A- A+
Roma
Meduse killer, dalle Filippine ad Anzio: è allarme. Il vademecum anti-puntura

di Enza Colagrosso

Meduse letali nei mari di Roma e dintorni, la stessa specie che ha ucciso la piccola Gaia Trimarchi nuota nelle nostre acque. "Cubomeduse" avvistate nelle Filippine, ma anche ad Anzio e Civitavecchia: esplode l'allarme.

 

L'animale incubo di ogni vacanziere ormai affolla anche le acque nostrane, un po’ per il riscaldamento del globo un po’ per la modificazione che stanno avendo tanti eco sistemi a causa dell’inquinamento ambientale. E se fino a qualche tempo fa incontrare una medusa era un evento raro, ora è sempre più comune. Come ci si deve comportare di fronte alle meduse, Affaritaliani.it lo ha chiesto all’Ittiologo della Regione Lazio, Giuseppe Moccia.

“Incontrare una medusa non è per forza un incontro con la morte- spiega l’esperto - perché non è tanto il contatto con il veleno a far morire una persona quanto, in casi particolari, lo shock anafilattico che questo produce. Sul caso della bimba morta nelle Filippine, azzardo per questo l’ipotesi che la piccola potesse avere qualche problema nel suo sistema immunitario”. 

Nei mari di casa nostra le meduse sono letali come quelle che hanno ucciso quella bambina?

"Nei nostri mari ci sono meduse più o meno letali e confermo che è anche presente la stessa specie coinvolta nell’incidente delle Filippine". 

Cosa si deve fare, o si può fare, se ci si trova “vis à vis” con questo animale?

"Bisogna cercare di evitare ogni contatto, magari allontanandosi con calma, cercando di non creare repentini spostamenti d’acqua che potrebbero spingerlo verso di noi. Evitare il panico è fondamentale anche perché l’animale che incontriamo non ha nulla a che vedere con la medusa del mito antico, quella cioè che pietrificava con lo sguardo". 

E le meduse letali allora?

“Ci sono, e per questo a volte le persone muoiono. Stessa situazione però che può verificarsi con il pizzico di altri animali. Penso ad esempio alle vespe, il cui veleno è molto simile a quello delle meduse: tutti possiamo esser punti dalle vespe, anche più volte nella nostra vita ma senza riportare, oltre al fastidio, nessuna conseguenza lesiva o pericolosa. Ci sono poi delle eccezioni rappresentate da quelle persone che con una sola puntura di quest’insetto possono morire”.

Tags:
meduseallarmepunturamortefilippineterracinaanziomareroma





Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Casamonica ex re di Roma: broccati, soffitti con Angeli e statue di tigri

Casamonica ex re di Roma: broccati, soffitti con Angeli e statue di tigri

i più visti
i blog di affari
Giuseppe Prinetti espone a Milano, in via Santa Marta 8a, il 27 e 28 novembre
di Paolo Brambilla - Trendiest
La presenza scenica: come può cambiare l’approccio al canto
di Giancarlo Genise
Comandare un robot con la forza del pensiero
di Maurizio Garbati

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.