“Noi , coppia scambista vi diciamo... È un gioco per numeri dispari”

ESCLUSIVO. Hanno scritto ad Affaritaliani.it per raccontare la loro storia: marito e moglie, da 15 anni praticano la scambio di partner come “un gioco. I consigli, gli avvertimenti e la memoria di chi ha visto e frequentato tutti i club romani: “RICORDO PERFETTAMENTE l’adrenalina a mille e il cuore che batteva talmente forte dall’eccitazione di essere finalmente in un luogo che per tante volte insieme a mia moglie avevo solo immaginato... IO HO SEMPRE DETTO CHE è come entrare in un tunnel o se ne esce subito, oppure ti incammini dentro di esso e non ne esci più”. Come è cambiato nel tempo lo scambismo nella Capitale

Venerdì, 16 marzo 2012 - 21:37:00


“Ho letto diversi articoli, alcuni anche sulla vostra testata, riguardanti il mondo della trasgressione e in particolare dello scambiamo e sinceramente non ci siamo, in alcuni casi, riconosciuti in quello che veniva descritto, pur rispettando come è nella nostra indole, il pensiero e le idee di tutti.

Intanto vorremmo presentarci siamo una coppia scambista da 15 anni nell’ambiente siamo riconoscibili con il nick di Coppiaok4643, frequentiamo anche delle community su internet e qui numeri ci hanno dato anche la soddisfazione di avere il primato assoluto dei feedback. Cosa sono? Sono quelle attestazioni di “stima” che altri amici ti conferiscono dopo averti conosciuto non esclusivamente dal punto di vista del “gioco”, ma soprattutto dal punto di vista umano, cosa quest’ultima che mi inorgoglisce. Con questa nostra lettera vorremmo far capire ai più giovani cosa erano veramente i club per scambisti anni fa quando in questi luoghi la  trasgressione la faceva da vera padrona.

scambio coppia


Come detto precedentemente il nostro nick sulle community, in particolare quelle citate erosland e erosroma, è Coppiaok4643, siamo una coppia vicina alla cinquantina sposati da tantissimi anni, che hanno una vita normalissima fatta di lavoro, famiglia e altro e sono soprattutto dopo 32 anni di matrimonio innamoratissimi l’uno dell’altro. Nel 1998 ci siamo avvicinati per curiosità a questo mondo, ricordo ancora la prima volta che abbiamo messo piede in un club le sensazione  e le emozioni erano infinite e andavano dal semplice timore all’imbarazzo, ma vi assicuro che l’adrenalina a mille la faceva da padrona su tutte le altre.

In quel periodo le regole per entrare in un club erano rigidissime, non si aveva accesso assolutamente se non presentato da una coppia già frequentatrice e socia del club stesso, l’abbigliamento aveva delle regole rigidissime, per l’uomo giacca e cravatta con pantalone elegante, per la donna era obbligatorio un abbigliamento sexy-elegante, erano assolutamente vietate magliette e scarpe da ginnastica per gli uomini e pantaloni,borse e cose varie per le donne, nel caso di mancato rispetto di queste  regole l’ingresso era assolutamente vietato.

Il nostro primo club fu lo storico “Butterfly” era situato nella zona industriale di Fiano Romano logisticamente molto defilato rispetto alle abitazione e con un parcheggio interno che permetteva ai frequentatori di avere la giusta privacy. I costi di ingresso per le coppie erano di 70.000 lire, diciamo più o meno le attuali 100/150 euro, per i singoli i costi e la selezione era ancora più ferrea, se non ricordo male si parlava di 150.000-200.000 lire per il loro ingresso, ricordo che parliamo di almeno 15 anni fa.

Tornando alla prima volta ricordo perfettamente l’adrenalina a mille e il cuore che batteva talmente forte dall’eccitazione di essere finalmente in un luogo che per tante volte insieme a mia moglie avevo solo immaginato.  Appena entrato il primo flash che ebbi mi ricordo moltissimo la favola di pinocchio quando andò nel paese dei balocchi, e cioè di essere in un luogo dove il divertimento più sfrenato la faceva da padrona. La gente era tutta bella, non so se lo fosse realmente o se questa mia considerazione era dovuta al fatto di essere stato travolto mentalmente da tutto quel marasma. Certamente il mio pensiero sui club che mi ero fatto prima di frequentarli materialmente, forse dovuto anche al  luogo comune, in cui ci si immaginava che entrando in quei posti ci fossero orde di barbari nudi e arrapati che saltavano addosso a chiunque gli capitasse a tiro, fu subito smentita in quanto le persone avevano un aspetto elegante, educato e divertito e sicuramente nessuno di loro aveva l’aspetto del maniaco o del malato pervertito, ed era variegato si andava dall’operaio fino al professionista più affermato in tutti i campi preferisco non scendere nei particolari ma vi assicuro c’era veramente di tutto. Da questo momento siamo entrati ufficialmente a far parte di questo “mondo”, io ho sempre detto che è come entrare in un tunnel o se ne esce subito, oppure ti incammini dentro di esso e non ne esci più. I club hanno vissuto negli anni a cavallo al 2000 un  periodo d’oro, E' vero anche che in quel periodo vi erano solo 3-4 club che andavano per la maggiore ed erano tutti molto ben frequentati.

eros


Nel corso del tempo e soprattutto negli ultimi anni si è assistito ad un cambiamento radicale, purtroppo in senso negativo, dei frequentatori dei club con il conseguente abbassamento del livello dei locali, infatti le coppie  sposate sono sempre più merce rara, le coppie “fatte” per l’occasione, composte nella maggior parte dei casi da signori attempati accompagnati da belle giovincelle, che si capisce subito hanno poco a che fare con questo “mondo” se non quello di   trascorrere una serata diversa dalle altre, per non parlare delle tantissime coppie molto ma molto giovani che frequentano sporadicamente questo ambiente, che  nella maggior parte dei casi, non parlo di tutti, li frequentano forse per “moda” o per voler fare qualcosa di trasgressivo, ma non avendo nulla in comune con la mentalità dello scambista poco portano a questo mondo se non la loro presenza fisica.

Io ho sempre detto che in questo gioco la “scintilla” non deve partire dal p……..ma dal cervello, solo se riesci in questo sei un vero scambista altrimenti sei uno dei tanti assatanati di sesso. Oggi è molto frequente vedere donne in  pantaloni, vi ricordo che anni fa non ti era consentito entrare con questo abbigliamento, o borsoni tipo mare o peggio ancora con abbigliamento più adatto per fare la spesa in un supermercato, piuttosto che in un ambiente trasgressivo, si vedono singoli con magliettine sgargianti a righe dai mille colori, oppure barbe incolte che neanche un pastore, con tutto il rispetto, si  sognerebbe di avere.

Allora mi chiedo, perché invece di creare alternative ad un mondo che è nato come diceva un mio amico per i “numeri dispari” e soprattutto si è sempre sviluppato  nei vari club, non cerchiamo tutti insieme di “ridarci” delle regole e far si che si possa tornare agli antichi fasti?

Sinceramente non capisco, ma rispetto come sempre, coloro che giocano in casa, io sinceramente non lo farei mai considero la mia casa un luogo talmente “intimo” che non mi sognerei mai di farlo violare da nessuno, ma soprattutto non  farei mai entrare in casa dei perfetti sconosciuti, invece per esperienza posso dirvi che tale “pratica” è molto diffusa, con tutti i rischi che ne derivano.

La nostra frequentazione “esclusiva” nei club è dovuta proprio ad un episodio accadutoci moltissimi anni fa quando ancora non frequentavamo questo mondo, ci incontrammo con una coppia in casa loro, pensando fossero marito e moglie in realtà non lo erano, e morale della favola ci ritrovammo il “signore” sotto casa per giorni, da allora ci siamo prefissati la regola ferrea di conoscere le persone solo nei club, noi li abbiamo frequentati tutti quelli del panorama romano e non solo, dove ognuno di noi diventa identificabile, logicamente dagli organi preposti, avendo rilasciato il proprio documento di identità.

Negli ultimi tempi da quando abbiamo conosciuto il sito erosland circa due anni fa, abbiamo creato un gruppo, uno dei più numerosi in assoluto, di discussione sui club romani a cui sono iscritti circa 1200 amici, organizziamo insieme a loro delle feste, totalmente no profit questo concetto deve essere chiaro, nei vari club, e la più grossa soddisfazione è che ogni volta che si creano questi eventi siano presenti almeno 100/150 amici, nell’ultima organizzata insieme a Coppiadesy e Antonos (nick anche loro sui siti sopradescritti) eravamo addirittura più di 230, questo significa che le gente ha capito lo spirito con cui le organizziamo e soprattutto credono ancora che ci si possa divertire nei club.

 

Eros manga 1

Come si sarà facilmente capito noi siamo contrari alle feste in casa e a quelle organizzate per solo coppie, ma ribadisco questo è solo il nostro personalissimo pensiero e non vuol essere ne una critica nei confronti di chi la pensa diversamente da noi ne tanto meno per chi le organizza, anzi abbiamo partecipato pochi giorni fa ad una festa per sole coppie, siamo stati gentilmente invitati dagli organizzatori, e voglio fargli i complimenti siamo stati benissimo, ma rimango della mia idea, questo gioco è fatto per numeri dispari e non pari e ci sono dei luoghi adatti per farlo, i club.

La realtà romana ha poi rispetto a tutto il resto d’Italia un'altra prerogativa negativa, quella che le coppie non pagano nulla, se non il tesseramento, questo ha comportato che l’attenzione sulla selezione dei singoli sia più blanda,  essendo solo loro i “paganti”. Parlando con le coppie tutte sembrano disponibili al pagamento di una quota d’ingresso”, che permetterebbe una maggiore selezione all’ingresso, ma poi la realtà dei fatti è ben diversa………….provate a chiedere ad una qualsiasi coppia romana abituata a non pagare una quota d’ingresso, e vedrete che il risultato sarà sempre lo stesso: ”Non vogliamo pagare perché qui a Roma è così e perché mai dovremmo farlo?

Io dico soltanto a tutti gli amici scambisti, ma quelli veri non quelli fatti per l’occasione, cerchiamo di cambiare la rotta che ha preso negli ultimi tempi questo mondo, altrimenti tra non molto dovremmo fare a meno del nostro “meraviglioso giocattolo” e sarebbe un vero peccato.

Voglio concludere ribadendo che quanto esposto in questa mi lettera è solamente il mio personalissimo pensiero e non vuole essere una critica nei confronti di chi vede e vive questo “mondo” in maniera diversa dalla nostra. Auguro un sano divertimento a tutti i veri scambisti”.


Coppiaok4643




0 mi piace, 0 non mi piace
In Vetrina


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA