roma saluta il cantante: folla ai funerali a piazza del Popolo

i più visti
i blog di affari
Un robot progettato per “crescere” come una pianta
di Maurizio Garbati
Bolivia, un altro golpe di Washington. Il governo Morales è troppo sovrano
di Diego Fusaro
All'EICMA 2019 Mansutti SpA e moto.it lanciano la moto usata "con garanzia"

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.