A- A+
Roma
Mafia capitale, il ras dei migrati Odevaine patteggia: 2 anni e 8 mesi

Due anni e otto mesi di reclusione. E' la pena patteggiata dall'ex componente del Tavolo del Coordinamento sui migranti, Luca Odevaine, coinvolto in uno dei filoni dell'inchiesta mafia capitale con l'accusa di corruzione.

 


A decidere sul patteggiamento è stato il gup Claudio Carini.
Lo stesso Odevaine, finito davanti al giudice per una vicenda legata ad un appalto per il cara di Mineo - che vede coinvolti anche alcuni dirigenti della cooperativa La Cascina- verserà anche 250 mila euro (pari al valore della corruzione contestata). Odevaine, è attualmente imputato davanti ai giudici della decima sezione penale per un altro episodio di corruzione.

Tags:
mafia capitaleodevainemigrantitavolo migranticorruzione

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Chi parla male di Atac viene licenziato, via Micaela Quintavalle, è ufficiale

Chi parla male di Atac viene licenziato, via Micaela Quintavalle, è ufficiale

i più visti
i blog di affari
Decreto Salvini, si chiama Mattarella, non mattarello
di Angelo Maria Perrino
Cara Milano, <i>Versace</i> da bere. Il creativo? E' a servizio del profitto
di Maurizio de Caro
A Bruxelles il nuovo ordine erotico genderizzato
di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.