A- A+
Roma
Mutuo bancario: madre single di due figli rischia di perdere la casa

Crisi economica: mamma di due adolescenti non riesce a finire di pagare il mutuo e rischia di perdere la casa. Confedercontribuenti chiede incontro al Governo.

Lorena A., romana con due figli di 14 e 11 anni, è stata messa in ginocchio da un debito da 40 mila euro, residuo di un mutuo da 50mila, acceso tredici anni fa con il vecchio Banco di Roma per la ristrutturazione della sua casa.

Da allora però le cose sono cambiate: la donna ha divorziato, ha perso il suo impiego a tempo pieno e ora lavora part-time per 550 euro al mese. Nel 2014 è stata costretta quindi ad interrompere il regolare pagamento delle rate, ma malgrado la situazione di difficoltà, ha cercato di far fronte al debito anche con esigue quote da 50 euro. Il Banco di Roma, divenuto Unicredit, ha ceduto però a Do-Bank il recupero del credito. Vani tutti i tentativi della signora di proporre un piano di pagamento dilazionato a 200 euro al mese o di un saldo e stralcio a 25mila euro grazie all’aiuto del padre: dagli uffici della società di riscossione crediti arriva un netto “no” a qualsiasi ipotesi di chiusura della posizione debitoria, con la consueta minaccia di una prossima messa all’asta dell’immobile.

Si tratta di un caso come tanti, dai risvolti potenzialmente drammatici, seguito da Confedercontribuenti che intende porlo all’attenzione del Governo e del Ministero competente, visto che gli istituti bancari continuano a cedere i loro crediti a società specializzate ad un valore medio che non va oltre il 20% (i famosi NPL), piuttosto che accettare una proposta transattiva, fatta da una donna in difficoltà, in cui l’istituto recupererebbe il 62.5%.

“Diventa assolutamente necessario che il Governo si faccia carico di una norma legislativa per cui diventa prioritario ‘cartolarizzare’ i debiti in contenzioso direttamente con il soggetto contraente” afferma Carmelo Finocchiaro, presidente nazionale di Confedercontribuenti.

“Aspettiamo un cambio di passo nelle politiche bancarie, che possano portare alla tutela delle giuste esigenze del debitore e del creditore, nel momento in cui la grave crisi economica ha prodotto centinaia di situazioni uguali a quelli della signora Lorena. Lo diciamo perchè tanta gente disperata ha intrapreso in un recente passato scelte drammatiche” conclude Giovanni Mangano della direzione Confedercontribuenti.

Tags:
mutuobanchecasaunicreditconferdercontribuenti

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

Baby gang a Roma, botte e rapine. Presi tre studenti 16enni facce d'angelo

Baby gang a Roma, botte e rapine. Presi tre studenti 16enni facce d'angelo

i più visti
i blog di affari
Dopo gli ANGELI di Victoria’s Secret, arrivano le DIVE di Twins.
di Paolo Brambilla - Trendiest
Macron: crisi politica Italia-Europa. Repubblica dà voce all'élite finanziaria
di Diego Fusaro
Cosa sappiamo dell’attacco dell’Isis in Iran
di Ovidio Diamanti

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.