A- A+
Roma
Meloni corre a sindaco di Roma. Giorgia c'è: il Centrodestra spera

Giorgia Meloni lancia la sua candidatura davanti al Pantheon: "Sono venuta ad annunciare dopo attenta riflessione, di correre per la carica del Sindaco di Roma. E' una scelta che considero una scelta d'amore. E' una posta in gioco molto alta per combattere il governo Renzi e non vogliamo dargliela vinta anche in queste elezioni amministrative, ma si tratta di restituire dignitò a questa città. Si deve ritornare ad essere orgogliosi di essere "cittadini romani" facendo dimenticare i topi, il degrado e Mafia Capitale.
Tutto si aggiusta, mi spaventa la rassegnazione dei cittadini romani. Vogliamo restituire a chiunque sia cittadino romano l'orgoglio di dire 'Civis romano sum'. Faccio una scelta forte, senza protagonismo. Avrei preferito godermi i mesi della gravidanza ma ho sempre considerato che se non ci fosse stata un'opzione migliore mi sarei presentata.

NESSUN UOMO DEVE DIRE AD UNA DONNA COSA FARE. Un affondo lo lancia al candidato Guido Bertolaso: "Credo con forza che nessun uomo può dire ad una donna che non posso fare il sindaco perchè sono donna. Questa città ha come simbolo una lupa che allatta due gemelli non sarà choccante vedere un sindaco che allatta suo figlio. I romani capiranno quando sarò stanca di fare un comizio in più".

BERTOLASO NON HA SCALDATO I CUORI. "Io sono qui per unire il centrodestra, sono qui per vincere, è una possibilità alla nostra portata. Farò tutto il possibile per non regalare la mia città al qualunquismo del 5 Stelle. Lancio un appello a Salvini e Berlusconi: non lasciamo Roma nelle mani di chi ha lasciato Roma in questo stato".
E a Guido Bertolaso dice: "Dato di fatto che Bertolaso non ha scaldato il cuore dei romani. Ma dacci una mano, vinciamo insieme. Non mi interessa la guida del centrodestra.

IL PROGRAMMA AD APRILE. Oggi iniziamo fase ascolto cittadini, categorie e associazioni. La prima settimana aprile racconteremo le nostre idee e il nostro sogno per Roma. Vogliamo restituire a questa città il suo orgoglio".

L'ENDORSMENT DI DONNA ASSUNTA. "Chi dice che una donna incinta non può fare il sindaco di Roma si faccia gli affari suoi". Così Donna Assunta Almirante, dopo che Giorgia Meloni ha annunciato la sua candidatura a sindaco, commenta le dichiarazioni di Silvio Berlusconi e Matteo Salvini sulla gravidanza della leader di Fdi. "Se lei si sente nelle condizioni di poterlo fare, che gliene frega alla gente? - ha aggiunto - È una presa di posizione che fa ridere, lei è giovane e aitante quindi se se la sente va bene". "Io - ha concluso - avevo i figli e facevo l'agricoltore, quindi Giorgia non avrà problemi a fare un lavoro che è più mentale che fisico. Le faccio tanti auguri e spero che ce la faccia. Io faccio il tifo e spero che anche gli altri nel centrodestra vadano con lei.
Questa città ha bisogno soprattutto di ordine pubblico, poi di pulizia visto come è ridotta, per non parlare delle buche e della condizione delle strade, dove ormai non si può più camminare".

GIORGIA CHIUDE CON IL PASSATO. Era la delifina di Fini e Alemanno, ora Giorgia Meloni mette alla porta gli ex AN e carica su di sè tutto il peso di guidare il centrodestra. Per trovare spazio martella il primo a candidarsi a sindaco di Roma, il vicepresidente del Consiglio Regionale Francesco Storace. "Mi dicono che stia fondando un partito con Fini ed Alemanno e questo per me sarebbe un problema perché voglio dare un netta distinzione con il passato. Non ci sarà l'ombra di Alemanno - ha detto la Meloni conversando con i giornalisti - i romani sanno che non c'è nessun rapporto con Alemanno che sta fondando un nuovo movimento alternativo a FdI. Ci sarà discontinuità rispetto agli errori del passato".

IL PIU' GIOVANE MINISTRO DELLA STORIA. Nata a Roma il 15 gennaio 1977, da un padre sardo e comunista, Francesco (un commercialista che abbandonò la famiglia emigrando nelle Canarie quando lei aveva 12 anni) e madre siciliana Anna, Giorgia Meloni è cresciuta nel quartiere popolare della Garbatella. Qui muove i primi passi nella politica quando quindicenne fonda il coordinamento studentesco Gli Antenati. Eletta consigliere della provincia di Roma per Alleanza nazionale a 21 anni e presidente di Azione giovani (il ramo giovanile di An) nel 2004. Diplomata al linguistico, dal 2006 è giornalista professionista.
Nel 2006 a 29 anni, viene eletta alla Camera dei deputati nella lista di Alleanza Nazionale nel collegio Lazio, divenendo la piu' giovane donna parlamentare della XV Legislatura. Dal 2006 al 2008 e' uno dei vicepresidenti della Camera dei deputati: la piu' giovane di tutta la storia della Repubblica Italiana da allora al 2013, quando venne superata da Luigi Di Maio, di 26 anni.
Nel 2008 è il ministro più giovane della nostra storia, al ministero della Gioventù, nel Berlusconi IV (fino al 2011), mantenendo la guida del movimento giovanile Giovane Italia, abbandonato nel 2012 per fondare Fratelli d'Italia insieme a Ignazio La Russa e Guido Crosetto. Eletta alla camera dei deputati nel febbraio 2013, diventa capogruppo alla Camera.
Alle ultime europee aveva ottenuto 348mila preferenze e solo la soglia di sbarramento mancata da Fratelli d'Italia le aveva impedito di approdare a Strasburgo.   
Nel marzo 2014 diviene presidente di Fratelli d'Italia e ad aprile viene candidata alle europee del 2014 ma il suo partito ottiene solo il 3,7% dei voti non superando la soglia di sbarramento del 4% nonostante le 348.700 preferenze ottenute.
Il 30 gennaio 2016 partecipa al Family Day, dichiarandosi contro il ddl Cirinna' e i diritti delle coppie omosessuali, per la tutela dei bambini. Proprio al Family Day, la Meloni rivela di essere incinta del compagno Andrea Giambruno.

Tags:
giorgia melonisindaco di roma




Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Atac: troppi dipendenti, super pagati e assenteisti L'analisi choc di Wired

Atac: troppi dipendenti, super pagati e assenteisti L'analisi choc di Wired

i più visti
i blog di affari
Hillary Clinton si ricandida alla Casa Bianca: l'ambizione smodata crea mostri
di Marco Zonetti
A Milano rinasce Trattoria Toscana-Elite, multiforme salotto dell'arte
di Paolo Brambilla - Trendiest
La sostenibilità condizione per accesso al cibo nei Paesi poveri

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.