A- A+
Roma
Musulmani “occupano” piazza Vittorio per pregare. “Ridateci le moschee”

La preghiera del venerdì dei musulmani trasloca in piazza: in centinaia hanno pregato all'aperto, in strada, per denunciare la chiusura di cinque sale di preghiera a Roma.

Tre grandi tappeti e centinaia di musulmani seduti a terra, a gambe incrociate. Le scarpe lasciate ai lati dei tappeti e i credenti in posizione simile di preghiera per riprodurre l'immagine di una sala per pregare: questa è la scena che si presenta a piazza Vittorio Emanuele, dove centinaia di musulmani manifestano per sottolineare quanto successo di recente "con la chiusura di cinque sale preghiere a Roma".

"Ultimamente cinque sale preghiera sono state chiuse perciò stiamo facendo questa quarta tappa della preghiera del venerdì in piazza con l'idea di portare una denuncia e dire che in questa situazione siamo bloccati”, spiega Bachcu, rappresentante dell'associazione Dhuumcatu, organizzatrice del presidio odierno.
“Abbiamo anche un altro appuntamento il 21 a piazza Venezia, con un'altra preghiera in piazza". L'idea, infatti, è quella di fare un "copia e incolla" di una sala di preghiera nelle piazze, così come la definisce Bachcu.

Dopo un momento di raccoglimento e confronto, i manifestanti hanno iniziato una vera e propria preghie
ra sul marciapiede al lato di piazza Vittorio, dove si è svolto il presidio. Sulla ringhiera della piazza uno striscione rosso appeso dai manifestanti: "Chiudere un luogo di culto è un atto contro la fede".
"Abbiamo parlato della questione con l'assessorato alle Politiche sociali del Comune e ci ha detto che stanno cercando di capire cosa fare e come intervenire", conclude Bachcu.

Tags:
musulmanimoscheapreghiera musulmanipiazza vittorioassociazione dhuumcatureligione

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Atac, fuorilegge i biglietti sui bus maggiorati di 0,50. Tradito il Metrebus

Atac, fuorilegge i biglietti sui bus maggiorati di 0,50. Tradito il Metrebus

i più visti
i blog di affari
Se Tria non condivide, si dimetta
di Angelo Maria Perrino
Caso Olimpiadi 2026, il neo-statalismo 5Stelle “non vede” la liberale Milano
di Ernesto Vergani
Cura di sé: quanto tempo ti dedichi? IL TEST

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.